Cerca e trova immobili

CANTONEIl Ticino nel 2045? Spopolato e pieno di case vuote

29.10.18 - 09:00
Emigrazione in aumento: le ipotesi demografiche sono «da rivedere» al ribasso, secondo l'Ustat. Con quali conseguenze?
DEPOSIT
Il Ticino nel 2045? Spopolato e pieno di case vuote
Emigrazione in aumento: le ipotesi demografiche sono «da rivedere» al ribasso, secondo l'Ustat. Con quali conseguenze?

BELLINZONA - Il futuro cambia di continuo. E il Ticino del futuro sarà un po’ diverso – probabilmente – da come ce lo aspettavamo. Le ipotesi pubblicate due anni fa dall’Ustat davano il Cantone in crescita demografica: nel 2040 gli abitanti sarebbero aumentati di 61mila unità, a 415mila. Un dato confortante per economisti e politici. E invece no. 

Inversione migratoria - Il contrordine arriva direttamente dall’Ustat. Ed è dovuto a un trend inaspettato registrato negli ultimi cinque anni. «C'è stato un cambiamento nell'andamento migratorio» spiega l’esperto Danilo Bruno, che all’Ufficio di statistica si occupa di scenari demografici. Dal 2013 a oggi, osserva, «l’immigrazione ha avuto dei rallentamenti, mentre è aumentata l’emigrazione verso l’estero e la Svizzera interna: ad andarsene sono soprattutto i giovani».

Scenari da rivedere - Un trend «consolidato» a cui se ne aggiunge un altro: il calo del "saldo naturale" e l’aumento dei decessi. Se l’andazzo sarà confermato – come tutto fa pensare – nei prossimi due anni, l’Ustat dovrà rivedere al ribasso le ipotesi.

Popolazione in calo? - «Lo scenario più realistico al momento è quello di un aumento minimo» spiega Bruno. «Ma quasi certamente dovremo ipotizzare anche lo scenario di un calo della popolazione rispetto alle proiezioni attuali». Di quanto, è presto per dirlo. «Si tratta di scenari basati su ipotesi» precisa l'Ustat. Ma tanto basta a sparigliare le carte in tavola.   

Un cantone di case vuote - Davanti alla prospettiva di un Ticino meno popolato, a preoccuparsi sono soprattutto i padroni di casa. «Il rischio, se verrà confermato il trend in corso, è di ritrovarci con un Cantone di case vuote» avverte Renata Galfetti.

«Ma si continua a costruire» - Per la segretaria regionale della Camera ticinese dell'economia fondiaria (Catef) al calo della pressione demografica «dovrebbe corrispondere un calo degli investimenti immobiliari» ma questo non è finora accaduto. «Al contrario: grandi fondi e investitori medio-piccoli continuano a costruire in Ticino, a piene mani. La conseguenza? Livelli di sfitto preoccupanti, nel Luganese, a Chiasso e ancor più nel Sopraceneri. Il danno potenziale per l'economia non è da sottovalutare. Occorre intervenire al più presto».     

E le pensioni? - Un altro interrogativo che sorge spontaneo: in un paese sempre più vecchio, e con meno lavoratori, chi pagherà le pensioni? «In realtà, da molto tempo il nostro Cantone registra volumi di rendite superiori ai contributi prodotti sul nostro territorio» chiarisce Siro Realini dello Ias. 

«Ricorreremo all'Iva» - Per fortuna però, l’Avs è gestita a livello federale. E Berna ha messo in conto che in futuro servirà un “aiutino”. «Ci si sta preoccupando di garantire all'assicurazione un assetto finanziario adeguato che consenta di gestire l'imminente carico economico delle rendite che occorrerà erogare agli assicurati nati fra il 1955 ed il 1965. Volendo evitare d'intervenire sulle aliquote, sul fronte contributivo ci si orienta a confermare il ricorso ad un finanziamento indiretto tramite una parte dedicata dell'Iva» continua l'esperto.

«Serve economia forte» - E l'assicurazione quando passerà nelle cifre rosse? «Secondo alcuni autorevoli studi, ciò dovrebbe avvenire al più tardi a partire dal 2025. Considerato che la parte essenziale del gettito contributivo è comunque coperta dagli alti livelli salariali che la nostra economia è in grado di esprimere – conclude Realini – occorrerà  verificare se questi resisteranno alle pressioni esogene e come evolveranno nei prossimi 30 anni. Per superare la sfida occorre ritornare ad avere risultati positivi. Per arrivarci serve un'economia fortemente competitiva, che sappia indirizzare la propria azione verso i segmenti di mercato a maggiore valore aggiunto».  

 

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

siska 5 anni fa su tio
Finalmente qualcuno, come il sig. Simone Saladino, l'ha detta propio giusta, chiara e piena di verità. Sig. Saladino non si preoccupi quando un popolo come quello ticinese continua a votare i medesimi politici, ha votato contro una cassa malati unica ha votato per l'auto-tassazione quindi ama auto-tassarsi, non si oppone giustamente iniziando a far sentire la voce grossa inerente e contro alle esorbitanti fatture dei premi di cassa malati (intanto la politica locale non fa nulla!!), quando vuole auto-distruggersi facendo le scarpe all'altro insomma un +1 contro l'altro (osservi le prossime votazioni del 25 novembre 2018...poi vedrà cosa il popolo voterà) non c'é nulla che si possa sperare per far sì che ci sia una consapevolezza che la maggior parte degli imprenditori chiama personale frontaliere....ma qui nessuno l'ha compreso! Io si e da un pezzo!

streciadalbüter 5 anni fa su tio
@limortaccituoi:e quelli di tu nonno.

Nicklugano 5 anni fa su tio
Risposta a streciadalbüter
Condivido in pieno

dan007 5 anni fa su tio
Risposta a Nicklugano
La Svizzera ha sempre orientato la sua politica nell agevolare l’accoglienza dei ricchissimi ma deve attuare una politica sociale rivolta alle famiglie che sono penalizzate certamente in altri paesi e peggio ma nel nostro c’è la possibilità di farlo bene e subito i nostri giovani emigrano e al suo posto prendono un frontaliero Societa gestite da stranieri non certo alla svizzera tedesca come 20 anni fa tutto si sta evolvendo a scapito della Swiss attitude che sta scomparendo

moma 5 anni fa su tio
Lavoro dal mattino alla sera, ora dalle stelle alle stelle come tanti. Ogni tanto ho il tempo di scribacchiare qui, come tanti. Guadagno quello che mi serve e pago di tutto e di più. Un conoscente straniero, che ora lavora e vive da noi, mi ha detto; benedico il giorno che sono riuscito a venire qui da voi, chi si lamenta dovrebbe emigrare per capire. Io lo capisco come lo dovrebbero capire tanti ganasa.

F/A-18 5 anni fa su tio
Risposta a moma
Si, ma non hai ancora detto che lavoro fai...., ti faccio un'esempio, se ti ammali stai a casa a curarti? Si? Ecco, io no perché non posso permettermelo e come me tanti altri che se stanno a casa hanno pesanti ripercussioni .

moma 5 anni fa su tio
Risposta a F/A-18
Posso curarmi se mi ammalo. Se non puoi curarti, non va bene. Hai il diritto di curarti come me e tanti altri. Mi dispiace. Trovo però strano che è cosi per te.

flowerking 5 anni fa su tio
Non sappiamo cosa capiterà domani ma gli esperti dell'Ustat sanno già ora come sarà il Ticino nel 2045! Cose dell'altro mondo, anzi... cose da veggenti

Danny50 5 anni fa su tio
Da qui a lì può capitare di tutto. Se solo metà dei frontalieri prendesse Residenza con famiglia si incrementerebbe la popolazione di almeno 60’000 abitanti

Liberopensiero 5 anni fa su tio
Ottimo! Ci sara un po’ piu di spazio.

limortaccituoi 5 anni fa su tio
Importazione di aziende fuffa con sgravi fiscali indecenti, speculazione immobiliare allarmante, salari più bassi della svizzera e dulcis in fundo il potere in mano ai leghisti. Come fa un giovane a non scappare da questo cantone se ne ha la possibilità?

Canis Majoris 5 anni fa su tio
Ringraziamo la lungimiranza degli scorsi e attuali politici che ci hanno regalato ai frontalieri e le schifose aziende italiote che sono venute qui creando solo traffico e dumping salariale! Rivotateli mi raccomando, e votate no all'iniziativa udc, cosi Bruxelles ci ordinera anche la colazione a letto, e noi svizzerotti ignoranti dovremo metterci sempre a 90 gradi! Anche gli accordi bilaterali hanno riempito di soldi chi gia li aveva.. noi del ceto medio siamo come i dinosauri se andiamo avanti cosi: mai un aumento salariale e costi sempre più alti... ovvio che tutti scappano dal Ticino

Gus 5 anni fa su tio
"L'imporante è esagerare!" diceva una canzone che si adatta anche a questo articolo

pegi 5 anni fa su tio
Accettare un tipo di vita non vuol dire esserne felici...si accetta qualcosa perché non si conosce null'altro oppure perché non si ha voglia o coraggio di guardare oltre.....tu finisci di dado che il problema è trovare il posto dove si sta meglio....io invece penso che non esista quel problema....esisti tu con quelli che ti crei....

comp61 5 anni fa su tio
Ah ma i frontalieri non ci aiutano con le pensioni? Non sono una risorsa???

elvicity 5 anni fa su tio
Già piove.. (e meno male) e poi arrivate anche voi con queste notizie tanto per tirare su di morale.

cambiamainagota 5 anni fa su tio
io so che oggi sono al lavoro domani vediamo leggere queste statistiche sulle previsioni al 2045 con talmente tante variabili che possono modificare le previsioni mi fa sorridere. Oltretutto mi chiedo che senso abbiano, sono costose e non portano mai nessuna "soluzione" in caso di previsione negativa (come in questo caso) A questo punto faccio anche io una previsione (la faccio gratuitamente). Il Ticino del 2045 sarà un cantone di vecchi, ci saranno solo case anziani (per il clima e lingua attireremo i benestanti svizzero tedeschi e italiani)......

limortaccituoi 5 anni fa su tio
Risposta a cambiamainagota
Gli studi servono a creare ed accumulare conoscenza per fare delle previsioni in modo da non arrivare impreparati.Per fare questi studi serve competenza e soprattutto un metodo scientifico che purtroppo non viene seguito alla lettere nei bar e nelle osterie ticinesi, veri e propri calderoni di idee geniali e proposte rivoluzionarie.

moma 5 anni fa su tio
La gente va dove c'è il benessere. La Svizzera e il Ticino sono il benessere. Semplice.

F/A-18 5 anni fa su tio
Risposta a moma
Chiedilo agli 8000 disoccupati od agli altrettanti a carico dell'assistenza oppure alle decine di migliaia di frontalieri che si fanno 12/14 ore fuori casa per un salario, se pur dignitoso se rapportato alla loro realtà, poi torna e riferisci al mondo di Tio quello che ti hanno risposto. Vai e facci sapere, siamo curiosi.

Pepperos 5 anni fa su tio
La bolla immobiliare è dietro l'angolo.

ugobos 5 anni fa su tio
il problema grossissimo di sto cantone è che non ce nessuno votabile. I verdi sono un disastro, la lega ppd liberali sono la stessa cosa, i socialisti hanno solo idee di come far pagar più tasse a chi s impegna mentre danno l assistenza a chi non ha voglia di farne. l' ho trovo scandaloso. ci vuole una crisi per cambiare un po le cose in sto cantone. altrimenti puo solo peggiorare

Tato50 5 anni fa su tio
Sarà un Cantone di case vuote ? Avanti allora con le case chiuse, almeno quei pochi che restano si divertono ;-))

Tato50 5 anni fa su tio
Cavolo, che peccato, sarò già morto ;-))

Mattiatr 5 anni fa su tio
Risposta a Tato50
Io invece se tutto va bene andrò in giro con un SUV così da farci stare tutta la spesa :-D

Mattiatr 5 anni fa su tio
Risposta a Tato50
Tranquillo, da bravo montanaro quale sono sarà un viaggio rock a base ACDC. Prima tappa caseificio così mangiamo e poi un bel tour di tutta la Svizzera.

Tato50 5 anni fa su tio
Risposta a Mattiatr
Mangiamo ? Non vorrai mica aprire l'urna. Fai così, portami in Cadagno dove ho passato i 45 anni più belli della mia vita ;-)) Non fare però come uno che aveva la cascina accanto, con mio padre, che da anni tenevano l'urna di un loro amico ex coinquilino, che aveva espresso il medesimo desiderio. Una sera, giocavamo agli Jass e naturalmente ci abbiamo bevuto su qualcosa, forse lui troppo. È uscito in riva al lago a spargere le ceneri e c'era un vento contrario che non ti dico. Quando è rientrato era come uno spazzacamino ;-))

Mattiatr 5 anni fa su tio
Risposta a Tato50
Ah tranquillo sono piuttosto furbo. Io bucherei il vaso, cannuccia e via. Penso che la fondue e la raclette ci passerebbero mica male. Finita la cena silicone e tutto più sigillato di prima.

Tato50 5 anni fa su tio
Risposta a Mattiatr
Sei di un'umanità fuori dal comune ;-)))

matteo2006 5 anni fa su tio
Non tutto il male viene per nuovecere il cittadino che ci vive, più spazio e pace, stiamo aumentando molto, troppo rapidamente e stiamo iniziando ad essere in troppi per i miei gusti. Siamo in troppi, 30 anni fa era tutto un altro vivere c'erano anche 100'000 persone in meno, e non è poco oltre all'aumento di altre persone che circolano su territorio; più equilibrato più a misura d'uomo, tutto quanto la gente adesso richiede dopo il boom degli ultimi 30-40 anni dove la globalizzazione ne ha fatto da padrone incontrastato la gente è stufa e vuole tornare a vivere in un posto più calmo e questo è un trend che si può riscontrare in praticamente ogni parte del mondo. Bene anche gli organi ufficiali con tanto di cifre stanno ne più ne meno confermando quanto si dice da almeno una decina di anni (forse anche 20) a questa parte.

Um999 5 anni fa su tio
Risposta a matteo2006
Boh io nonna dove tu vivi in Ticino per dire che è caotico o frenetico (leggo tra le tue righe), qui l’unico caos è dato dal traffico perché tolti gli orari di punta in alcune strada per il resto è già un mortorio in lungo e largo per il Ticino, poi se tu desideri proprio atmosfera da cimitero all’ora è un’altra storia. Non voglio criticare ma la realtà della vita nei nostri paesi (per favore non dire città) è questa .. praticamente appiattita con qualche picco tipo elettrocardiogramma.

matteo2006 5 anni fa su tio
Risposta a Mattiatr
Se vuoi fare bisboccia prendi il treno e via in poche ore sei a zurigo o milano o dove vuoi. I giovani scappano ma ritorneranno se troveranno un Ticino come lo hanno lasciato altrimenti rimarrà chi ci sta bene. Motorette che fanno baccano? tocchi un tasto semi dolente ma che ho sempre accettato. Ho appena cambiato domicilio ma nel mio precedente dove vivevo in campagna (vivo ancora in campagna e in città non ci torno) c'era sempre sto ragazzetto con la sua motoretta che cambiava tutte e 5 le marce in 15 metri precisi misurati e confermati (ahahah) lo sentivi partire da casa 1 km da casa mia e lo sentivi in fondo al paese 3 km dopo, velocità di punta 37km/h (andavo più veloce con il mio puch senza modifiche) ma un baccano che immagino tu conosca. Non ho mai capito come potessero essere omologate certe motocarrette. Ti dico che mi è venuta voglia di riprendere la mia vecchia honda civic con scarico diretto e tutte le sere passargli sotto casa e non sarebbe nemmeno servito che ci dessi dentro con il gas per fargli capire che un po dava fastidio e quanto meno poteva evitare di passare via ogni volta cambiando le marce al limite; unico motivo per cui ho sempre sorvolato cosciente che anche io ai sui tempi a 16 anni avrei fatto probabilmente lo stesso.

matteo2006 5 anni fa su tio
Risposta a Um999
Mi ricordi l'articolo di un dj ticinese che lamentava che qui da noi non c'è "movida" e lui ha deciso di andarsene; ma gente così chi le interpella per scrivere e rispondere su tio? Se vuoi la "movida" un Ticinese in 1 ora e poco più sei a Milano o zurigo con tutta la vita cittadina che vuoi, il mondo non può essere tutta una discoteca oppure viene definito mortorio. Comunque basta andare sul calendario delle attività in estate ci sono almeno 10-15 attività ricreative ogni week end per tutti i gusti certo non trovi papete beach ogni venerdì e sabato sul ticino anche se fanno delle feste del genere di tanto in tanto; per divertirsi ce n'è basta volerlo e non solo essere gelosi che qui e la e su e giù fanno questo o quello e sono più bravi. Inoltre smettiamola di vendere il Ticino per un cantone morto o che non è per giovani solo perchê all'apparenza mancano attività, come detto in estate è pieno di attività basta volerci andare e non lamentarsi o guardare sempre all'erba del vicino come più verde. :-)

ugobos 5 anni fa su tio
bhe con i politici che abbiamo è normale che i giovani se ne vanno. gia quando fanno i comizzi serali più che litigare e sparar cretinate non fanno. delle loro beghe non ce ne frega niente. Con l albo lia avete toccato il fondo. e li proprio i giovani avete colpito per fortuna che ve l hanno bocciata. ma niente continuate ancora per trovare alternativa. di sto passo le cose possono solo peggiorare. ogni 2 per 3 nuove leggi. paghe assurde per chi non lavora. e chi veramente tira avanti il cantone fa la fame. l 80 % dei lavoratori del cantone municipi e scuole sono inutili!!!

falcodellarupe 5 anni fa su tio
tranquilli, arriveranno gli extracomunitari e gli immigrati ad occupare le case vuote....sarà un problema per la lega, ma la storia ci insegna e l'umanità continuerà il suo percorso nei secoli.

F/A-18 5 anni fa su tio
Per fare un'esempio concreto pensiamo a Campione d'Italia, fin che c'era il casinò tutto funzionava e per trovare casa bisognava pagare profumatamente, ora scappano tutti o lo faranno a breve, per Lugano e dintorni sta proprio succedendo la stessa cosa, fin che c'era il segreto bancario ere tutto un movimento, ora certi soldi non ci sono più e chi può, come vado a dire da tempo, se ne va al caldo dove vive con molto meno e se la gode, qui da noi rimangono i disoccupati, gente in'assistenza, gli anziani (vedasi quante case per anziani stanno sorgendo), famiglie con prole che almeno usufruisce di istruzione gratuita, poi chissà....., qualche riccone fino a quando una qualche legge di sinistra gli farà levare il didietro è tutta la schiera di dipendenti pubblici, leggasi maestri, infermieri, dottori, farmacisti, psicologi(ne servono sempre di più visto la tendenza della gente a sclerare per un nonnulla), operatori ecologici, più gli amici degli amici, quelli non si schioderanno mai perché la pappa pronta l'avranno sempre, non voglio fare i nomi ma basta vedere sui cartelloni dei lavori pubblici, sempre gli stessi.

streciadalbüter 5 anni fa su tio
Il Ticino é un Cantone intasato.Meno abitanti e si vivra`meglio.

limortaccituoi 5 anni fa su tio
Risposta a streciadalbüter
Complimenti per la lucidità e la lungimiranza.

Lourmarin 5 anni fa su tio
Si infrange il sogno di Zali di un Cantone di mezzo milione di abitanti ! La notizia non stupisce. Il Ticino sta diventando la peggior regione svizzera. Disoccupazione per i residenti, occupazione mirata per non residenti, traffico assurdo, mobilità difficile, trasporti pubblici e mobilità dolce spesso carenti, sempre meno verde per lasciare spazio sia a capannoni e logistica tanto cara a Masoni e Vitta, sia a residenze che restano vuote, centri urbani che si spopolano anche a causa degli affitti elevati, inquinamento dell'aria in aumento, politica che parla e promette ma poco realizza, e identità ormai persa o svenduta a una marea di venditori di fumo. Scenario esagerato? Forse... Ma se non si porrà limiti a questo genere di sviluppo lo spopolamento è assicurato. Chi mai vorrà o potrà restare in un Cantone così diventato?

Nicklugano 5 anni fa su tio
Risposta a Lourmarin
È triste dover condividere uno scenario così, ma non vedo dove sbagli….

Equalizer 5 anni fa su tio
Risposta a Lourmarin
Non potevi descrivere meglio quello che è anche il mio punto di vista.

york11 5 anni fa su tio
Risposta a Lourmarin
È la cruda descrizione della realtà ticinese, ormai abbiamo (hanno) superato il punto di non ritorno, basta vedere com'è ridotto il territorio di fondovalle. Il tuo post sarebbe da copiare ed incollare in cima all'articolo.

vedeggio 5 anni fa su tio
Risposta a Lourmarin
"Chi mai vorrà o potrà restare ?" DOVRANNO restare i poveri disperati che non avranno possibilità di scelta. Avranno comunque tutto il tempo per meditare su chi avevano messo a governare.

Lourmarin 5 anni fa su tio
Risposta a york11
Grazie. Purtroppo non si può copiare. Comunque non ho scritto nulla di nuovo. Sono cose che ripeto, scrivo e denuncio da anni. Ma a quanto pare serve poco. Qui se non fai parte dei noti amici di noti non ti lasciano nessuna visibilità. Eppure il degrado è sotto gli occhi di tutti. Ma fa l'interesse di pochi
NOTIZIE PIÙ LETTE