Immobili
Veicoli

LOCARNOContro il maxi resort e i suoi promotori: «Si sono resi ridicoli»

23.01.20 - 13:09
L'associazione Salva Monte Brè si esprime sulla serata di presentazione da parte di Aedartis AG. «Volevano incantare, hanno dimostrato disprezzo»
TiPress
Contro il maxi resort e i suoi promotori: «Si sono resi ridicoli»
L'associazione Salva Monte Brè si esprime sulla serata di presentazione da parte di Aedartis AG. «Volevano incantare, hanno dimostrato disprezzo»

LOCARNO - «Quello che doveva essere un esercizio di seduzione e di ribaltamento di opinione si è trasformato in un fiasco monumentale per i promotori». È con queste parole che l’associazione Salva Monte Brè descrive la serata di martedì, in cui Aedartis AG ha presentato alla popolazione il progetto del maxi resort "Borgo Miranda".

Nessuna risposta - I promotori della serata vengono accusati di essersi rifiutati di rispondere alle domande se non con «nessun commento», «non lo sappiamo ancora» e «non è un dettaglio importante». L’avvocato della società viene tacciato di avere mostrato «un disprezzo e una malafede che sorprenderebbe i più cinici».

La zona di pianificazione - Durante la serata qualcuno ha sollevato anche il “problema” zona di pianificazione. Una questione sollevata anche dal sindaco di Locarno Alain Scherrer ieri sotto a un post di Fabrizio Sirica. Ma - scrive l’associazione Salva Monte Brè - loro «hanno risposto che non li riguarda, che non cambia nulla e che la zona di pianificazione non ha per loro alcun effetto vincolante».

Disprezzo per la gente locale - La Aedartis AG viene criticata anche di avere «dimostrato tutta la portata del loro disprezzo per la gente della regione». Quando viene loro fatto notare che i modelli proposti - il cui scopo è «integrarli nel paesaggio come un autentico villaggio di montagna ticinese» - dovrebbero mostrare l'integrazione armoniosa del loro maxi-resort a Monte Brè, «ignorano la questione che non considerano rilevante».

Niente italiano, solo tedesco - Il Ceo si è rivolto al pubblico in tedesco. Una scelta non apprezzata dai presenti. «Quando gli è stato chiesto perché non ha usato l’italiano, ha risposto che parla già sei lingue e che non ci si può aspettare che sappia l'italiano». 

«Si sono resi ridicoli» - Una serata, insomma, che non ha soddisfatto il pubblico, perlomeno non quello già contrario al maxi resort. «Possono aver immaginato che la loro performance, priva di qualsiasi tipo di contenuto, avrebbe raccolto l'ovazione di una marmaglia ignorante, incantata dal loro genio. Fortunatamente, gli abitanti di Brè e Locarno sono più saggi di così. Non aspettandosi questo, i promotori si sono resi ridicoli, chiudendo la serata in fretta e furia dopo l'ennesima domanda scomoda».

«Contro i barbari» - L’associazione, infine, annuncia che qualora dovesse effettivamente essere presentata la richiesta di concessione edilizia, «userà tutti i mezzi politici, finanziari e intellettuali a sua disposizione per opporsi». «Insieme finiremo di respingere i barbari, e poi ricostruiremo la repubblica».

Salva Monte Brè ha registrato la serata che verrà pubblicata oggi su YouTube e Facebook.

COMMENTI
 
sedelin 2 anni fa su tio
infatti per loro é una necessità; ci VIVONO! qui si parla di speculare, di rovinare per il vil denaro. é un po' tanto diverso, no?
sedelin 2 anni fa su tio
@ RISPOSTA a mattiatr qui sotto (REDAZIONE, quando risolverete il problema di destinazione dei post?)
Mattiatr 2 anni fa su tio
Lascia stare, pure a me capitano problemi con i commenti :-) In ogni caso il denaro non ha nulla di vile, non mi pare che io e te ci facciamo problemi a scambiarlo per il nostro tempo. Alla fine il resort concederà a qualche famiglia di campare. Rimane il fatto che sono infastidito da questa ipocrisia popolare, sia le case abitative che quelle di vacanza rovinano il schöni panorama solo che certe vanno bene ed alcune no.
Lokal1 2 anni fa su tio
Aspetto di vedere il video della serata.... una cosa è sicura, monte Brè così fa un po schifo....almeno i zucchini un'idea di come farlo rifiorire l'hanno avuta, magari non perfetta, ma con qualche giusta modifica, la loro idea potrebbe sembrare buona. D'altra parte capisco anche gli amici di "salviamo monte Brè"...ma a loro e a tutti quelli ( politici e non ) che respingono a piena forza il "faraonico progetto", ho una sola domanda: Idee su come ri valorizzare bre ci sono? Progetti sostitutivi? E i soldi in caso li avete? Perché è chiaro che così brè NON va bene! Da cimetta a brè negli anni ne abbiamo persa di attrattività e interesse, se vogliamo lavorare con il turismo questa non è la strada giusta....
Ben8 2 anni fa su tio
Progetto eccezionale! Speriamo venga messo in opera al più presto! Basta con questi disfattisti!
sedelin 2 anni fa su tio
disfattisti sono coloro che distruggono il paesaggio!
Mattiatr 2 anni fa su tio
E tutti quelli che ci vivono attorno? Non mi pare che guardando le foto satellitari nel locarnese si vedano praterie e caprette.
york11 2 anni fa su tio
Ma se il CEO conosce 6 lingue meno che l’italiano in che lingua doveva esprimersi, in esperanto?
Mattiatr 2 anni fa su tio
Esempio di intolleranza e maleducazione oramai tipica della nostra regione. I promotori si sono mostrati disponibili a dialogare, presentare ed esporre il loro progetto. Se non siete del campo saprete che di solito la presentazione al popolo non si fa. Certo, villaggio tipico ticinese un cavolo, ma rispetto a come il Locarnese ha distrutto tutte le case storiche questo è niente. Il tema lingue è molto divertente, siamo in Svizzera, quanti svizzero tedeschi che frequentano in TI conoscono l'italiano? Non mi pare che, malgrado da noi venga insegnato, il popolo conosca decentemente la lingua tedesca. Io in primis dopo 7 anni di istruzione tedesca sono in Svizzera tedesca per migliorare. Ragazzi siamo sinceri, guardiamo il Ticino, vi sembra che il popolo sudalpino abbia avuto cura della regione? Andate nel cantone di questa ditta, lì sì che sono stati in grado di mantenersi un panorama decente. Questo cantone territorialmente fa letteralmente piangere. Intolleranti e tristemente, incoerentemente e stupidamente avversi alle nuove occasioni lavorative.
Asdo 2 anni fa su tio
Ha anche ragione, ma, ovviamente anche se presa fuori contesto, una risposta di quel genere è totalmente inadeguata e scortese se si sta tenendo una presentazione ad un pubblico di una regione di un'altra lingua
york11 2 anni fa su tio
Concordo pienamente, infatti il villaggio di Monte Brè è un fulgido esempio d’architettura vernacolare ticinese edificato con inverosimile sforzo dalle poderose e sapienti mani di contadini di montagna grazie all’esperienza trasmessa dai loro avi ormai dimenticati nel tempo, essi infatti hanno potuto erigere e tramandarci splendidi esempi di carpenteria in Eternit, è più che giusto preservare questo patrimonio per le prossime generazioni.
vulpus 2 anni fa su tio
Non sembra una ragione sufficiente per continuare a sbagliare. La zona è molto esposta anche visivamente da tutto il Locarnese. Possibile per una volta che c'è la possibilità di salvaguardare una zona, dobbiamo accondiscendere ai comodi dei promotori? Saremo primitivi e bifolchi, ma poco ci tocca la definizione.Salvaguardiamo quel poco che rimane. Di case e appartamenti di lusso ce ne sono a bizzeffe in vendita, senza la necessità di costruirne di ulteriori.
vulpus 2 anni fa su tio
Quello che fa o scrive Sirica me ne importa veramente poco.Non si stà discutendo su questioni di principio se mantenere una stabile datato oppure no: in questi casi se ne vale la pena e l'ente pubblico lo volesse salvare, non gli rimane che acquistarlo. Quì invece è tutto un comparto in discussione . senza andare oltre , soltanto dal lato pratico, sugli accessi, e relativa sicurezza , con una SPA che andrebbe a convogliare in cima alla montagna un sacco di veicoli. ( poi ci saranno quelli che propongono un bel trasporto pubblico, e perchè no una bella barriera riservata ai patrizi.) Addirittura 2 ristoranti di alto livello. Mi sembra veramente non adatto alla situazione
Mattiatr 2 anni fa su tio
Immagino che hai molto in chiaro come funzionavano i villaggi ticinesi :-)
Mattiatr 2 anni fa su tio
Questo non so dirtelo, io durante la presentazione ero a 260 km di distanza. Trovo che sia una situazione troppo astratta da giudicare, alla fine la stessa frase in contesti separati può avere ampi significati. Quindi con il senno di poi mi sarebbe piaciuto presenziare. Diciamo che forse aspettarsi che uno sconosciuto in giacca e cravatta si comporti da amicone al bar è un po' esagerati. Inoltre dai, sono zuchini, dopo i 30 anni non sono famosi di certo per la simpatia :-D
sedelin 2 anni fa su tio
ARROGANTI SCHIFOSI per cui con il denaro si può tutto. eh, no! facciano deturpazione in casa loro. via!
Frankeat 2 anni fa su tio
"Insieme finiremo di respingere i barbari, e poi ricostruiremo la repubblica" EEEH???
Jenaplynski 2 anni fa su tio
Bom, senza entrare in merito di ragione torto, essendo ignorante sulla questione e limitandomi a leggere l’articolo... diciamo mooooolto di parte e tirando l’acqua al proprio mulino da parte dell’associazione (ribadisco che non sto dando ne ragione ne torto a nessuno e non voglio neanche farlo, ci tengo al nostro territorio sempre e comunque...)
gilles 2 anni fa su tio
Giusto fuori dai piedi!! sai 6 lingue e non ti frega dell'Italiano? Vai a fare le tue cavolate in altri 6 paesi arrogante di uno
dudo 2 anni fa su tio
La solita arroganza di chi con i soldi pensa di poter comandare in casa di altri. Che schifo!!!
Mirketto 2 anni fa su tio
A Monte Brè solo e unicamente la Creme di Locarno.....
vulpus 2 anni fa su tio
Ma io penso che sia positivo quanto hanno fatto: la città quando dovrà prendere le decisioni saprà valutare correttamente chi sono i promotori e cosa vogliono fare. Anche per la strada che qualcuno tanto si preoccupa: verranno istallati dei semafori per facilitare gli incroci ( sembra ci siano disponibili quelli che volevano montare a Quartino.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO