Immobili
Veicoli

CANTONE«La morte della mia cara zia e della mia amica mi hanno dato il coraggio di lanciarmi»

22.09.22 - 06:31
La conduttrice Rosy Nervi fonda l'associazione "Il diritto di splendere". Con lei anche la radiologa Elena Cauzza.
Tio/20Minuti - PM
«La morte della mia cara zia e della mia amica mi hanno dato il coraggio di lanciarmi»
La conduttrice Rosy Nervi fonda l'associazione "Il diritto di splendere". Con lei anche la radiologa Elena Cauzza.

BELLINZONA/ LUGANO - «La morte per malattia della mia amica Denise e della mia cara zia Donata mi hanno segnata. E mi hanno dato il coraggio di lanciarmi». È con questo presupposto che Rosy Nervi, voce di Rete 3 e volto televisivo, fonda l'associazione "Il diritto di splendere". Perché anche di fronte alla malattia o a un momento di particolare difficoltà, una persona ha il diritto di provare a stare bene. «L'idea è quella di occuparci del benessere di chi soffre a 360 gradi».

Punto d'incontro – A imbarcarsi con Rosy Nervi in questa sfida ci sono la dottoressa Elena Cauzza, presidente della fondazione NoiDonna, e l’imprenditore Fabrizio Labanti che affronta ogni giorno le problematiche dei capelli e in particolare dell’alopecia. «L’idea è quella di riunire professionisti del campo medico e professionisti della cura del corpo (coiffeur, truccatrici, tatuatori) in un’unica piattaforma online. Al momento il problema è che spesso la gente non riesce a trovare le persone giuste per il proprio caso specifico. Viceversa ci sono ottimi professionisti che non hanno la possibilità di promuoversi. Il nostro portale diventa così un punto d'incontro e di scambio. Sabato 24 settembre dalle 19 all'Hotel Dante di Lugano presenteremo la nostra associazione, il progetto del portale e ci sarà una prima conferenza aperta al pubblico in cui parleremo di capelli, trucco, cicatrici e tatuaggi».

«Cosa posso fare di fronte alle difficoltà?» – Rosy Nervi torna a parlare delle due persone che l'hanno portata ad abbracciare questa iniziativa. Completamente a titolo volontario. «Denise e zia Donata erano entrambe donne integrate socialmente. A un certo punto si sono viste la vita stravolta. È capitato a loro, ma capita a tanti. I momenti difficili ci sono per tutti. E a quel punto ti chiedi: cosa posso fare per splendere ancora? Come posso fare per continuare a vivere serenamente nonostante il disagio? Come posso mantenere la mia autostima? Come mi posso proteggere? Vi assicuro che quando affronti determinate difficoltà anche un truccatore può fare la differenza, in un certo senso ti tutela dai pregiudizi. Se ho il cancro, se soffro di alopecia, ho comunque il diritto di splendere». 

«Una lacuna da colmare delicatamente» – Era davvero necessario un portale simile? Rosy Nervi ne è convinta. «La nostra piattaforma diventerà complementare all'offerta che già esiste nella Svizzera italiana. Andiamo delicatamente a colmare una lacuna».

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO