Ti Press
+4
BELLINZONA
02.07.2019 - 15:340
Aggiornamento : 16:16

«Le frontiere uccidono», azione di protesta in Piazza Governo

Organizzato dal Collettivo R-esistiamo, il presidio chiede la chiusura del centro richiedenti asilo di Camorino

BELLINZONA - È iniziato questo pomeriggio sotto gli uffici del Dipartimento sanità e socialità (DSS), in Piazza Governo a Bellinzona, il presidio per la chiusura del centro richiedenti asilo di Camorino. Un sit-in, che si protrarrà almeno per tutto il pomeriggio, organizzato dal Collettivo R-esistiamo «per far sentire la nostra voce a fianco delle persone costrette a vivere sotto terra».

Al momento gli ospiti della struttura sono otto, sorvegliati da quattro persone. Ma nonostante gli appelli già giunti negli scorsi giorni, il Collettivo denuncia «condizioni sempre più disumane»: «Durante il giorno viene distribuita una colazione, un panino e due bottigliette d'acqua da 0,5l e una cena fredda. Non viene dato alcun soldo, per cui le persone non hanno possibilità né di spostamenti, né di poter effettuare alcuna attività, né di beneficiare di alcuna struttura, né tantomeno di poter comprare nulla», si legge sulla pagina Facebook.

 

Ti Press
Guarda tutte le 7 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-23 16:02:52 | 91.208.130.85