Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
14 min
Un referendum contro l'olio di palma
Il sindacato agricolo Uniterre e il viticoltore Willy Cretegny contestano l'accordo di libero scambio con l'Indonesia approvato dal Parlamento
SVIZZERA
16 min
Il coronavirus mette le ali al franco
Bene rifugio per antonomasia, la nostra moneta segna un nuovo record sull'euro: era dal 2017 che la valuta europea non scendeva sotto l'1,07
FOTO
NIDVALDO
53 min
Come l'autogru riemerge dal lago
Il mezzo pesante era finito in acqua la mattina del 15 gennaio. A 30 metri di profondità, è stato assicurato con cavi d'acciaio
SVIZZERA
59 min
Thiam nel mirino della Finma per i pedinamenti
Direttore e Cda, se hanno violato le regole della buona gestione, potrebbero essere chiamati alle dimissioni
SVIZZERA
1 ora
Alexandra Karle a capo di Amnesty Svizzera
La 52enne vanta una lunga esperienza nel campo dei diritti umani e della comunicazione
VAUD
2 ore
Falso allarme bomba all’ospedale, fermato un minorenne
Il giovane è stato identificato e ascoltato ieri dalla polizia. Tutto sarebbe nato da un malinteso
ZURIGO
3 ore
«In ogni angolo della Svizzera ci sono dei sopravvissuti alla Shoah»
Si celebra oggi il 75° anniversario della liberazione di Auschwitz. La responsabile della fondazione elvetica Gamaraal: «Siamo in una fase critica»
ZURIGO
16 ore
Coronavirus, due casi sospetti a Zurigo
Due persone che recentemente hanno soggiornato in Cina si trovano al momento in quarantena al Triemli-Spital
BERNA
16 ore
Fermati due scassinatori di distributori automatici
Si tratta di un 27enne e di un 28enne, fermati da una pattuglia di polizia a Unterseen
DAVOS
17 ore
La delegazione del Congo non ha pagato l'hotel
Al WEF l'entourage del presidente Félix Tshisekedi ha soggiornato ad Arosa. Ma è ripartito senza saldare il conto
SVIZZERA
13.04.2018 - 10:290

Emissioni di gas serra "leggermente aumentate" rispetto al 2015

L'aumento è riconducibile principalmente a temperature più basse durante il periodo invernale e quindi a un maggiore consumo di energia

BERNA - Nel 2016 le emissioni di gas serra in Svizzera ammontavano a 48,3 milioni di tonnellate di CO2 equivalenti, ossia 0,4 milioni di tonnellate in più rispetto al 2015. L'aumento rispetto all'anno precedente è riconducibile principalmente a temperature più basse durante il periodo invernale e quindi a un maggiore consumo di energia.

L'inventario svizzero dei gas serra per gli anni 1990-2016 è stato inoltrato il 13 aprile 2018 al Segretariato dell'ONU sui cambiamenti climatici. Presenta un quadro completo delle emissioni di gas serra della Svizzera regolamentate dal Protocollo di Kyoto.

Edifici: meno 23 per cento rispetto al 1990

Le emissioni di gas serra del settore Edifici nel 2016 sono state pari a 13,2 milioni di tonnellate di CO2 equivalenti (eq-CO2), registrando quindi una diminuzione del 23 per cento rispetto al 1990. Dal 2005 tali emissioni sono tendenzialmente in calo. Le fluttuazioni annuali sono tuttavia considerevoli a seconda delle condizioni meteorologiche invernali, le quali determinano la necessità di riscaldare gli edifici. Queste variazioni indicano tuttora una notevole dipendenza dai combustibili fossili da parte del settore. A causa delle temperature invernali più basse, nel 2016 le emissioni degli edifici sono aumentate del 3,6 per cento rispetto all'anno precedente, pur attestandosi ancora al di sotto del valore che rappresenta l'obiettivo intermedio di meno 22 per cento valido per il 2015. Le emissioni del settore corrette in base alle condizioni meteorologiche sono diminuite rispetto all'anno precedente.

Industria: meno 16 per cento rispetto al 1990

Nel 2016 le emissioni di gas serra del settore industriale sono state pari a 10,9 milioni di tonnellate di CO2 equivalenti. Hanno quindi registrato un calo del 16 per cento rispetto al 1990. Rispetto all'anno precedente sono rimaste fondamentalmente invariate. Il leggero aumento delle emissioni generate dall'incenerimento dei rifiuti e dalla produzione di teleriscaldamento è stato pressoché compensato da un calo delle emissioni della raffinazione del petrolio.

Trasporti: più 3 per cento rispetto al 1990

Fino al 2008 le emissioni del settore dei trasporti avevano registrato un aumento del 13 per cento rispetto al 1990. Dal 2008 sono diminuite a causa del calo di emissioni di CO2 per chilometro. Questa tendenza è tuttavia compensata in gran parte dall'aumento dei chilometri percorsi. Nel 2016 le emissioni del settore ammontavano a 15,3 milioni di tonnellate di CO2 equivalenti, ovvero il 3 per cento in più rispetto al 1990. In confronto all'anno precedente sono diminuite di circa l'1 per cento. Negli ultimi anni l'aggiunta di biocarburanti ai carburanti convenzionali è aumentata considerevolmente e nel 2016 ha raggiunto una quota pari a circa l’1,5 per cento.

Altre emissioni

Dal passaggio al nuovo secolo le emissioni del settore agricolo sono rimaste sostanzialmente invariate a circa 6,5 milioni di tonnellate di CO2 equivalenti e sono diminuite di circa il 10 per cento rispetto al 1990. Nel 2016 le emissioni di gas serra sintetici hanno registrato per la prima volta un leggero calo, ma con 1,8 milioni di tonnellate erano notevolmente superiori a quelle del 1990. Infatti, la maggior parte delle loro applicazioni in sostituzione di sostanze che impoveriscono lo strato di ozono sono state introdotte solo negli anni '90. Rispetto al 2015 le emissioni dei prodotti refrigeranti sono rimaste invariate, mentre quelle generate da applicazioni speciali in ambito industriale per le quali esiste un accordo sugli obiettivi con il settore relativo alla riduzione delle emissioni sono state nettamente inferiori.

Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-27 10:44:26 | 91.208.130.89