Cerca e trova immobili

SVIZZERAQuando le compagnie aeree ti pagano per cambiare volo

23.07.23 - 08:03
La pratica è comunemente chiamata "overbooking". Ed è tanto spiacevole quanto redditizia
Depositphotos (happyalex)
Fonte MI/TS/MH/20minuten
Quando le compagnie aeree ti pagano per cambiare volo
La pratica è comunemente chiamata "overbooking". Ed è tanto spiacevole quanto redditizia

BERNA - Sono molte le compagnie aeree che effettuano l'overbooking - la pratica di emettere un numero di biglietti maggiore al numero di posti a sedere sull'aereo. Lo fanno per evitare perdite finanziarie nel caso in cui i passeggeri non si presentino al gate. Questo può portare a situazioni spiacevoli quando, contrariamente alle aspettative, questo non accade.

Come mostra un video di Tiktok dell'utente "Simonealdredge", in questi casi i passeggeri vengono spesso convinti ad annullare o cambiare il volo tramite un incentivo economico. Un rappresentante della compagnia aerea americana Delta, ad esempio, è arrivato ad offrire fino a 1300 dollari a persona. Nel video si sentono i passeggeri contrattare per rinunciare al volo da New York a Colombo, Ohio: «Sono un sacco di soldi, signore e signori, potete rifiutare?»

Anche le compagnie aeree svizzere, tra cui Edelweiss e Swiss, effettuano la pratica dell'overbooking. È stato recentemente confermato dal CEO di Swiss Dieter Vranckx, in un colloquio con 20 Minuten. Secondo il portavoce di Edelweiss, Andreas Meier, la pratica è frequente per i voli che hanno un tasso di "no-show" superiore alla media. «La selezione dei voli viene continuamente rivista e adattata dinamicamente», afferma.

Swiss adotta un approccio simile: «L'overbooking mirato dei voli si basa su statistiche e non viene applicato a tutti i voli», afferma il portavoce Michael Pelzer. «Altrimenti, un maggior numero di posti rimarrebbe vuoto, il che non avrebbe senso né dal punto di vista economico né da quello ambientale». Inoltre, è possibile offrire ai clienti prezzi più interessanti se gli aerei sono il più possibile occupati.

Helvetic Airways e CH-Air, invece, non si avvalgono di questa pratica. 

Tuttavia, è raro che tutti i passeggeri di un volo in overbooking prendano effettivamente il volo. Sugli aerei di Swiss, nel 2022, soltanto una persona su 5'000 si è trovata a non poter salire sul suo volo. Presso Edelweiss, alcune decine di passeggeri su quasi tre milioni non hanno potuto imbarcarsi nel 2019.

«La stragrande maggioranza dei passeggeri interessati ha optato per un risarcimento e una soluzione di volo alternativa», afferma il portavoce di Edelweiss Andreas Meier. La compensazione dipende dalla lunghezza della tratta. Per le distanze fino a 1500 chilometri, ha detto, sono previsti 250 euro. Per le distanze tra 1500 e 3500 chilometri, 400 euro. E per oltre 3500 chilometri, 600 euro. «L'importo viene caricato su una carta bancaria e può essere prelevato presso un bancomat».

Anche con Swiss succede: «Ricevono un indennizzo e il loro volo viene riprogrammato per una data a loro scelta», spiega il portavoce Michael Pelzer. Se nessuno vuole accettare l'offerta, la selezione avviene in base all'ordine di arrivo. «I clienti con lo status di frequent flyer e i passeggeri con esigenze particolari, come i bambini che viaggiano da soli, non sono interessati».

Inoltre, la compagnia copre «le spese sostenute per l'alloggio in albergo e i pasti», spiega Pelzer.

COMMENTI
 

Core_88 7 mesi fa su tio
“Se nessuno vuole accettare l’offerta, la selezione avviene in base all’ordine d’arrivo” non sono così sicuro che sia legale anche se sarà scritto nelle condizioni delle compagnie.

Veveve 7 mesi fa su tio
Lo scorso anno volo NY -ZH della domenica sera di Swiss era in overbooking c’era un casi no ma un casi no indescrivibile…tutti che si lamentavano un vero disastro…alla fine noi siamo riusciti a salire ma i posti che avevamo prenotato non c’erano ovviamente! È stato un volo da incubo x di più con un aereo vetusto… abbiamo deciso che non prenderemo più Swiss x un bel po’! In fondo uno paga anche x il servizio e la qualità… li eravamo peggio di anima li😤

Simo76 7 mesi fa su tio
A casa mia vendere qualcosa che non hai è una truffa pura e semplice. È molto difficile vederla in un altro modo
NOTIZIE PIÙ LETTE