TiPress
ULTIME NOTIZIE Ticino
VIDEO
BELLINZONA
2 ore
Scherzi pazzi alla gente per strada: è già clima Rabadan
Il video per le vie della capitale. L’antipasto in vista della 157esima edizione del carnevale più seguito nel Ticino
LUGANO
3 ore
Auto in avaria, code sull'A2
Disagi in direzione nord. Chiusa la corsia di sinistra
BELLINZONA
5 ore
Quale visione per gli over 65?
Un'interrogazione chiede come si intende garantire un'adeguata qualità di vita alla crescente popolazione anziana
COMANO
6 ore
Saltano 12 posti di lavoro alla RSI
Prepensionamenti e non sostituzioni dei partenti, ma non si escludono licenziamenti e diminuzioni del tempo di lavoro
CANTONE
6 ore
Il ruolo dei Comuni nella scuola e per gli anziani
Il Comitato strategico di Ticino 2020 ha sottoposto la sua proposta al Governo. Si verificherà la fattibilità
LOCARNO
7 ore
Non rispetta la precedenza, centrato da un'auto della Comunale
L'incidente è avvenuto ieri sera a Locarno, davanti alla centrale di polizia
CANTONE / SVIZZERA
8 ore
Iniziativa "Strade sicure", in primavera la consultazione
L'iniziativa cantonale vuole vietare il transito ai camion non dotati dei nuovi sistemi di sicurezza
CANTONE
8 ore
La Cantonale ha tre nuovi Ufficiali
Marco Mombelli, Georges Locatelli e Luca Ceresetti sono stati nominati dal Consiglio di Stato
CASTEL SAN PIETRO
10 ore
Medacta potrebbe dover sborsare una decina di milioni
Advanced Surgical Devices, società controllata dal gruppo della famiglia Siccardi, ha subito una condanna (provvisoria) negli Stati Uniti
CONFINE
10 ore
«Li perdono, ma intanto li ho denunciati»
Ladri in azione nella villa di monsignor Grampa. L'ex vescovo di Lugano: «Bottino magro, solo oggetti devozionali»
PARADISO
11 ore
Gran successo per il carnevale di Paradiso
Lo scorso weekend trampolieri, giocolieri e mangiafuoco hanno trasformato il lungolago in un circo a cielo aperto
CANTONE / MILANO
11 ore
«Altro che volante, a me tutto il cruscotto»
Ennesima vittima della banda milanese che, in questo caso, ha colpito la sera di S. Valentino. Il danno? Circa 17mila franchi
LUGANO
11 ore
La fisica solare entra all'USI
Approvata ieri dal Parlamento l'affiliazione dell'IRSOL alla Facoltà di scienze informatiche
FOTO E VIDEO
CONFINE
13 ore
A carnevale questo scherzo non vale: «Sequestrati 100'000 prodotti non sicuri»
La Guardia di Finanza di Como ha requisito parrucche, maschere e cappelli di due esercizi commerciali di Olgiate Comasco e Vertemate Con Minoprio
LUGANO
13 ore
Tensioni in casa Swica: quella donna può permettersi di tutto
Il recente articolo di Tio/ 20 Minuti ha sollevato un polverone. Diverse le nuove testimonianze. Tutte contro la responsabile vendita
FOTO
TESSERETE
13 ore
Trovo l'acqua in Amazzonia, e loro mi regalano sorrisi
Saverio Mondini ha dedicato quasi metà della sua vita in Brasile, seguendo in prima persona gli aiuti umanitari della sua associazione
CANTONE
21 ore
Marchesi: «Anche noi frontalieri per il triplo dello stipendio»
Al comitato cantonale UDC un unico motto: «Il 17 maggio tutti per la limitazione dell’immigrazione»
CANTONE
21 ore
Legionellosi, una doccia pubblica chiude i rubinetti
Da un recente controllo trovate strutture non conformi. In una di queste la contaminazione era massiccia
FOTO
NOVAZZANO
21 ore
«Non arrendiamoci». Partono le giornate del malato
Alla serata di gala e d'apertura un centinaio di persone oltre al Consigliere di Stato Raffaele De Rosa
LOCARNO
12.02.2020 - 13:310
Aggiornamento : 14:49

Monte Brè, la domanda di costruzione è stata presentata

«Tutto sarà sviluppato con le autorità competenti» precisa la Aedartis AG. «Non sarà un maxi resort, ma un villaggio di montagna»

LOCARNO - Aedartis AG ha inoltrato la domanda di costruzione per il progetto alberghiero Borgo Miranda di Monte Brè sopra Locarno. A comunicarlo è la stessa azienda, che precisa alcuni punti. 

Dopo avere presentato alla popolazione il progetto lo scorso 21 gennaio, l’azienda di Pfäffikon è conscia delle «critiche» da cui è stato colpito. Proprio per questo punta a sottolineare le sue intenzioni: «Parlare di “maxi resort” a Monte Brè è una convinzione errata». Il progetto è nato dall’idea di «creare un villaggio di montagna, perfettamente inserito nel contesto paesaggistico, con l’utilizzo di materiali locali, abbinati a tecnologie energetiche a basso impatto ambientale».

La Aedartis AG svela le sue carte: «L’obiettivo è raggiungere risultati economici, ma nel rispetto dell’ambiente e promuovendo lo sviluppo del territorio». E ancora: «Verranno assunte 70 persone durante l’operatività dell’albergo. Altre opportunità di lavoro sorgeranno su tutto l’arco dell’anno. Per la fase di costruzione saranno sviluppate varie collaborazioni con aziende del posto».

Ma come la mettiamo con la questione legata al piano regolatore? I quartieri di Monte Brè e Cardada sono infatti attualmente protetti dalla zona di pianificazione del territorio e lo saranno per i prossimi cinque anni. Lo aveva ricordato anche il sindaco su Facebook. «Tutto ciò che concerne il rispetto del territorio, le problematiche legate al traffico, la valutazione paesaggistica e tutti i dettagli del progetto ambientale saranno sviluppati con le autorità competenti», risponde la società. 

I promotori del progetto hanno deciso di portare avanti il loro obiettivo. Nella speranza, a loro dire, di «instaurare un dialogo costruttivo e innescare sinergie positive con tutti gli attori coinvolti, cercando le migliori soluzioni».

Commenti
 
sedelin 6 gior fa su tio
a me dei soldi e dei suv non importa una cippa, ci sono ben altri VALORI da mettere in risalto. ma tant'è, c'é gente che pensa soltanto al denaro.
sedelin 6 gior fa su tio
@sedelin RISPOSTA a mattiatr
F/A-18 6 gior fa su tio
@sedelin Va beh, ho capito ma senza i soldi non vivi, meglio vivere nell’abbondanza che vivere di stenti, in fin dei conti il non farci mancare niente è lo scopo di tanti, discutibile fin che vuoi ma per tanti, troppi, è così.
Paolo Mac 6 gior fa su fb
Un “villaggio di montagna” dove tutto sarà privatizzato impedendo ad altri l’accesso a sentieri, là dove fino ad ora si poteva......👏🏻👏🏻👏🏻
F/A-18 6 gior fa su tio
È una opportunità, è una attività che porta posti di lavoro, turismo, soldi. Viviamo in un territorio bellissimo e dobbiamo renderci sempre più attrattivi, non dobbiamo comportarci da egoisti, se ci sono problemi con la strada si faranno degli slarghi. Se ci sono dei vincoli edificatori si fa la domanda per una modifica. Il problema di tanti è la pancia troppo piena e l’egoismo che ci rende piccole persone imbruttite. Dovremmo invece ringraziare chi investe milioni da noi piuttosto che altrove.
Mattiatr 6 gior fa su tio
@F/A-18 Parole al vento. Quella instauratasi in Ticino è una forte invidia sociale, tipica della nazione a sud del confine. Non prendetelo come il solito attacco al bel paese. Oserei dire che ciò che dico è un dato di fatto, lì è un crimine fare soldi, però tutti a fare i fighi con ''noi abbiamo la Ferrari'' come se fosse di tutti. Ragazzi chi produce soldi non è un criminale, più soldi creano imprese, fabbriche, hotel ecc. meno tasse paghiamo e più servizi riceviamo. Chi pensa da comunista con le solite frasette da ''tassiamo di più i ricchi'' ecc dimentica il fatto che meno li tassi e più ce ne sono, più ce ne sono e più pagano. È una vergogna che in un cantone in cui manca lavoro si adottino misure che bloccano dei progetti lavorativi. Spero vivamente che non ci siano persone che si lamentano del mercato del lavoro contrarie al progetto.
F/A-18 6 gior fa su tio
@Mattiatr Ci sono in ballo anche 70 posti di lavoro, per le officine o l’aeroporto si fanno le barricate per difenderli mentre qui si fa di tutto per affossarli. La coerenza finisce quando si scontra con l’egoismo e la cattiveria della gente.
Mattiatr 6 gior fa su tio
@F/A-18 Appunto, si trattasse di una società con contributi statali, o che opera nel servizio pubblico sarei d'accordo riguardo una mobilitazione pubblica. In questo caso invece si vuole ostacolare una società privata che si vuole insediare in Ticino (cosa piuttosto rara), con la scusa della salvaguardia di un territorio già violentato dai famosi residenti. Quindi che non rompano le balle, per una volta che si propone invece che vietare non ha senso incazzarsi.
F/A-18 6 gior fa su tio
@Mattiatr Tutti quelli che sono contrari le loro belle case o ville o palazzi li hanno fatti contribuendo tanto o poco a generare nel bene e nel male un certo movimento, ora si vuole impedire con motivi dettati da pura ipocrisia ed egoismo ad altri di fare ciò che fan tutti, compreso loro.
Mattiatr 6 gior fa su tio
@F/A-18 Condivido nuovamente in toto, con ogni probabilità se fossero state il doppio delle case, magari in stile Cadenazzo (pareti fluo), nessuno avrebbe detto nulla. Il fatto che questa è una struttura atta a generare denaro allora in automatico contraria tutti. Ricorderei però che le persone si recano ogni giorno in strutture con lo stesso scopo e ci lavorano, che siano uffici, fabbriche o cantieri. Inoltre, io che architettonicamente parlando sono un tradizionalista ''sass e piod'' devo dire il comprensorio non mi disturba molto. Tale affermazione non la faccio invece per il resto del comune di Locarno, difatti mi chiedo come facciamo a vivere così. Però teh, proteggiamo tutti il ''nostro'' territorio, sui terreni degli altri.
F/A-18 6 gior fa su tio
@Mattiatr Ahahah, quanta ragione che hai. Volevo solo fare un’ultima considerazione, rendiamoci conto che gli abitanti di Bre sono tra i più grandi inquinato ti del nostro cantone viste le distanze che devono percorrere per ogni e qualsiasi esigenza, alias, vogliono vivere tranquilli nel verde e con l’aria pura ma poi inquinano il doppio rispetto ad un cittadino di Locarno city. Ipocrisia, egoismo ed anche una buona dose di ignoranza li accompagna nella loro campagna di cattiveria.
Mattiatr 6 gior fa su tio
@F/A-18 Considerando che io quando ero fisso in Ticino (ora sono in trasferta lavorativa oltre Gottardo) facevo attorno ai 100 km al giorno direi che a confronto tutti i Locarnesi sono santi :-) Un mio amico mi ha detto che in futuro abbatteranno una casa del 1904 dove vissero dei famosi artisti (di cui non ricordo il nome), nessuno dice niente. Arrivano gli zuchini!!?? APRITI CIELO! Vabbé serom tutt e nemm a fass mantegni dal canton!!
4cerchi 1 sett fa su tio
Non capisco perché dobbiamo farci fregar tutte le volte. Non vado oltre. Cara strada di montagna, sarai accompagnata da semafori per tutta la vita, cara montagna sarai scavata per tutta la vita, cara selvaggina sarai allontanata per tutta la vita, caro scalatore che con tanta fatica raggiungi il traguardo col fiato al collo e la tua bici silenziosa e rispettosa verso l ambiente dovrai districarsi col suv con alla guida il solito milionario pidocchio e imbranato vecchio/a. Il circo
Mattiatr 1 sett fa su tio
@4cerchi Non capisco tutta sta rabbia verso i milionari. Alla fine vengono qua con il suv (che tra l'altro hanno tutti di sti tempi) per lasciare soldi, cosa che i famosi non milionari di rado fanno in Ticino.
Leo Chirra 1 sett fa su fb
Fate schifo!
vulpus 1 sett fa su tio
Il progetto presentato non è un villaggio di montagna. è una invasione di case e cemento senza alcuna regola. Poi non hanno capito che non vi è un accesso degno di tale nome, per procedere alla fase costruttiva.
bubi_67 1 sett fa su tio
Domani diventerà una zona esclusiva, un ambiente immerso nella natura, dove la gente cercherà la tranquillità e il relax, quindi sarà un turismo molto particolare. Ci sono parecchi comuni e regioni che hanno investito in questo tipo di turismo oggi sono contenti delle loro scelte, che hanno portato benessere e ridato vita. I più fortunati (ma anche egoisti) sono gli attuali proprietari delle abitazioni, che si ritroveranno con il loro valore raddoppiato (diversi furbetti si stanno già muovendo per acquistare ancora a basso costo...)
albertolupo 1 sett fa su tio
E adesso vediamo sei il sindaco si ricusa quando si tratterà di decidere, come gli toccherebbe fare (https://www.tio.ch/ticino/attualita/1415018/monte-bre-la-domanda-di-costruzione-sara-respinta).
Gloria Bergamo 1 sett fa su fb
😏😏
Maurizio Pavesi 1 sett fa su fb
È assurdo continuano a costruire case ?? Ma a chi le vendono ?? (Il resort è la solita scusante)
Carlo Aiele 1 sett fa su fb
Maurizio Pavesi qualcuno lava i vestiti e qualcuno lava i soldi....
Maurizio Pavesi 1 sett fa su fb
Carlo Aiele sarà anche così, però li "lava" a discapito della comunità, con tutto quel cemento 😡
Alessandro Milani 1 sett fa su fb
Maurizio Pavesi se ne fregano della comunità!!svegliaaaa
sedelin 1 sett fa su tio
che sfacciati: cambiano il nome ma non la sostanza, prendendo tutti per il culo!
streciadalbuter 1 sett fa su tio
e avanti con il cementamento del Ticino.
GI 1 sett fa su tio
che tola: "villaggio di montagna".....spero vivamente che a questo progetto non diano alcuna possibilità !!!
sedelin 1 sett fa su tio
@GI ci batteremo fino ai denti per un bel NO :-)
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-19 20:41:25 | 91.208.130.85