Cerca e trova immobili

SVIZZERAAgente paragonato a nazista, Michael Graber si scusa

14.06.24 - 10:04
L'incidente si era verificato mercoledì sulla scalinata di Palazzo federale
20 Min
Fonte Ats
Agente paragonato a nazista, Michael Graber si scusa
L'incidente si era verificato mercoledì sulla scalinata di Palazzo federale

BERNA - Il consigliere nazionale Michael Graber (UDC/VS) si scusa per il paragone con i nazisti fatto durante una zuffa tra lui e il suo collega di partito Thomas Aeschi (ZG) e due agenti della polizia federale.

«Mi dispiace e chiedo scusa ai poliziotti», ha dichiarato Graber in un'intervista rilasciata al Blick. Durante l'incidente avvenuto mercoledì sulla scalinata di Palazzo federale, il democentrista vallesano aveva detto loro che «sarebbero stati i primi a eseguire gli ordini di Hitler».

Al di là dell'espressione di rammarico, Graber ritiene nell'intervista di non essere responsabile della situazione venutasi a creare: «la vera anomalia della giornata è stata il dispositivo di sicurezza, con la polizia armata di mitragliatrici cariche sulle scale che non distingue tra parlamentari democraticamente eletti e persone che potrebbero rappresentare un pericolo», ha detto.

Ha inoltre messo in dubbio l'argomentazione secondo cui il presidente del Parlamento ucraino Ruslan Stefantchuk sarebbe stato un potenziale obiettivo di attacco. Questo «pericolo aggiuntivo» durante una sessione parlamentare è «discutibile», ha affermato.

Intanto, il consigliere federale dell'UDC Albert Rösti ha espresso la sua comprensione per i colleghi di partito nel programma televisivo "Rundschau" dell'emittente svizzero-tedesca SRF. I parlamentari eletti, che sono noti a tutti, devono poter svolgere le loro attività. Le misure di sicurezza devono garantire la loro libertà di movimento, ha detto. Per contro, molti altri parlamentari hanno criticato severamente il comportamento dei due deputati dell'UDC.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE