TiPress
ULTIME NOTIZIE Ticino
PARADISO
3 min
Grandi festeggiamenti per i 25 anni della Residenza Paradiso
CANTONE / SVIZZERA
4 min
Sicurezza a ridosso del confine: «Il problema è tutt'altro che risolto»
CANTONE
6 min
«Quante sono le donne nei consigli d’amministrazione?»
CANTONE / SVIZZERA
35 min
Uffici postali: «Le richieste del Ticino sono già prese in considerazione»
CANTONE
44 min
Sono tornate le mezze stagioni
CANTONE
1 ora
Giovani ticinesi pronti a trasferirsi oltre San Gottardo: raccontaci la tua esperienza!
LUGANO
1 ora
Dieci faggi verranno sostituiti per «tutelare la pubblica incolumità»
LUGANO
1 ora
In diecimila per la festa d'apertura del Lac
CANTONE
2 ore
Sostituzione delle luci pista all’aeroporto di Locarno: scatta l'interrogazione
LUGANO
2 ore
Scontro tra uno scooter e un'auto, ferita una ragazza
CONFINE
2 ore
Bruciano i rifiuti, denunciati due ticinesi
CANTONE
3 ore
Truffa e falsità in documenti, due persone in manette
LUGANO
3 ore
Tra il dire e il fare: «Lugano in ritardo sulla crisi climatica»
LUGANO
4 ore
Ampliato il Giardino dei Giusti al Parco Ciani
CANTONE
4 ore
La metà dei giovani ticinesi vuole vivere in un altro cantone
CANTONE
02.05.2016 - 08:300
Aggiornamento : 13:06

Il padrone di casa è sempre più “cattivo”

Contratti a tempo determinato e possibilità di disdetta limitate. Così i nervi dei ticinesi sono messi a dura prova. E l'Associazione Inquilini è sommersa di lamentele.

LUGANO - Padroni di casa sempre più “cattivi” nella Svizzera italiana. E non solo per l’aumento globale degli affitti (+0,3%) previsto dall’autorevole società di consulenza immobiliare Wüerst & Partner. Contratti a tempo determinato e possibilità di disdetta limitate mettono a dura prova i nervi dei ticinesi. E le lamentele registrate dall’Associazione Svizzera Inquilini (ASI) sono in crescita. «Da qualche tempo - conferma Valentina Vigezzi Colombo, segretaria generale per la Svizzera italiana - si tende a fare stipulare contratti con scadenza annuale. E le proteste sono parecchie».

La grande paura - C’è malfidenza tra i locatari ticinesi. Il fenomeno deriva soprattutto dalla situazione economica di molte famiglie, incapaci di pagare gli affitti con regolarità. «Si preferisce dunque fare stipulare un contratto per un solo anno - riprende Vigezzi Colombo -. Poi se l’inquilino si è comportato bene, lo si rinnova».

Manca la fiducia - Il problema è che a quel punto, una volta conquistata la fiducia del proprietario, l’inquilino avrebbe teoricamente diritto ad avere un contratto a tempo indeterminato. «Cosa che, tuttavia, sempre più spesso non accade. I locatari vogliono tutelarsi in tutti i modi».

Termini di disdetta - E lo si vede anche nei termini di disdetta. Oggi uscire da un appartamento in affitto non è più così semplice. «In Svizzera interna di solito si dà un preavviso di tre mesi. E spesso c’è la possibilità di uscire alla fine di ogni mese». In Ticino la situazione è diversa. «Dagli appartamenti del Luganese si può uscire due volte all’anno. Nelle altre località del Ticino le date di uscita sono invece quattro all’anno».

Inchiodati in casa - Questo è quanto dice indicativamente la legge. La realtà però dimostra che i locatari tendono a mettere nel contratto una clausola che sta creando diverse discussioni. «Molti obbligano il proprio inquilino a potere uscire dall’appartamento una sola volta all’anno. Questo spesso si trasforma in un grosso problema. Immaginatevi chi divorzia. Uno resta da solo in un appartamento che prima si pagava in due».

Subentrante cercasi - Il vincolo della scadenza annuale provoca non pochi litigi nella Svizzera italiana. «Anche perché poi l’inquilino deve trovare un subentrante entro i tre mesi dopo la disdetta. Per legge ne basta uno solvibile. Ma non è facile, i prezzi sono troppo alti e la scelta è ampissima. Se non lo trova, deve continuare comunque a pagare l’appartamento. Chi vive in un appartamento costoso ha spesso difficoltà a trovare il subentrante».

Buonsenso e onestà - E così l’ASI si ritrova quasi quotidianamente confrontata con gente disperata. «Che magari sta pagando in contemporanea sia l’appartamento in cui abita, sia quello da cui è uscito ma per il quale non ha trovato subentrante. A questi livelli dovrebbe esserci anche un po’ di buonsenso e di onestà da parte del locatario. I compromessi si possono sempre trovare. Invece a volte si va in tribunale».

Momento delicato - Alcuni inquilini in uscita, pur di liberarsi del vecchio appartamento, arrivano addirittura a pagare il primo mese d’affitto al subentrante. «Così come ci sono locatari che aprono gli occhi e abbassano l’affitto. È un momento particolare. I locatari da una parte hanno paura a vincolarsi. Dall’altra temono di essere lasciati a piedi. E spesso, pur di avere una sicurezza, eludono le norme».

 

Commenti
 
Francesco Midaglia 3 anni fa su fb
Se andiamo avanti di questo passo ne vediamo delle belle pure da noi
Claudio Von Troyen 3 anni fa su fb
Io ho sempre voluto solo contratti annuali, e non tutti me lo volevano fare, annuale secondo me è il miglior contratto
mgk 3 anni fa su tio
A be io x evitar liti non affiterei a cani e ...altri
comp61 3 anni fa su tio
se in futuro pochi avranno il posto di lavoro (tutti possiamo vedere che sarà cosi...), che i padroni si inizino ad abituare. Basta guardare 30 km piuggiù. Tra poco saremo al loro livello. Gente onesta che ha pagato per anni ed ad un certo punto non per n motivi o per n tasse non ci sta più dentro. Auguri....
bobà 3 anni fa su tio
.... per difendere i diritti dei ticinesi! Non per difendere i diritti di pseudo rifugiati e quant'altro!
Cristina Wartenweiler 3 anni fa su fb
Io vi sto passando proprio ora con la padrona di casa. .....
Libero pensatore 3 anni fa su tio
Il nostro mondo è dominato dalla precarietà e quindi i proprietari di immobili fanno quello che possono per tutelarsi. siciramente esistono casi dove i proprietari abusano della loro posizione ma ce ne saranno altrettanti dove i ruoli sono invertiti. Inquilini che non pagano, che fanno danni, che non si sanno comportare col vicinato... Insomma di caso ne abbiamo letto e visti tutti tanti. Alla fine poi pagano tutti, buono o cattivi. È un peccato ma è così.
Luca Civelli 3 anni fa su fb
Mi auguro che tutti gli inquilini abbiano fatto la richiesta di RIDUZIONE dell'affitto a cui hanno DIRITTO per il calo dei tassi ipotecari! È semplice,basta spedire la lettera che si trova nel link rispettando le scadenze contrattuali. Se mi dite il tasso sul vostro contratto vi calcolo subito gratis la riduzione che vi spetta,resterete sorpresi.http://www.asi-infoalloggio.ch/documenti.asp
Tu Angèlito 3 anni fa su fb
Buongiorno,Ma lei lavora per l'ASI??
Luca Civelli 3 anni fa su fb
No, sono solo uno sfigatissimo inquilino che cerca di dare una mano a chi si trova nella mia condizione,soprattutto da quando l'anno scorso,grazie all'asi,ho ottenuto fr 300.- di riduzione dell'affitto.
Jose Graciene 3 anni fa su fb
Luca Civelli come si fa?
Luca Civelli 3 anni fa su fb
Jose Graciene tutti gli inquilini che sul contratto hanno indicato un tasso superiore all'attuale,che è 1,75%, hanno diritto ad una riduzione. Per calcolarla si può usare la tabella che si trova al link che ho indicato. Il calcolo va fatto sull'affitto senza spese accessorie.Una volta calcolata la riduzione la si deve richiedere per iscritto al padrone di casa spedendo la lettera(raccomandata) che si trova nello stesso link compilata con i propri dati,tre mesi prima della scadenza del contratto. Il padrone ha quindi 30 giorni di tempo per rispondere. Se non lo fa o rifiuta ci si deve rivolgere all'ASI che,gratis,dirà cosa fare. Alla fine si otterrà comunque la riduzione. Per ulteriori informazioni chieda all'ASI telefonando a questo numero tutti i giorni tranne il mercoledì dalle 10 alle 12.Tel : 091 966.82.72
GI 3 anni fa su tio
Avanti di sto passo......arriveranno gli appartamenti "albergo", con cucina.....non avremo più bisogno di un alloggio vero e proprio....tanto oggi sei qua, domani sarai là......ai figli istruzioni via la rete.....anche questo è globalizzazione....poru mund....chisà in dua a narem a finì.....
KilBill65 3 anni fa su tio
Purtroppo come condomini siamo poco tutelati, certo l'ufficio per la protezione degli inquilini fa quello che puo,ma non e' abbastanza, il padrone di casa in certi casi e' protetto da leggi vetuste che andrebbero cambiate.
Meno 3 anni fa su tio
@KilBill65 l'inquilini troppo poco tutelati?? È per questo che quando uno non paga riesce a rimanere nell'appartamento senza pagare fino a un anno?
KilBill65 3 anni fa su tio
@Meno Infatti questo non e' giusto!!...Ma c'e' sempre quello che fa il furbo!!....
Meno 3 anni fa su tio
@KilBill65 Appunto.... e penso che questo modo (discutibile) di fare i contratti determinati siano una reazione a tutti gli abusi che si verificano in questo ambito e di fronte al quale il locatore può fare ben poco!
Meno 3 anni fa su tio
Forse la domanda è come mai si è giunti a questo punto. È chiaro che essendo l'inquilino troppo tutelato e in caso di mora può riuscire a rimanere nell'appartamento fino a un anno senza pagare e quindi causare un grande danno economico al proprietario. Per questo motivo molti proprietari hanno cominciato a tutelarsi a loro modo...
patrick28 3 anni fa su tio
La ragione non è mai da una parte sola. Ci sono moltissimi abusi di inquilini e molte volte per il proprietario è sempre più difficile liberarsi di conduttori disonesti.
Tiger 3 anni fa su tio
Con questo sistema, tengono l'inquilino per le palle: a fronte di difetti anche importanti segnalati all'amministrazione e che la stessa dovrebbe sistemare, l'amministrazione/proprietario se ne sbatte spesso e volentieri perché sa che l'inquilino difficilmente andrà mai all'ufficio conciliazione in materia di locazione, per depositare l'affitto. Perché sa che anche se ha ragione, l'amministrazione alla fine del contratto di affitto, quasi sicuramente non glie ne farà un altro (spesso ancora di un anno), ma lo farà uscire perché appunto il contratto scade in una determinata data. Quindi, tra le altre cose, gli inquilini in questa situazione, possono tecnicamente farsi valere se ci sono problemi di difetti, ma il più delle volte subiscono, perché sanno che alla fine del contratto si ritroverebbero in strada. E' vero che diversi proprietari fanno questo tipo di contratti di un anno, perché hanno avuto cattive esperienze; ma questo tipo di contratti li fanno anche le amministrazioni che puntano unicamente a prendere i soldi degli affitti, fregandosene di manutenzione, pulizia ecc
Gerardo Carfora 3 anni fa su fb
i. Padroni di casa sono dei spilorci quando devono fare dei lavori non ci sono mai ma se gli togli un franco ti cercano pure al cimitero .
Luca Civelli 3 anni fa su fb
Questo capita perché gli inquilini non si informano e non conoscono i loro diritti. In caso di problemi bisogna evitare il fai da te e rivolgersi all'ASI.
KilBill65 3 anni fa su tio
Io dico solo che se succede a me, vado subito da un avvocato.....Poi non gli conviene perché conosco bene le realta' del palazzo!! Quindi penso che in piu' si beccherebbe una denuncia in fatto di incuria, e mi fermo qua.......
Tiger 3 anni fa su tio
@KilBill65 Non é che abitiamo nello stesso palazzo? ;))
KilBill65 3 anni fa su tio
@Tiger Ma puo' darsi!!....Comunque da quello che so ce ne sono tanti in queste condizioni......
Shion 3 anni fa su tio
Sarebbe ora da un pezzo che si faccia qualcosa! Qui è difficile sia ottenere un'abitazione, sia poi lasciarla. Quanti problemi con la paura della solvibilità. Però poi il commercio è sempre attivo senza problemi ad attirare la gente offrendo crediti per indebitarla!
Tato50 3 anni fa su tio
@Shion Il problema è trovare una Banca che rinunci al pagamento degli interessi sul debito nel caso l'inquilino non sia più in grado di pagare; quindi pura utopia. Giusto tutelare l'inquilino ma al proprietario che deve far fronte a certi obblighi, non ci pensa nessuno? Che poi ci siano degli abusi nessuno lo mette in dubbio ma forse sarebbe il caso di sentire entrambe le "campane".
patrick28 3 anni fa su tio
@Tato50 Confermo, parliamo degli abusi degli inquilini anche.
Shion 3 anni fa su tio
@Tato50 Va bene tutelare un po' le parti, anche se alla fine mi sembra che sia tutelato troppo chi non paga. Le conseguenze sono quelle per per cui mi lamento: Ci vuole l'analisi del sangue per avere una casa. Se sei indipendente ti potrebbero anche scartare a priori. Anche le spese arbitrarie molto variabili per allestimenti contratti e subentro sono discutibili. Ed il più delle volte i proprietari fanno i furbi essendo in posizione di vantaggio infischiandone delle leggi.
Tato50 3 anni fa su tio
@Shion Ahah, prendiamo in affitto solo chi è A positivo ? ;-)) Io credo che su un contratto d'affitto ci siano delle clausole ben precise e al momento che metti la firma sai che le dovrai ottemperare (la cosa deve però essere reciproca). Che poi ci sia chi fa il furbo, parlo dei proprietari, questo è assodato come pure chi per motivi indipendenti dalla sua volontà viene a trovarsi in difficoltà e qui parlo degli inquilini. Difficile quindi trovare un compromesso che vada bene ad entrambi ed è forse questo che spinge molti a cautelarsi con contratti a scadenza breve. Stiamo purtroppo attraversando un periodo dove nulla è più sicuro e questa può essere una delle concause di una situazione simile. Io ho affittato una casa senza nemmeno redarre un contratto e quel giorno che chi vi abita dovesse venire a "mancare" ti assicuro che metto il cartello "Vendesi" !!!! Ps : l'inquilina è mia madre e se non mi fido di lei.... ;-)))
Shion 3 anni fa su tio
@patrick28 Sugli abusi degli inquilini dico senza dubbio che lì si tratta in generale di fallimento educativo di una cultura irrispettosa e poco civilizzata quale quella latina. La verifica della solvibilità non misura questa patologia.
Tato50 3 anni fa su tio
@patrick28 Ti ha risposto Shion e concordo !! Forse aggiungerei che non solo quella "latina" è poco civilizzata ma qui subentra un altro fattore e cioè la mancanza di rispetto per la cosa altrui . Certe esperienze, purtroppo, si ripercuotono in seguito su altri pur non essendoci un motivo concreto.
Shion 3 anni fa su tio
@Tato50 Eh sì purtroppo! Quello che non capisco è il perchè non si riesce a guardare un candidato negli occhi, analizzare il suo curriculum e sentire se potersi fidare. L'estratto esecuzione e fallimenti in quanto distrettuale non serve a molto a fare una selezione e nemmeno il posto di lavoro che può essere perso. Avremmo bisogno di un pagamento della pigione prelevato direttamente alla fonte finanziaria (diso, lavoro, assistenza, AI, ecc).
Tato50 3 anni fa su tio
@Shion Certo che se dovessimo arrivare a questo punto saremmo messi davvero male e in certe occasioni non risolveremo il problema ma non faremo altro che spostarlo, se l'affitto è di una certa "portata" e l'inquilino non è più in grado di far fronte ai suoi impegni. Certo si potrebbe optare su un deposito cauzionale di alcuni mesi ma dopo un po' saremo ancora ai piedi della scala. A volte, purtroppo, più che una locazione è una lotteria dove nessuno dei due ne esce vincente. Per completare l'opera ora arriveranno le nuove stime che qualcuno definisce "neutre" per i piccoli proprietari (questa non l'ho capita) ma graveranno sui grossi. Indovina su chi questo nuovo balzello sarà caricato ? Buona serata ;-))
Shion 3 anni fa su tio
@Tato50 Ciao Tato. Che dilemma e che tempi ormai. Vuoi vedere che il problema di fondo è che i locatori, soprattutto oggi, sono speculatori e gli inquilini sempre più tapini dissanguati? Queste differenze creano la guerra, da una parte quella di non rispettare le infrastrutture in affitto e dall'altra c'è la scusa dei doveri verso le banche. In realtà chi è responsabile di ciò è il proprietario che ha costruito e basta, mentre che la responsabilità del conduttore è di pagare, non spaccare niente, e fare silenzio dopo le 2200 (e se non paga fuori e basta!) Ma non funziona, c'è di che ripetere l'asilo e le scuole in quanto autoresponsabilizzazione. Buona serata!
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-23 16:02:59 | 91.208.130.89