tipress
BERNA 
18.07.2021 - 09:500

I casi in assistenza aumenteranno meno di quanto temuto

La stima di una crescita del 21% entro la fine del 2022 si è rivelata troppo cupa

Sulla base dei numeri che arrivano dai cantoni si può attualmente supporre che la progressione sarà della metà di quanto preventivato.

BERNA  - La Conferenza svizzera selle istituzioni dell'azione sociale (CSIAS) corregge al ribasso le sue previsioni relative a un massiccio aumento dei casi in assistenza, sulla scia del coronavirus.

La stima di una crescita del 21% entro la fine del 2022 si è rivelata troppo cupa, riferisce la NZZ am Sonntag. Verrà rivista, ha annunciato la CSIAS al domenicale. Sulla base dei numeri che arrivano dai cantoni si può attualmente supporre che la progressione sarà della metà di quanto preventivato.

La revisione è frutto dell'evoluzione positiva legata al continuo miglioramento delle prospettive economiche negli ultimi mesi, all'estensione del lavoro ridotto e ai vari programmi di aiuto Covid a livello federale e cantonale.

A titolo d'esempio anche Zurigo quest'anno non registra un aumento delle cifre dell'assistenza sociale, ha fatto sapere al giornale il consigliere di stato competente, Mario Fehr. L'attuale previsione della CSIAS è quindi «certamente esagerata».
 
 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-07-29 10:44:03 | 91.208.130.87