Tipress
+ 2
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
1 ora
Edifici industriali dismessi: «I sussidi non bastano»
LUGANO
2 ore
La manifestazione dei molinari si è svolta «in maniera prevalentemente pacifica»
LUGANO
4 ore
Porte aperte all'aeroporto, tutti col naso all'insù
MASSAGNO
17 ore
È partito "Percorsi consigliati casa-scuola"
VEZIA
18 ore
I Giochi tradizionali svizzeri alla Tenuta Bally
LUGANO
19 ore
Fumogeni e insulti sotto lo stabile della Lega e contro la Polizia
CHIASSO
21 ore
Incidente di caccia: parte un colpo, muore un 50enne
LUGANO
21 ore
Oltre 500 «contro l'oppressione e il nulla che avanza»
BRISSAGO
22 ore
Incendio di un'abitazione, due persone intossicate
LUGANO
22 ore
Puigdemont a Lugano: «Siamo delusi dalla vigliaccheria dell’Unione europea»
LUGANO
1 gior
Principio d'incendio in un appartamento di Viganello
GORDOLA
1 gior
Scontro tra una vettura e un'auto d'epoca, due feriti in Valle Verzasca
LUGANO
1 gior
Nuova banchina, Unia denuncia un subappalto illecito
LUGANO
1 gior
Al Clean up day CVC raccolti più di 300 chili di rifiuti
STABIO
1 gior
Tom Ford: «Le tasse non c'entrano: ecco perché ce ne andiamo»
CANTONE
22.05.2019 - 11:380
Aggiornamento : 16:08

Kering, previsti 400 trasferimenti: «Il morale crollerà»

Giovanni Scolari, dell'OCST: «Si dovranno spostare a Trecate, provincia di Novara»

3 mesi fa Gruppo Kering, «il gioco è finito e a noi rimangono i cocci»
3 mesi fa Kering è pronta ad andarsene. Via 300 posti di lavoro

CADEMPINO - Le informazioni riguardanti i futuri e massicci tagli previsti presso le sedi ticinesi del colosso francese Kering hanno sollevato ansie e preoccupazioni fra i dipendenti.

«Ieri sera abbiamo ricevuto innumerevoli contatti e telefonate - ammette Giovanni Scolari, segretario regionale OCST -. Il clima era abbastanza pesante, specie nella sede di Cadempino».

Proprio da Cadempino il sindacalista, dopo aver parlato con i vertici dell'azienda, cerca di fare il punto della situazione: «A breve la direzione fornirà degli aggiornamenti che sicuramente stempereranno un po' il clima che si respirava in mattinata», spiega.

Scolari parla di trasferimenti. «Circa 400 persone si dovranno spostare a Trecate, provincia di Novara presso un'altra ditta, la Xpo».

«Sicuramente una problematica che andrà a toccare in maniera pesante e virulenta il personale occupato nella struttura puramente logistica. Lavoratori e lavoratrici che fino a ieri erano convinti e positivi riguardo la loro continuità lavorativa - aggiunge il sindacalista -. Fino a ieri si pensava che sarebbero stati toccati principalmente gli impiegati della sede di Cadempino. Invece si sta rivelando esattamente il contrario».

Per loro il clima è decisamente pesante: «Il morale dei lavoratori e delle lavoratrici soprattutto di Bioggio, Stabio e Sant'Antonino è ai minimi, come non mai».

Tipress
Guarda tutte le 5 immagini
La ‘Fashion Valley’ è arrivata alla fine?
4 mesi fa Kering pronta ad abbandonare il Ticino? Forse sì
4 mesi fa Dopo aver pagato, Kering delocalizzerà?
4 mesi fa La moda “una solida realtà”? «È arrivato il momento di fare chiarezza»
4 mesi fa Kering: contenzioso chiuso. Pagherà 1,25 miliardi
Commenti
 
Billy Fully HD 3 mesi fa su fb
mai sentita nominare sta kering, poi pare che son tutti frontalieri, se traslocano in italia va bene. Ormai tutte le ditta ristrutturano e licenziano per trasferirsi e spende meno
Laura Santinato 3 mesi fa su fb
Un grazie ai politici che hanno permesso tutto questo!😡
seo56 3 mesi fa su tio
Saranno contenti gli ambientalisti e i Verdi... 400 vetture in meno che circoleranno sulle nostre strade
centauro 3 mesi fa su tio
@seo56 400 auto sulle restanti 63000 le strade saranno....... semi deserte!!!!
marco17 3 mesi fa su tio
"Gli animi crolleranno": siamo ormai al surrealismo informativo. Che cavolo vuol dire?
BillieJoe 3 mesi fa su tio
Questa è la conseguenza per tutte le volte che giornalisti e non gli hanno rotto le palle con polemiche e il resto... Mi aspetto che Plein faccia lo stesso, così vediamo poi cosa avranno i media da scrivere oltre che al sushi e alla pizza portati in ufficio... Magari d'ora in poi imparerete a scrivere di veri e reali problemi del Ticino, piuttosto di continuare a rompere chi i soldi li porta!!! Ora tutti i perbenisti e moralisti che hanno sempre avuto da ridire, piangeranno per gli 80 milioni persi... Avanti così popolo ticinese, si finirà come l'Italia avanti di sto passo!!!
GI 3 mesi fa su tio
previsioni "entro il 2022".....da chi a là, tant an nass, tant en mör..... Dubito che "buttino bellamente alle ortiche" tutti i loro investimenti... Con migliori aliquote fiscali in vista poi.....
jena 3 mesi fa su tio
NON CI VUOLE UN GENIO PER CAPIRE CHE FA PARTE DELL'ACCORDO FISCALE CON IL GOVERNO ITALIANO... altrimenti non pagavano poco piu' di 1 mia!
roma 3 mesi fa su tio
@jena ...quoto.
Tenderloin 3 mesi fa su tio
2011: Gucci sbarca a Santonino e invita i residenti: "Inviateci i vostri cv" - 2019: Io sto ridendo ancora adesso.
Alex Cava 3 mesi fa su fb
Curioso il silenzio di TOMBA di tutti i giornalisti, di fronte ai consiglieri di stato (ed ex), durante le interviste. Nessuno che faccia una riflessione sulle complicità del Ticino-Bene nella frode internazionale. Nessuno (a parte quelli di Falò, indirettamente).
Ctg 3 mesi fa su tio
400 auto in meno!!!!
marco17 3 mesi fa su tio
@Ctg Senza contare gli autocarri che facevano l'andirivieni tra Ticino e Italia soltanto per consentire al comune di S. Antonino di incassare più imposte. Per fortuna se ne vanno. È ora che il Ticino costruisca la sua economia su basi solide, non sulle speculazioni fiscali di finanzieri da strapazzo, con la complicità di avvocati e politici locali.
centauro 3 mesi fa su tio
@Ctg Con 400 auto in meno rispetto le restanti 63000 le strade saranno........ semi deserte!!!!
Um999 3 mesi fa su tio
@marco17 Allora dovresti chiudere l’80% della Svizzera.....
centauro 3 mesi fa su tio
@marco17 Hai appena avvallato la perdita di 80 milioni di contributi! Sei felice per aver visto un'azienda andarsene e speri un Ticino con una economia sana e solida! ahahahahahah......rivogliamo il circo Orfeiiiiiiii!!!!!
koalaboss 3 mesi fa su tio
@tazgana ti quoto! Almeno abbiamo un po’ di traffico in meno??
centauro 3 mesi fa su tio
@koalaboss Ci crediamo tutti!!!
Bandito976 3 mesi fa su tio
Oh come corrono i sindacati! Io sarei per l’abolizione degli stessi, visto che tanto difendono i diritti solamente a favore dei non residenti
tazgana 3 mesi fa su tio
un po di traffico in meno
centauro 3 mesi fa su tio
@tazgana Ci crediamo tutti!!! le strade saranno tipo la Route 66 miglia e miglia senza vedere veicoli.........ahahahahah
dan007 3 mesi fa su tio
Quanti di loro andranno in Italia solo i manager il personale di base resterà da noi in disoccupazione i frontalieri anche non abbandoneranno di certo il loro dentro di interessi
centauro 3 mesi fa su tio
@dan007 Un po' di punteggiatura?
Laura Santinato 3 mesi fa su fb
Un grazie ai politici che hanno permesso tutto questo!😡
mats70 3 mesi fa su tio
Non preoccupatevi. Siete frontalieri, un posto di lavoro in Ticino lo troverete sicuramente
albertolupo 3 mesi fa su tio
Dai che presto si libererà un bellissimo capannone a S.Antonino, proprio vicino ai binari del treno, che potrà ospitare le officine FFS...
Blobloblo 3 mesi fa su tio
@albertolupo Ottima idea! ??
F/A-18 3 mesi fa su tio
@albertolupo Hai già visto quanto è grande una locomotiva?uno spazio riservato ai treni non ha niente a che vedere con un capannone deposito anche se di notevoli dimensioni, al capannone Gucci potrebbe prendere residenza l'onorevole Vitta , Zali potrebbe invece farci una pista da rally, Gobbi invece un poligono di tiro ed invitare anche i non vedenti per evitare perlomeno l'autoeliminazione, Beltraminelli potrebbe fare l'arbitro a 35.- franchi all'ora ( vedi tariffe Argo1 ).
albertolupo 3 mesi fa su tio
@F/A-18 miiii…. era una battuta! Bisogna sempre spiegare tutto. A parte questo hai ragione: l'edificio di S.Antonino è lungo 250 m, mentre a Castione si prevede un edificio di 350 m, con altrettanta lunghezza fuori dal capannone. Poi immagino che ci sarebbero un sacco di altri problemi.
Brunommx 3 mesi fa su tio
Peccato che non si sia trovata una location in Ticino, il contract logistic italiano in questo momento non è la soluzione migliore, basta visitare i siti dei sindacati USB e SICOBAS per capire meglio cosa sta succedendo nella terziarizzazione logistica in Italia, il recente parziale commissariamento di uno dei big della logistica rende poi l'idea di quale è orientamento dei tribunali italiani, io dal Ticino non mi muoverei proprio.....
Equalizer 3 mesi fa su tio
Vediamo come si supportano tra italiani datori di lavoro e italiani dipendenti. :)
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-15 12:48:18 | 91.208.130.86