TICINO
30.11.2011 - 21:440
Aggiornamento : 25.11.2014 - 07:19

135.000 franchi per una TI 10

A Camorino sono state battute all'asta 55 targhe per un totale di 730.100 franchi. La targa che ha riscosso maggior successo è stata la TI 10 venduta per 135mila franchi

CAMORINO - Era la targa più ambita. Una TI 10 che è stata battuta a 135.000 franchi. Ad aggiudicarsela è stato Francesco Magistra. Oltre 200 persone si sono date appuntamento in serata  a Camorino nel padiglione dei collaudi per camion, dove si è svolta l'asta delle targhe di auto e moto.
 
Sono state battute ben 55 targhe per un totale complessivo di 730’100 franchi che saranno devoluti interamente ai programmi di prevenzione “Strade più sicure” e “Fiumi più sicuri”.

Ad aprire le danze è stato il Consigliere di Stato Norman Gobbi che ha battuta la prima targa, quella Ti 10, che dopo 61 battute è stata aggiudicata per 135.000 franchi. “Sono andato all’asta appositamente perché il numero 10 era in vendita - ci ha detto al telefono Francesco Magistra - si tratta infatti del numero più basso dell’intero Cantone. Un altro numero non l’avrei mai comprato. Anzi, negli scorsi anni quando vedevo queste aste mi sembravano assurde. In questo caso però c’era anche l’aspetto benefico che mi ha convinto. Non sono un appassionato di automobili, si tratta della prima targa particolare che posseggo, ho persino un’auto molto modesta. La targa la userò per uso privato".

Non da meno è stata la TI95 battuta a 30.000 franchi, e la TI84 anch'essa a 30.000 franchi. Nelle targhe per motoveicoli, il primato è andato alla TI 25, venduta per 10mila franchi, seguita da TI 46 e 33 (6'500 franchi cadauna).

 Gobbi, nel suo intervento ad inizio asta, non ha mancato di far notare come il Cantone Ticino detenga il primato svizzero di veicoli immatricolati per abitante, con un totale di oltre 293mila veicoli per una popolazione residente di circa 340mila abitanti.
"Oltre al controllo tecnico dei veicoli, è importante – ha dichiarato Gobbi – promuovere campagne di sensibilizzazione e prevenzione a favore della sicurezza sulle strade, ma non solo. Secondo il Consigliere di Stato, le attività di prevenzione sono importanti quanto le attività di repressione delle infrazioni, ed è per questo che il Dipartimento ha deciso di lanciare questa nuova asta delle targhe per le auto e – per la prima volta – anche per le motociclette".

RED

 


 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-25 01:12:12 | 91.208.130.85