Giacomo alla sua nuova scrivania
ULTIME NOTIZIE Ticino
LUGANO
1 ora
Il giorno dopo la manifestazione: «L’autogestione? Una realtà viva»
LUGANO
3 ore
A Lugano una notte tropicale da record
SONOGNO
3 ore
Un Pentathlon del boscaiolo baciato dal sole
CANTONE
4 ore
Tom Ford Distribution, «che dazi si applicano sui tessuti in Ticino?»
LOCARNO
5 ore
Un'auto ed un quad si scontrano nella rotonda dell'aeroporto, un ferito
CANTONE
7 ore
Edifici industriali dismessi: «I sussidi non bastano»
LUGANO
8 ore
La manifestazione dei molinari si è svolta «in maniera prevalentemente pacifica»
LUGANO
10 ore
Porte aperte all'aeroporto, tutti col naso all'insù
MASSAGNO
23 ore
È partito "Percorsi consigliati casa-scuola"
VEZIA
1 gior
I Giochi tradizionali svizzeri alla Tenuta Bally
LUGANO
1 gior
Fumogeni e insulti sotto lo stabile della Lega e contro la Polizia
CHIASSO
1 gior
Incidente di caccia: parte un colpo, muore un 50enne
LUGANO
1 gior
Oltre 500 «contro l'oppressione e il nulla che avanza»
BRISSAGO
1 gior
Incendio di un'abitazione, due persone intossicate
LUGANO
1 gior
Puigdemont a Lugano: «Siamo delusi dalla vigliaccheria dell’Unione europea»
CANTONE
08.09.2017 - 08:090
Aggiornamento : 08:51

«Ecco perché ce ne andiamo dal Ticino»

Iniziano i corsi universitari: abbiamo seguito quattro studenti ticinesi che si sono trasferiti fuori cantone. Un po' per scelta, un po' per necessità

BELLINZONA - Le vacanze sono finite (un po' più tardi) anche per loro. È iniziato in questi giorni l'esodo degli studenti ticinesi verso le città d'Oltre Gottardo, valige alla mano e pacchi del trasloco nel baule dell'auto. Sono circa 5mila quelli che, secondo stime del Decs, ogni anno lasciano il Ticino per studiare nel resto della Svizzera o all'estero. Un dato in continuo aumento.

La classifica - In testa alla classifica svizzera - vedi allegato - c'è l'università di Friburgo (931 studenti ticinesi nello scorso semestre) seguita dal Politecnico di Zurigo (707) dall'università di Losanna (652) e di Zurigo (649). «I dati relativi al semestre che sta per iniziare arriveranno solo a ottobre» spiega Aris Mozzini dell'Area studi universitari (Asu) del Decs. Un'idea sul fenomeno però ce la si può fare parlando con i diretti interessati. Abbiamo intervistato quattro di loro per capire cosa c'è dietro questa fuga (temporanea?) di cervelli. 

700 franchi in centro - Il viaggio comincia da Zurigo e proseguirà, nelle prossime puntate, a Friburgo, Berna e Milano. La città sulla Limmat - sommando Ethz e Uni - è la meta più gettonata dagli studenti ticinesi. Giacomo, 20 anni di Bellinzona, è appena arrivato in città per studiare geografia. Sta concludendo in questi giorni il trasloco con due amici (ticinesi) in un tre locali nella centralissima zona Bellevue. Costo: 700 franchi a testa per una singola, incluso internet e acqua.

Grazie al passaparola - «Ci è ancora andata bene. La ricerca è stata dura, siamo venuti 5 volte negli ultimi due mesi e ogni volta c'era da fare la fila, inviando la candidatura e affrontando un colloquio» racconta il 20enne. «Alla fine abbiamo trovato grazie a un passaparola tra mamme».

L'associazione - Anche Nina Zeiger dell'Astaz conferma che «il tema della casa è il più problematico». L'Associazione degli studenti ticinesi a Zurigo si occupa di tutto «dall'organizzare feste ai consigli sulla burocrazia universitaria. Gli studenti quando arrivano sono un po' smarriti».

«Stringiamo la cinghia» - Giacomo mette in conto di spendere 500 franchi al mese per tempo libero, cibo, varie ed eventuali. «Certo dovremo un po' stringere la cinghia, qui è tutto carissimo ma credo ne valga la pena». La prima impressione? «Ottima. Città comoda e vivace. Perché ho lasciato il Ticino? In realtà non sono così lontano. Con Alptransit sono a Bellinzona in 1 ora e 45».        

Ingrandisci l'immagine
Commenti
 
Pascale Passera 2 anni fa su fb
O non riesco a leggere l'articolo intero, o ne manca un pezzo oppure ho letto male io... non leggo i motivi dei giovani che hanno dato per la loro scelta di uscire da Cantone per studiare, come invece sembrerebbe dal titolo.
Ian Weiss 2 anni fa su fb
scrivi all'autore Pascale di fare un altro mestiere o tornare alle medie...????
Ivana Kohlbrenner 2 anni fa su fb
la solita storia NON si vuol vedere l'elefante ma si vede il Topolino...
Claudia Fiore 2 anni fa su fb
Se vogliamo dirla tutta non solo studenti se ne vanno ma anche mota altra gente non più studente
Mariantonietta Lettieri 2 anni fa su fb
Il Ticino offre troppo poco, ecco qual è il motivo per cui la stragrande maggioranza degli studenti È OBBLIGATA ad andare oltralpe. Tra questi sicuramente ci sarà qualcuno che "non vede l'ora di abbandonare il Ticino" ma buona parte lo fa per NECESSITÀ. E credetemi che "integrarsi" nella svizzera tedesca non è affatto facile.. pensate, lasciare il Ticino con conoscenza (abbastanza scarsa) del tedesco.. e poi si arriva a Zurigo, Berna, San Gallo o non so io dove.. e cosa parla la gente comune? Svizzero tedesco.. il primo mese è davvero uno shok.. non dico sia impossibile integrarsi.. ma quasi.. Io adoro il Ticino, ad averne avuta la possibilità non me ne sarei andata.. però la verità è che è adatto soltanto per "far vacanza", non ti dà un grande futuro.
Laura Tedino 2 anni fa su fb
Finalmente un commento saggio..... Già.... Integrarsi non è cosa semplice e chi fa questa scelta dovrebbe essere solo incoraggiato e rispettato...
Bruna Bralla 2 anni fa su fb
L'integrazione dipende da noi mio papà ha lavorato tanti anni a Zurigo e vi si trovava benissimo , mio figlio ha studiato li e non ha avuto problemi c'è anche chi non riesce nemmeno ad integrarsi dove è nato e dove continua a vivere , dunque...
Gladys Jelmini 2 anni fa su fb
Gia' non facile, ma non impossibile...il territorio lo vivi e la gente magari ti guarda un po' con diffidenza, pero' finora io posso parlarne bene anche se alle prime armi...perche' se li rispetti, ti rispettano. Sono d'accordo con Bruna. La difficolta' iniziale puo' essere la lingua, ma una volta che sei integrato e la parli, rispetto al Ticino ti si aprono molte piu' possibilita' che qui.
Lucrezia Novelli 2 anni fa su fb
Laura Tedino ma vede che lei continua a fraintendere o fare commenti non pertinenti, nessuno ha mancato di rispetto ai ragazzi che per necessità devono andare a studiare in altri cantoni anzi, rilegga il suo primo commento, è stata lei a dare addosso a tutti
Bruno Realini 2 anni fa su fb
per fortuna che la lingua la so da sempre, rimpiango di non essere salito 10 anni fa!
Jasco Besic 2 anni fa su fb
Non c'è un cazzo di lavoro in Ticino. SVEGLIA
Hardy 2 anni fa su tio
Mi sarebbe piaciuto studiare oltre Gottardo ma per motivi diversi (finanze, dubbi su che cosa studiare) alla fine sono rimasto a studiare in Ticino. È indubbio che un periodo di studio e lavoro lontano da casa arricchisce, ma pazienza. L'esperienza di studio in sé non è stata delle migliori ma alla fine l'ho conclusa e in seguito, dopo varie esperienze lavorative temporanee, ho avuto la grande fortuna di trovare un lavoro che mi piace tantissimo. Penso che uno vada a studiare non solo per scoprire luoghi nuovi ma anche perché in Ticino non trova una formazione che gli interessi: in tal caso, se ha la possibilità, è giusto che se ne vada. E quando ho tempo mi piace viaggiare all'estero, quello che non ho potuto vivere da studente cerco di viverlo ora e devo dire che mi piace.
castigamatti 2 anni fa su tio
secondo me i giovani sono felici di partire dal Ticino. Io sono partito a 20 anni e mi son goduto i più begli anni fuori dal Ticino. Impari a vivere e a crescere (in tutti i sensi)
bobà 2 anni fa su tio
... fa soltanto bene! Si impara a crescere! (tenere ordine, cucinare, lavare (stirare non credo proprio), risparmiare e sopratutto, si impara un altrra lingua)
Milena Pozzi 2 anni fa su fb
Peccato che un bel Cantone come il Ticino costringa la gente a fare le valigie poiché il futuro è sempre più buio.. troppa disoccupazione,Zero prospettive :-(
Davide Motta 2 anni fa su fb
Certo, per avere l USI come scelta tanto vale...
Yon Kant 2 anni fa su fb
Ciao, ti dispiacerebbe argomentare la tua posizione?
Davide Motta 2 anni fa su fb
Yon Kant la qualità di questa università è quella che è... quindi la gente va via, è semplice.
Yon Kant 2 anni fa su fb
Perdonami, non voglio andare contro la tua opinione, ma da quello che risulta nell'ambiente accademico l'USI è una buona università. Il numero di dottorandi, il numero di studenti, d'investimenti pubblici e privati è in continua crescita. E parlando della facoltà d'informatica (che è quella che meglio conosco) posso dirti che ci sono molti nomi importanti dell'ambiente, progetti importanti e la ricerca (qualità e quantità) è molto riconosciuta a livello internazionale. Poi, certo, è un'università molto giovane e c'è molto da migliorare, ma eviterei di dire che non è una buona università.
Davide Motta 2 anni fa su fb
Yon Kant si magari hai ragione, ma la qualità oltre gottardo è molto migliore avendo alcune delle migliori università al mondo; riferendomi all'articolo è quindi normale che vanno via; per non parlare dei costi.
Yon Kant 2 anni fa su fb
Su questo non posso non darti ragione, scuole come ETH e EPFL sono il top al mondo. Ma sono scuole con una lunga storia che si sono fatte negli anni. Dubito che dopo 20anni della sua fondazione l'ETH avesse la popolarità che l'USI si ritrova. Io penso più che il ticinese medio preferisce andare oltre Gottardo anche per farsi un'esperienza di vita. Alla prossima!
Aral Dastan 2 anni fa su fb
.
Valentina Gjorgjieva 2 anni fa su fb
Se ne vanno perché non trovano lavoro! Prima i frontalieri poi questi poveri ragazzi che sono costretti andare via di casa ???
Bruna Bralla 2 anni fa su fb
Valentina non sono costretti , quelli che vanno oltre Gottardo lo fanno perché sanno che li ci sono le scuole migliori , lo so per esperienza
Valentina Gjorgjieva 2 anni fa su fb
Certo Bruna Bralla ci mancherebbe. Ma tanti sono costretti perché non trovano niente. Qui ci sono tantissimi ragazzi/e che hanno studiato e non trovano un impiego. È triste
Bruna Bralla 2 anni fa su fb
Valentina Gjorgjieva mio figlio ha studiato a Zurigo , ( ETH , una tra le migliori al mondo , ecco perché anche i ticinesi se possono studiano li ) vi ha lavorato diversi anni , ha sentito la nostalgia del Ticino ed è tornato qui e ci lavora
Lucrezia Novelli 2 anni fa su fb
Valentina Gjorgjieva qui non ci sono scuole adatte, quando esci dalla quarta media iniziano i problemi. Se hai la media (cosa piu' discriminante non esiste) e decidi di fare le scuole superiori o fai il liceo o non hai altre alternative interessanti. Non esistono maturità professionali
rosi 2 anni fa su tio
da sempre si esce dal Ticino per studio o lavoro. Esperienze nuove, culture diverse, modi di vivere differenti che aiutano poi sia nelle attività lavorative future che per la vita quotidiana.
Lourmarin 2 anni fa su tio
@rosi Nonostante i commenti e i dubbi dei lettori tio mantiene il titolo forviante. Dal titolo ci si aspetta di trovare altro nell'articolo
bobà 2 anni fa su tio
@Lourmarin si, hai ragione, ma dopo 15 " si capisce subito di cosa si tratta. se sei qui a scrivere, probabilmente l'articolo ti interessava
Cristi 2 anni fa su tio
Tanto di cappello a tutti quelli che vogliono aprire la mente, sia dal punto di vista della lingua, che dal punto di vista della cultura e mentalità. Il Ticino in questo delicato momento offre veramente poco ai nostri giovani (e non solo).
Stephan Kesslinger 2 anni fa su fb
Fanno bene: Ticino cantone inutile.
Bruna Bralla 2 anni fa su fb
No non è un cantone inutile , è diventato il rifugio di troppa gente inutile
Stephan Kesslinger 2 anni fa su fb
Gente inutile ne abbiamo a iosa, come la Lega e l'UDC, che propongono iniziative come "prima i nostri" e poi hanno le aziende piene di frontalieri.
Lucrezia Novelli 2 anni fa su fb
Bruna Bralla gente inutile? non direi, voi siete incavolati solo con chi viene qui a lavorare
pulp 2 anni fa su tio
In generale, trovo che sia una buona idea per i ticinesi di andare oltre gottardo per studiare: a parte il costo, si impara una lingua (per davvero perchè la scuola ti da solo le basi...) ed inoltre si impara a vivere - lavare, cucinare, pulire l'appartamento.... insomma tutte cose meno "accademiche" ma che servono per lo sviluppo della persona a 360 gradi.
miba 2 anni fa su tio
@pulp Ciao pulp, pienamente d'accordo con quanto hai scritto. Quello che mi lascia qualche dubbio è la precisazione della redazione...speriamo che con Friburgo, Milano e Berna non ripeta quello che è stato per Zurigo (l'articolo sarebbe veramente interessante se effettivamente si arrivasse a sentire le ragioni per le quali i nostri studenti si recano oltre Gottardo ed all'Estero)
tormar68 2 anni fa su tio
Ma cosa vuoi che offre il Ticino??? Non si campa solo con il sole! Smettiamola di fare i paesanotti, e svegliamoci se vogliamo essere competitivi con il resto dei Cantoni. Sempre a piangersi addosso. Il tempo delle vacche grasse é superato, ora bisogna rimboccarsi le maniche e pedalare per un futuro migliore. Tutti!! Se questi ragazzi hanno deciso di trasferirsi altrove, é un'esperienza che gli aiuterà a crescere. Non vedo cosa ci sia di strano.
red 2 anni fa su tio
Gentili lettori, la Redazione vi ringrazia per i vostri interventi. Con questo post proviamo a rispondere ad alcuni dubbi suscitati dal titolo dell'articolo, ed emersi nei commenti. L'articolo è il primo di quattro puntate dedicate al tema degli studenti universitari ticinesi che si trasferiscono fuori cantone per studiare. Dopo Zurigo passeremo a Friburgo, Milano e Berna (più una "capatina" all'Usi di Lugano). In ogni città abbiamo intervistato uno studente, parlando con ciascuno dei motivi per cui si sono trasferiti, e della loro nuova esperienza. Per ragioni di spazio non è stato possibile pubblicare tutto il materiale (storie e dati) in una volta sola! Per questo abbiamo pensato a una serie di articoli, che usciranno di qui all'inizio dell'anno accademico (fine settembre). È una soluzione insolita per la nostra testata, lo sappiamo. Ma speriamo possa piacervi. Intanto, ci scusiamo se la modalità di presentarla ha suscitato qualche perplessità.
gokyo66 2 anni fa su tio
@red Grazie redazione per il chiarimento. Personalmente penso che se aveste specificato che si trattava di una serie di 4 puntate dedicate a questo tema avreste evitato questa serie di commenti, incluso il mio e non credo avrebbe occupato molto spazio specificarlo Con cordialità
Nicklugano 2 anni fa su tio
Un titolo sconcertante, un articolo meglio ancora: che Scoop, ragazzi !!
Fabiana De Souza Corti 2 anni fa su fb
Ma il perché non hanno menzionato ?
sedelin 2 anni fa su tio
sarebbe interessante scrivere e approfondire PERCHÈ molti ticinesi (non più studenti) scappano dal ticino per trovare vita migliore oltregottardo!
Bruno Realini 2 anni fa su fb
io abito oltralpe ma NON sono studente! la gente se ne va dal Ticino, perchè.. lo sappiamo tutti perchè.. non mi dilungo altrimenti comincio a polemizzare e poi m'incaxxo pure e non mi sembra il caso che è venerdì!
Os 2 anni fa su tio
L'articolo non corrisponde al titolo. A parte questo, qual è il messaggio che volete far passare? Le difficoltà anche economiche di andare a studiare in Svizzera tedesca o francese? In tal caso andrebbe approfondito di più. Questo articolo è molto superficiale e inutile.
Gladys Jelmini 2 anni fa su fb
Ho letto l'articolo, direi che i giovani fanno molto bene in generale a decidere di camminare con le proprie gambe anche fuori Cantone...peccato che nell'articolo appena letto non si trovino le risposte correlative al titolo. ?
Pascale Passera 2 anni fa su fb
Ah ecco!! Non ho letto male io allora! Ero curiosa di trovare le risposte del titolo nell'articolo ma...nada!!
Laura Tedino 2 anni fa su fb
Non vedo dove stia il problema se un giovane desidera di studiare a Friburgo o Zurigo! I ticinesi hanno una marcia in più! Siete multitasking - avete un forte spirito di adattamento e usate ancora il passaparola!!!! (cosa essenziale se si vuole sopravvivere in questa giungla umana!) è molto più facile che un ticinese parli : italiano francese/tedesco e inglese che non un francese che parli italiano/tedesco inglese o in tedesco italiano/francese inglese!!!! Quindi incoraggio gli studenti a fare questa esperienza! A prendere tutto quello che di professionale e alto livello gli altri cantoni possano offrire!!! Qualcuno magari tornerà in ticino con nuove e geniali idee per migliorare il territorio e dare a esso un valore aggiunto! Altri magari continueranno a viaggiare o rimarranno nei cantoni adottivi! Studiate! Ovunque vi è permesso farlo!
Marzio Fontebasso 2 anni fa su fb
Il problema non è fare la scelta di una nuova esperienza , il problema è che in sto cantone non c è più un caxxo
Curzio Moriggia 2 anni fa su fb
Il problema si pone dopo lo studio.
Bruna Bralla 2 anni fa su fb
Curzio Moriggia gli studenti dell' ETH non hanno problemi di impiego , sono le ditte stesse che cercano di accaparrarseli già nell'ultimo anno di frequenza
Mariantonietta Lettieri 2 anni fa su fb
Ivan leggi sto commento ahhaa, come se i Ticinesi che studiano in svizzera interna lo fanno "solo per il senso di avventura" e volontà di ampliare le proprie conoscenze linguistiche.. i propri orizzonti ahahhahahah
Laura Tedino 2 anni fa su fb
Forse qualcuno di voi ha problemi o lacune di comprensione del testo....una persona è libera di studiare dove preferisce, ed è libera di tornare con le conoscenze acquisite o non, per arricchire il posto da cui viene. Ma rimane libera di scegliere, - anche a me dispiace che il Ticino si stia impoverendo di "cervelli" che possano fare la differenza! Ma non si possono obbligare i giovani a restare!! Forse dovremmo noi quarantenni, essere più innovativi e smetterla di lamentarci! Il Ticino è meraviglioso, è una delle mete preferite degli svizzeri interni, ok- portano lavoro solo in estate? Con il turismo? Non mi sembra che il Ticino non stia facendo niente a riguardo - anzi! Si investe in questa risorsa! Sapete dove è anche il problema? Che per risparmiare si va a fare la spesa in italia! Che ci sta ogni tanto, non dico di no! Ma si porta la moneta fuori dal paese, e così facendo anzi che far circolare le ricchezze tra di voi, le esportate, ... Se si tornasse a collaborare tra piccoli - medi imprenditori, nel territorio - il cantone n gioverebbe! Piccoli commercianti, piccole botteghe... Ma invece no, perché nel cuore dell'uomo c'è radicato il volere di più a poco prezzo! Non voglio aprire un dibattito su questo social, però per favore, basta lamentele, con le lamentele siete più felici dopo? Risolvete il problema? Siate solidali con chi fa la scelta di andare a studiare da un altra parte - perché sognare non è cosa brutta, voler arrivare non è cosa orribile! ... Buon fine settimana a tutti pro e non Ticino!
Mi Pa 2 anni fa su fb
La colpa è di chi fa la spesa in Italia? (e non di chi da paghe di m***a e sfrutta il frontalierato eh?) ma per favore! Il Ticino è un Cantone di pregiudizi e intolleranze fomentate da un movimento "della domenica" che non serve a nulla se non a creare ancora più odio e chiusura nella popolazione, persino in Appenzello Interno sono più aperti ? Chi ha le possibilitá/capacitá esce perchè il futuro qui lo trovi o nel posto statale o nella disoccupazione, ormai solo terra di impieghi a basso costo e campeggio per i turisti. Ma si dai l'importante è parlare il dialetto che prima o poi qualcuno ti metterà a lavorare al centro smaltimento rifiuti?. Una volta c'erano delle ambizioni in questo Cantone...una volta...
Laura Tedino 2 anni fa su fb
Mi Pa - non ho detto che LA COLPA è di chi fa la spesa in Italia, legga bene e non metta parole in bocca manipolate che non sono state dette.... È scorretto. Se in tutto quello che ho scritto ha percepito solo il " la colpa è di chi fa la spesa in italia" ... Allora siam messi bene, concordo comunque con lei, che i datori di lavoro assumendo i frontalieri recano un grosso danno all'economia sicuramente! Il discorso ticino è molto complesso - però qui si esce fuori tema, .. Si parlava del perché i ragazzi vanno s studiare fuori - che poi cucù? Avete mai sentito parlare anche del progetto Erasmus? Lasciamo perdere. Io credo che bisognerebbe concentrarsi più sul positivo che sul negativo - ma è una mia filosofia di vita, non pretendo sia anche quella di altri.
Mi Pa 2 anni fa su fb
Infatti la seconda metà del tuo scritto è concentrata sul "fare la spesa in Italia, portare i soldi all'estero", mentre delle paghe di m***a e dello sfruttamento del frontalierato non ho letto nulla nel tuo romanzo? guarda che poi fuori tema ci sei finita tu parlando di spesa in Italia e altre cose che non centrano nulla col fatto che i ragazzi vanno oltre Gottardo per studiare, io ho risposto a te e non all'articolo...cucù!?
Laura Tedino 2 anni fa su fb
il frontaliero non ha colpa, cerca lavoro come tutti!!!! Sei un pochino razzista forse? Non hai capito che viviamo in un mondo globalizzato e che ognuno va dove trova lavoro? Tutta questa tua rabbia per i frontalieri non la capisco, piuttosto rifletti del perché vengano assunti dai proprietari ticinesi, e non.... - e impara l'educazione che sei su un social network non a casa tua....
Mi Pa 2 anni fa su fb
Sei tu che non leggi, infatti io ho scritto CHI sfrutta il frontalierato e le paghe di m***a, capisci la differenza?
Lucrezia Novelli 2 anni fa su fb
Laura Tedino il suo commento è abbastanza contradittorio
Lucrezia Novelli 2 anni fa su fb
Laura Tedino Erasmus non c'entra assolutamente niente con il doversi spostare in un altro cantone per poter studiare. Erasmus ha una finalità completamente diversa e la durata varia dai 3 ai 12 mesi
Lucrezia Novelli 2 anni fa su fb
Mi Pa no, non lo capisce...
Laura Tedino 2 anni fa su fb
Lucrezia Novelli la rignrazio per il suo appunto, il concetto di Erasmus era solo per fare capire che i ragazzi si muovono anche per studiare, che siano obbligati , perché la loro regione non offre servizi, o meno, che lo facciano per esperienza perché è un progetto che offre, il 40% dei ragazzi che fanno esperienze di questo tipo non tornano nella propria città a lavorare...era solo perché ho capito che le persone qui, non fanno altro che lamentarsi, ma in realtà non propongono alternative. PUNTO: la cosa più importante è lo STUDIO! poi che ognuno faccia cosa vuole della sua vita.
Laura Tedino 2 anni fa su fb
Lucrezia Novelli lei non mi conosce signora Lucrezia Novelli e tanto meno non mi conosce Mi Pa, che a quanto pare preferisce rimanere in anonimato visto che non ha nome e cognome, quindi non potete dire cosa capisco, e cosa non capisco. grazie della comprensione e buon fine settimana a tutti e due
Bruna Bralla 2 anni fa su fb
Mi Pa una volta le ambizioni dei ticinesi era quello di avere un posto sicuro in polizia , in posta , in governo , nelle ferrovie , impieghi sempre lottizzati e gestiti dai partiti , la privatizzazione ha messo fine a tutto o quasi , adesso c'è un cantone allo sbando , senza regole e senza coraggio , si ronfa e si va avanti ancora a fare i lecchini ai partiti
Mi Pa 2 anni fa su fb
Tedino, si si si quando non si sa più cosa dire si attaccano i profili ?
Bruna Bralla 2 anni fa su fb
E allora ? Se vuoi il top devi andare oltre Gottardo, e questo da sempre
Daniele Pizzelli 2 anni fa su fb
Se vuoi il top devi aprire la mente e non seguire il gregge.
Luca Marsili 2 anni fa su fb
Daniele Pizzelli Comunque é emerso recentemente(ma già si intuiva)che in Ticino,in percentuale,escono più laureati che nel resto della Svizzera. Ma non perché siamo più intelligenti o svegli ma per il fatto che lo standard qualitativo è più basso. Qui escono ragazzi che in dentro non passerebbero mai gli esami.
gokyo66 2 anni fa su tio
Ogni tanto mi sorprendo di con quanta leggerezza (per usare un eufemismo) vengano scritti certi articoli...
GI 2 anni fa su tio
@gokyo66 Concordo pienamente.....tutti vorrebbero poter studiare possibilmente in casa....
Pepperos 2 anni fa su tio
Un articolo: di quanti rientrano con il dottorato o altro; esistono dei numeri o solo passaparola?
KilBill65 2 anni fa su tio
E non solo i giovani sene vanno dal Ticino e la Svizzera!!....Ma questa e' un'altra storia.....
Fabio Ambrosini 2 anni fa su fb
Il perche' non lo dite...ma e' chiaro..non tornate che qui non c'e' futuro se non fai parte della mafietta italica..
Bruno Realini 2 anni fa su fb
a tutti i giovani dotati con le lingue.. SCAPPATE SCIOCCHI!!!
Lucrezia Novelli 2 anni fa su fb
mafietta italica? guardi che siamo in canton ticino non in Italia, la mafia esiste in Svizzera come in qualsiasi altro paese del mondo, i raccomandati ci sono sempre stati e sempre ci saranno. Prima riuscivata e tenere le cose un po' piu' nascoste, ora non ci riuscite piu'. La differnza è solo questa
Lourmarin 2 anni fa su tio
Per favore potreste dare un commento che giustifichi il vostro titolo?perché i giovani vanno a studiare fuori cantone? Ci sono molti motivi e non ha nulla a che vedere con la fuga di cervelli. Tale fuga semmai avviene dopo quando i giovani realizzano chi lo gestisce e come questo cantone e quali sono le loro reali possibilità di carriera se non sono domiciliati oltre confine.
Lowenstein 2 anni fa su tio
@Lourmarin Concordo. Da Laureato che vive a Zurigo ho avuto modo di interagire parecchie volte con politici Ticinesi, qualcuno anche a capo del proprio partito. Non sanno quasi nulla di come 'funzioni' la Svizzera. Non conoscono le aziende grande sul territorio Svizzero e come operano. Alcune volte sono veramente rimasto sbalordito.
Gerry Roberto 2 anni fa su fb
4 studenti ed avete capito tutto?? Geni
Igor Gutschen 2 anni fa su fb
sono solo 4 esempi; di persone che lasciano il cantone del p...o d...o giusto per intenderci; anche se non fosse per il fatto dei frontalieri, fanno comunque bene ad andare via
Gerry Roberto 2 anni fa su fb
diciamo che questo articolo oltre al fatto di Alptransit non dice assolutamente niente del perché...
Silvia Soverna 2 anni fa su fb
Certo, colpa dei frontalieri, infatti uno dei 4 va a studiare a Milano!
Bruno Realini 2 anni fa su fb
Ticino no future
navy 2 anni fa su tio
.....qui mi sa che TIO ha fatto un qualche copia incolla del titolo oltre che dell'articolo.... Il confronto TICINO ed altri CANTONI dove sta? Gio ul suu che le nocc!!!!
Marco Milone 2 anni fa su fb
E quindi? Perchè se ne vanno dal Ticino?
albertolupo 2 anni fa su tio
"Ecco perché ce ne andiamo dal Ticino"... in tutto l'articolo non c'è una sola parola in proposito. Anzi si dice ancora "abbiamo intervistato... per capire...." e nessuna risposta. :-)
albertolupo 2 anni fa su tio
@albertolupo e i quattro intervistati, Giacomo e Nina? ...ah, contano anche i due coinquilini timidi di Giacomo, che non dicono nulla?
saetta 2 anni fa su tio
@albertolupo Vero :-( diciamo anche che chi è interessato a studiare qualcosa di veramente valido è obbligato ad andare oltre Gottardo, perché qui in Ticino di alternative altrettanto valide non ce ne sono!
Francesco Sergio 2 anni fa su fb
Purtroppo la facoltà che ho scelto non esiste qui in Ticino
Edoardo Russo 2 anni fa su fb
Tutti a Varese
Francesco Sergio 2 anni fa su fb
Edoardo Russo ahaha fammi fare il DS che ti porto mezza primavera della Roma. Anocic primo acquisto a gennaio
Carmine Esposito 2 anni fa su fb
Quale facoltà?? Quella di non rispondere?!?! Francesco Sergio
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-15 19:03:08 | 91.208.130.86