Tipress
SVIZZERA
03.09.2020 - 15:560
Aggiornamento : 19:09

Il nuovo Ceneri surclasserà gli aerei?

È l'auspicio della presidente della Confederazione. Che oggi a Locarno ha firmato una carta d'intenti

Sommaruga ha siglato un "patto del Ceneri" assieme ad Austria, Italia e Germania, per puntare sui treni notturni. Ecco cosa comporterà, anche per il Ticino

Treno vs Aereo

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BERNA - La nuova galleria del Ceneri batterà sulla velocità il trasporto aereo? Sembra un'iperbole, ma neanche troppo. Oggi a Locarno i rappresentanti di Austria, Germania e Italia hanno firmato con la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga una carta d'intenti, per potenziare al massimo il canale ferroviario. Un "patto del Ceneri" a favore dell'ambiente e della mobilità leggera.

L'incontro - Alla vigilia dell'inaugurazione della galleria di base del Ceneri, Sommaruga ha incontrato oggi a Locarno varie delegazioni dei Paesi vicini: durante l'incontro «è stato concordato di continuare a incentivare il traffico merci e viaggiatori internazionale su rotaia, impegnandosi altresì a puntare sui treni notturni quale alternativa all'aereo» si legge in una nota della Confederazione. A fine incontro, Sommaruga ha accompagnato i colleghi in una breve visita al portale nord della galleria. Con la ministra dei trasporti italiana ha inoltre firmato un accordo per l'ampliamento della linea ferroviaria tra il Sempione e Novara.

Numero limitato - A seguito della pandemia da coronavirus la conferenza dei ministri dei trasporti (prevista inizialmente) si è dovuta limitare ai Paesi vicini. In rappresentanza dell'Austria ha partecipato la ministra dei trasporti Leonore Gewessler, per l'Italia la sua omologa Paola de Micheli. La Germania era rappresentata dal segretario di Stato Michael Güntner e l'UE dal coordinatore del corridoio del traffico merci su ferrovia Reno-Alpi, Pawel Wojciechowski.

Il "patto del Ceneri" - I partecipanti hanno firmato una carta d'intenti, in cui i rispettivi Paesi si impegnano «a incentivare il traffico merci su rotaia e rendere la ferrovia ancora più attrattiva per il trasporto viaggiatori internazionale» introducendo più treni notturni come alternativa all'aereo. In una dichiarazione congiunta hanno affermato l'importanza della ferrovia e, quindi, dell'ulteriore armonizzazione e potenziamento del sistema ferroviario in Europa, «per un sistema dei trasporti rispettoso dell'ambiente e del clima».

I firmatari - La dichiarazione è stata firmata per corrispondenza, oppure armonizzata per un'imminente ratifica, anche dal Principato del Liechtenstein e dai restanti Paesi attraversati dai due corridoi merci ferroviari Reno-Alpi e Mare del Nord-Mediterraneo (Francia, Belgio, Paesi Bassi, Lussemburgo). È stata inoltre approvata dalla Commissione dell'UE e dalla Slovenia che la firmeranno in un secondo momento.

La Sempione-Novara - La presidente della Confederazione ha inoltre firmato con la ministra italiana Paola de Micheli un accordo sull'ampliamento della linea ferroviaria tra il Sempione e Novara. L'Italia s'impegna così a condurre lavori sulla linea per consentire, entro il 2028, il transito ininterrotto di semirimorchi di 4 metri di altezza agli angoli fino ai grandi terminali di trasporto a nord del Paese. Ciò permetterà di potenziare ulteriormente la politica di trasferimento del traffico. Per tale motivo, la Svizzera contribuirà alla loro realizzazione con 148 milioni di franchi, provenienti dal credito per l'ampliamento delle tratte di accesso ad Alptransit. I restanti costi saranno coperti dall'Italia.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-03-03 06:38:36 | 91.208.130.85