keystone
Attualità
25.06.2021 - 18:450
Aggiornamento : 20:36

In autunno la normalità «non è sicura»

Le previsioni restano incerte, avvertono Guy Parmelin e Ueli Maurer

Oggi i consiglieri federali hanno incontrato i partiti e i rappresentanti dei sindacati a Berna

BERNA - In Svizzera è lecito attendersi nei prossimi mesi un certo ritorno alla normalità per l'economia e la vita sociale, ma le previsioni per l'autunno e l'inverno restano incerte. È la conclusione che i consiglieri federali Guy Parmelin, Alain Berset e Ueli Maurer hanno tratto dagli incontri avuti oggi con esponenti di partiti, di governi cantonali, sindacati e datori di lavoro.

Nel Bernerhof, sede del Dipartimento delle finanze e in passato ex albergo di lusso, sono stati dapprima accolti i presidenti dei partiti e dei gruppi parlamentari, nonché il vice-segretario generale della Conferenza dei governi cantonali (CdC), riferisce un comunicato del Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR).

Il presidente della Confederazione Guy Parmelin ha illustrato la strategia di transizione per la politica economica approvata dal Consiglio federale il 18 giugno 2021, e articolata in tre fasi: normalizzazione, accompagnamento della ripresa e rivitalizzazione.

Grazie al miglioramento della situazione epidemiologica, al numero sempre più elevato di persone vaccinate e agli allentamenti preannunciati, nei prossimi mesi ci sarà un certo ritorno alla normalità che - ha detto il capo del DEFR - permetterà di abbandonare gradualmente le misure straordinarie di sostegno all'economia. Accompagnando la ripresa con un potenziamento temporaneo delle misure esistenti si aiuterà poi l'economia ad adattarsi alle nuove condizioni del mercato. Infine - ha aggiunto - la fase di rivitalizzazione servirà a incrementare il potenziale di crescita a lungo temine.

Ueli Maurer ha poi informato i presenti sulle ripercussioni finanziarie generali della crisi dovuta al coronavirus.

Alain Berset si è espresso circa la situazione attuale e le prossime tappe per i provvedimenti atti a contrastare l'epidemia. Secondo il ministro della sanità se la situazione continuerà a permetterlo ad agosto si procederà a ulteriori allentamenti. Al momento contagi e ospedalizzazioni continuano a scendere, e tutte le persone che lo desiderano dovrebbero riuscire a farsi vaccinare nelle prossime settimane.

In una seconda tavola rotonda, Parmelin ha incontrato i rappresentati dei sindacati, delle associazioni dei datori di lavoro, di altre associazioni economiche e della Conferenza dei direttori cantonali dell'economia pubblica (CDEP).

Dirigenti della Segreteria di Stato dell'economia (SECO) hanno esposto la situazione e le previsioni congiunturali nonché le misure nell'assicurazione contro la disoccupazione e nel mercato del lavoro. Anne Levy, direttrice dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), ha invece informato sulla situazione epidemiologica e fornito un aggiornamento in materia di test, vaccini e certificati. Infine, ha presentato il piano a medio termine per la gestione dell'epidemia previsto per l'autunno-inverno.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-22 13:49:39 | 91.208.130.86