Sul treno con i Rolex nascosti nel taschino
Guardia di Finanza - comando provinciale Como
CONFINE
10.02.2021 - 07:230

Sul treno con i Rolex nascosti nel taschino

Da Lugano era diretto a Milano e alla domanda dei doganieri ha risposto di non avere nulla da dichiarare

PONTE CHIASSO - «Trasporta merci da dichiarare?». È la domanda che si è sentito porre ieri un cittadino di nazionalità italiana che viaggiava a bordo di un treno diretto da Lugano a Milano. Lui ha risposto negativamente, ma la sua evidente agitazione lo ha tradito. Tanto che gli agenti gli hanno chiesto di seguirli presso gli uffici della Sezione Operativa Territoriale, dove hanno rinvenuto, in una tasca interna della giacca, due orologi Rolex del valore complessivo di 22'699 euro.

In realtà la segnalazione di possibili traffici illegali di beni di lusso attraverso il confine ferroviario italo-svizzero era giunta a funzionari della Sezione Operativa Territoriale (SOT) di Chiasso e militari della Guardia di Finanza del Gruppo di Ponte Chiasso direttamente da Roma, dall’Ufficio delle Dogane dell'Aeroporto di Fiumicino.

All'uomo sono stati contestati i reati di contrabbando ed evasione dell’IVA all’importazione per un importo di 5'798,96 euro. La merce è stata sequestrata e gli è stata inflitta una sanzione amministrativa pecuniaria.

Guardia di Finanza - comando provinciale Como
Guarda le 2 immagini

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-07-29 05:04:05 | 91.208.130.87