Immobili
Veicoli

BERNA«Queste immagini perseguiteranno mia sorella per sempre»

16.07.22 - 20:57
Venerdì un neonato è stato travolto da un treno merci alla stazione di Wangen, parla ora la zia della piccola vittima.
20min/zst
Fonte 20Minuten
«Queste immagini perseguiteranno mia sorella per sempre»
Venerdì un neonato è stato travolto da un treno merci alla stazione di Wangen, parla ora la zia della piccola vittima.
Una raffica di vento improvvisa sembra aver spinto la carrozzina sui binari, la madre è in stato di shock.

WANGEN AN DER AARE - Un treno merci venerdì mattina ha investito una carrozzina accidentalmente finita sui binari alla stazione di Wangen, causando la morte del piccolo neonato. Il dolore dei famigliari è straziante: «Non riusciamo ancora a realizzare quello che è successo, è terribile» confida a 20Minuten la zia della vittima. Secondo le sue dichiarazioni la carrozzina ha iniziato a rotolare a causa di una raffica di vento improvvisa, per poi fermarsi proprio sui binari. «Mia sorella ha rincorso il bambino, ma era troppo tardi».

La madre, una ragazza di 22 anni, stava facendo una passeggiata con la sua migliore amica quando si è consumato il dramma. «È assolutamente orribile, queste immagini perseguiteranno mia sorella e la sua amica per il resto della loro vita». La madre è attualmente in stato di shock. «Non ci sono parole. È la cosa peggiore che può capitare a una mamma», continua la sorella. 

«L'ho amata come mia figlia» - La famiglia, che vive nella campagna bernese, ha trascorso molto tempo insieme a seguito dell'incidente. Anche la migliore amica, che ha assistito alla scena, si è unita al lutto. «Cerchiamo di sostenere mia sorella nel miglior modo possibile. È tutto così difficile, ma stiamo facendo del nostro meglio», ha detto. Lei stessa non riusciva a credere alla situazione. «Era una bambina meravigliosa, sempre allegra e aveva un sorriso stupendo stampato sulle labbra. L'amavo come mia figlia» conclude.

La madre non è attualmente in contatto con il padre del bambino. «La polizia si è fermata a casa sua per informarlo dell'incidente» racconta la sorella aggiungendo che i genitori si erano separati prima della nascita del figlio. «Tuttavia, mia nipote vedeva regolarmente la famiglia di suo padre». 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA