tipress
CANTONE
03.03.2020 - 14:360
Aggiornamento : 16:09

Contro il virus «più igiene e più salute nelle scuole»

A chiederlo è il sindacato OCST-Docenti

Il sindacato vuole così limitare ulteriormente i rischi di contagio

LUGANO - Più erogatori di sapone, anche nelle aule scolastiche. In relazione alle misure in vigore nelle scuole ticinesi per contrastare la diffusione del Coronavirus (Covid-19), il sindacato OCST-Docenti prende atto della grande responsabilità affidata ai docenti e chiede misure ulteriori per arginare i rischi di contagio.

Il sindacato chiede pure di eliminare quanto prima, laddove ancora sussistano, gli asciugamani comuni appesi accanto ai lavandini in aula, sostituendoli con distributori di salviette di carta per asciugare le mani o, se opportuno, con asciugamani elettrici.

Per le aule senza lavandino, inoltre, vengono proposti distributori di salviette umide con sapone, mentre si auspica di munire gli insegnanti di flacone disinfettante, analogamente a quanto messo in atto contro il virus SARS.

Infine, nel rispetto delle ultime disposizioni dell’Ufficio federale della sanità pubblica, si sollecitano le autorità cantonali competenti a predisporre, per i fazzoletti di carta, cestini e bidoni che siano chiusi, nonché a potenziare il servizio di pulizia degli stabili scolastici reintroducendo il giorno che è stato soppresso in passato quale misura di risparmio.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-27 20:21:45 | 91.208.130.89