Immobili
Veicoli

BASILEA CITTÀLo zoo di Basilea piange il suo re

31.01.22 - 17:13
Il leone Mbali è stato rinvenuto senza vita da un custode. Aveva vent'anni e nonostante l'età godeva di buona salute.
Zoo Basilea
Lo zoo di Basilea piange il suo re
Il leone Mbali è stato rinvenuto senza vita da un custode. Aveva vent'anni e nonostante l'età godeva di buona salute.
La sua carcassa è stata trasferita al servizio di patologia dell'Università di Berna.

BASILEA - Lo zoo di Basilea piange il suo re. Il leone Mbali è infatti morto venerdì alla considerevole età di vent'anni. «Era in buone condizioni fisiche per un animale della sua età», ha precisato oggi il giardino zoologico, aggiungendo che il corpo di Mbali è stato rinvenuto senza vita in una gabbia da un custode.

Il decano dei leoni basilesi aveva messo al mondo diciotto eredi. La sua carcassa è stata trasferita al servizio di patologia dell'Università di Berna.
 
 

COMMENTI
 
cle72 8 mesi fa su tio
Finalmente la sua anima e il suo spirito sono liberi di girare dove vogliono e non chiusi in gabbia. Felice per lui, può tornare libero. Sorrido in questo momento, piangevo a vederlo limitato nel suo essere Leone in gabbia. Gli zoo devono essere chiusi e cancellati dal mondo. Inciviltà allo stato puro!!!
Dex 8 mesi fa su tio
Gli zoo sono disumani. Quelli che li visitano lo sono ancora di più.
F/A-19 8 mesi fa su tio
Ohhh, che sarà mai...., invece vedere un cagnolino al guinzaglio con quella specie di lampadario sulla testa od il vestitino trapuntato è una cosa accettabile? Le galline nel pollaio vanno bene? I conigli che ogni tanto in 5 minuti sono sgozzati e squoiati tutto apposto? Le mucche nel recinto meccanicamente munte fino a quando, dopo un calo di produzione di latte vanno dritte al macello? È che dire degli animali uccisi nel periodo di caccia? Degli animali abbandonati? Dei pesci che diventano scatolette da conservare a lungo, eccetera eccetera, qui pare che nessuno si indigna. La verità è che certa gente non sa come occupare il tempo e quindi scarica le sue paranoie un po’ dove capita, facessero invece una corsetta nei boschi di modo da far prendere ossigeno al cervello.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA