Immobili
Veicoli

SVIZZERAPreventivo 2021, chiesti altri 231 milioni

13.11.20 - 15:43
La richiesta è giunta oggi dalla Commissione finanze del Consiglio nazionale
Keystone
Fonte ats
Preventivo 2021, chiesti altri 231 milioni
La richiesta è giunta oggi dalla Commissione finanze del Consiglio nazionale

BERNA - Al preventivo della Confederazione per il 2021 devono essere aggiunti 231 milioni di franchi, 200 dei quali da destinare ai casi di rigore. I fondi devono poter essere versati ai Cantoni che ne fanno richiesta a partire dal primo gennaio. È quanto raccomanda al plenum la commissione delle finanze del Consiglio nazionale.

Le discussioni sul budget sono state segnate dalla pandemia, è stato sottolineato in conferenza stampa. Con 14 voti a 11 la commissione ha stabilito che le spese legate alla crisi non devono essere considerate straordinarie. Come proposto dal Consiglio federale, dovrebbero essere incluse, se possibile, nel preventivo ordinario.

Il supplemento di 3,15 miliardi di franchi chiesto dal Consiglio federale è stato approvato senza modifiche. Un importo di 2,2 miliardi di franchi è destinato alle indennità di perdita di guadagno Covid estese dal Parlamento in autunno.

La commissione si è inoltre detta soddisfatta che l'assicurazione contro la disoccupazione disponga di fondi sufficienti e ha accolto con favore la decisione del Governo di chiedere un nuovo contributo in caso di sovraindebitamento nel 2021.

Se il Parlamento non dovesse concludere le discussioni sul preventivo 2021, la commissione ha appoggiato, con 17 voti a 1, un'iniziativa parlamentare per creare un regolamento speciale di transizione per il 2021.

Agricoltura e cultura - Oltre ai crediti per i casi di rigore, la maggioranza propone altre due modifiche. Con 13 voti a 8 e 4 astensioni, chiede di aumentare di 16,8 milioni di franchi rispetto a quanto proposto dal Governo, (per portarli a 2,812 miliardi) i pagamenti diretti nel settore dell'agricoltura. Ad Agroscope raccomanda di versare 4 milioni supplementari.

La commissione è stata anche più generosa nei confronti della cultura. I fondi supplementari di 5,6 milioni di franchi adottati nell'ambito del messaggio sulla cultura 2021-2024 sono stati sostenuti con 16 voti a 9. Chiesti anche altri 871'500 franchi da destinare alla protezione dell'infanzia.

Secondo la maggioranza, i crediti per la promozione della parità, per Pro Helvetia e per cura extrafamiliare dei bambini non devono essere ridotti. Una richiesta di aumento per le organizzazioni culturali è stata invece respinta.

Tecnologie ambientali - Il settore delle tecnologie ambientali potrebbe ottenere altri 3 milioni, ma la decisione è stata presa di misura. Secondo la maggioranza il credito in questo ambito è rimasto invariato nel corso degli ultimi 20 anni e le risorse attuali non sono sufficienti per sostenere tutti i progetti presentati.

Con 14 voti a 11, la commissione chiede anche di aumentare le risorse destinate alla prevenzione e al rimborso dei danni causati da grandi predatori, castori, lontre e aquile reali.

Il Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC) dovrebbe dal canto suo essere dotato di posti supplementari per far fronte alla minaccia e alle esigenze attuali in ambito digitale. Fino al 2023, il CBC dovrebbe ottenere i mezzi per occupare 20 impieghi. L'aumento dovrà essere compensato sugli investimenti in armamenti del Dipartimento federale della difesa (DFF).

Invariati - La commissione propone per contro di non ritoccare il budget per la il pre-tirocinio d'integrazione e quello assegnato al Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). Ha inoltre respinto le proposte di ridurre o aumentare le risorse per le organizzazioni internazionali, la cooperazione internazionale o la cooperazione allo sviluppo.

Ha infine deciso di raccomandare di non aumentare il budget dell'Assemblea federale. Ha respinto 16 voti a 9 un aggiunta di 1,5 milioni di franchi per rafforzare la sicurezza a Palazzo Federale. I budget per la Cancelleria federale, i tribunali, il Ministero pubblico della Confederazione e la sua autorità di vigilanza sono stati approvati senza modifiche.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA