TiPress
LUGANO
11.12.2016 - 11:190

Benvenuta AlpTransit, Beltraminelli: «Si attraverseranno le Alpi senza più vederle»

In questi momenti si sta tenendo la parte ufficiale della cerimonia. Più tardi toccherà alla funicolare

2 anni fa Festeggiamenti a Lugano, il Ceo delle FFS: «È come Natale»

LUGANO - Le stazioni si svegliano presto, ma quella di Lugano oggi l'ha fatto anche prima. Già all'arrivo dei primi treni da nord delle Alpi i nuovi spazi della stazione sottocenerina si sono affollati di cittadini e autorità. La stazione s'è svegliata così presto che alle 10.30 già veniva servito il risotto.

Il lungo programma di festeggiamenti è stato aperto dai discorsi di Andreas Meyer, Ceo di Ffs, Peter Füglistaler, direttore dell'Uft, Beat Jörg, landamano di Uri, e Paolo Beltraminelli, presidente del Consiglio di Stato.

Un viaggio a casa - Oltre alle attestazioni di gioia e fierezza, si è ricordato che quello della Galleria di base è solo il primo passo. Il lavoro dovrà continuare in primis con il Ceneri, ma anche con le altre vie d'accesso, in Svizzera, in Germania e in Italia. Il landamano di Uri ha sottolineato come venire in Ticino per gli urani sia sempre «un viaggio a casa».

Nostalgia delle Alpi - Anche Paolo Beltraminelli ha evidenziato il momento storico, mostrando il rivolgimento del modo di viaggiare. «Si attraverseranno le Alpi senza più vederle», ha detto. Sarà quindi compito anche del Ticino di valorizzarle : «Arriverete qui, poi ve le faremo vedere noi le Alpi». Ha poi omaggiato i costruttori di Alptransit e ha ricordato chi nel cantiere ha perso la vita.

Sassi, acqua, cuore e cervello - Degli svizzeri, popolazione alpina che ha creato la galleria più lunga del mondo, Beltraminelli ha sottolineato la tenacia e l'ingegno: «Abbiamo solo acqua e sassi, ma anche tanto cuore e tanto cervello».

Cambiamento d'orario - Le FFS fanno sapere che il cambiamento d'orario si è svolto senza troppi intoppi, anche nel resto della Svizzera.

Cifre - Oltre alla diminuzione del tempo di percorrenza, una mezz'oretta circa, da oggi nel traffico merci la capacità delle tracce aumenterà da 180 a 210 treni al giorno, mentre saranno circa 48 i treni viaggiatori ad attraversare quotidianamente la nuova galleria. Il rinnovato asse nord-sud del San Gottardo dispiegherà appieno il suo potenziale da fine 2020, quando entreranno in servizio anche la galleria di base del Monte Ceneri e il corridoio di 4 metri. Allora la capacità nel traffico merci aumenterà a 260 treni al giorno, mentre i passeggeri che si sposteranno tra la Svizzera tedesca e Milano vedranno ridotto il tempo di viaggio di ben 60 minuti. 

Potrebbe interessarti anche
Tags
alpi
beltraminelli
galleria
treni
viaggio
lugano
alptransit
alpi senza
svizzera
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-11 17:54:32 | 91.208.130.86