Cerca e trova immobili

LOCARNOPalaCinema, una donna in regia (a tempo pieno)

04.05.23 - 10:42
A ereditare le redini del polo audiovisivo di Locarno da Roberto Pomari sarà la 58enne Elena DelCarlo.
Ti-Press (archivio)
PalaCinema, una donna in regia (a tempo pieno)
A ereditare le redini del polo audiovisivo di Locarno da Roberto Pomari sarà la 58enne Elena DelCarlo.

LOCARNO - Il PalaCinema di Locarno ha una nuova direttrice. Alla regia del polo audiovisivo di Piazza Castello è infatti stata nominata l'italiana Elena DelCarlo (classe 1964) che erediterà il testimone dalle capaci mani di Roberto Pomari.

Continuare la crescita - La nuova "regista" del PalaCinema, nata a Bergamo e residente in Svizzera dal 2012, entrerà in carica il prossimo primo agosto e sarà chiamata a «sviluppare ulteriormente» la PalaCinema SA che nei suoi primi cinque anni di vita si è concentrata sulla promozione della struttura come luogo dove accogliere realtà nel campo della formazione, dell’offerta cinematografica per il grande pubblico, degli eventi culturali e commerciali di vario genere e come sede di organizzazioni legate al cinema e all’audiovisivo. Oggi dunque, al PalaCinema si trovano gli uffici del Locarno Film Festival e della Ticino Film Commission, la sede del CISA (Conservatorio Internazionale di Scienze Audiovisive), la SUPSI con le sue attività legate all’audiovisivo ed EnjoyARENA per la gestione delle sale da cinema, della relativa programmazione e della ristorazione.

Centro culturale - Dopo questa prima fase di sviluppo del polo cittadino e a seguito di un’attenta analisi strategica – messa in atto dal nuovo CdA, entrato in carica a gennaio dell’anno scorso sotto la presidenza di Carla Speziali - si è dunque deciso di rafforzare il posizionamento del PalaCinema nel quadro culturale cantonale e nazionale, dandogli un ulteriore slancio come centro culturale di competenza dell’audiovisivo. In particolare, con la nuova strategia che Elena DelCarlo sarà chiamata a sviluppare, il CdA prevede di favorire ulteriormente le collaborazioni tra le realtà già presenti al PalaCinema, estendendole ad altri operatori del settore audiovisivo. Inoltre, prevede di promuovere attività culturali proprie nel campo della programmazione cinematografica d’autore e della formazione, così come d'incrementare l’insieme dei servizi offerti e le infrastrutture tecniche a disposizione del settore.

Obiettivi ambiziosi - Obiettivi certamente ambiziosi, ma ritenuti realistici, che per essere raggiunti hanno portato, grazie alla disponibilità della Città di Locarno, a elevare il grado di occupazione della nuova figura direttiva dall’attuale 50% a un impiego a tempo pieno. Questo permetterà alla direttrice di svolgere non solo compiti legati allo sviluppo dei servizi e delle attività culturali e formative, ma anche alla gestione e allo sviluppo delle risorse umane, finanziarie e immobiliari inerenti al PalaCinema.

«Tanti profili, scelta non semplice» - «La scelta tra i candidati alla direzione del PalaCinema non è stata semplice», commenta Carla Speziali. «I profili che si sono annunciati erano molti e davvero validi. La vasta e variegata esperienza di Elena DelCarlo ha però convinto il CdA, che crede fermamente di aver individuato la persona giusta per sviluppare ulteriormente il polo dell’audiovisivo. Un polo dell’audiovisivo situato a Locarno, ma d'importanza cantonale, che mira a espandere la propria eco ben oltre i confini ticinesi. Lasciatemi infine aggiungere anche una nota personale, che mi vede particolarmente felice del fatto che per questa funzione sia stata individuata una donna».

Da parte sua la neo-direttrice ringrazia la Commissione e il CdA per la fiducia accordatale. «Sono felice - sottolinea la 58enne - d'impegnarmi insieme ai partner odierni e futuri del PalaCinema per un'ulteriore valorizzazione dell'importante polo dell'audiovisivo della Città di Locarno».

La carriera - La carriera professionale di Elena DelCarlo, che le ha permesso di maturare l’esperienza e le competenze ricercate per assolvere i compiti richiesti alla nuova direzione del PalaCinema, l’ha portata a Monaco di Baviera, Bolzano e poi, in Svizzera, a Basilea e a Zurigo. Nella città tedesca – dopo aver conseguito la laurea in Filologia romanza (Letteratura francese e italiana); Scienza del Teatro con specializzazione in teatro lirico e cinema – ha lavorato per prestigiose istituzioni, tra le quali la Concorde Film.  Nel Comune Altotesino, invece, la neo-direttrice del PalaCinema ha collaborato con il Museion (Museum für moderne und zeitgenössische Kunst). «Senza voler stilare un elenco esaustivo di tutte le sue esperienze professionali, in territorio elvetico Elena DelCarlo - viene precisato - ha ad esempio potuto sviluppare le sue competenze alla Fondazione Beyeler a Basilea o ancora al Museo Rietberg a Zurigo. Ha recentemente conseguito un CAS presso l'Istituto svizzero di studi d'arte.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE