Cerca e trova immobili

HCLLuca Gianinazzi, brividi da prima volta (bianconera)

08.10.22 - 23:47
«Sono stato buttato nell’acqua fredda a nuotare. Ho cercato di restare a galla»
Ti-press (Pablo Gianinazzi)
Luca Gianinazzi, brividi da prima volta (bianconera)
«Sono stato buttato nell’acqua fredda a nuotare. Ho cercato di restare a galla»
«Lugano, un sogno che si è realizzato».
Hockey - LNA08.10.2022

LIVE

Lugano
2 - 3
Davos
HOCKEY: Risultati e classifiche

LUGANO - Tensione per la “prima” in National League? Sì e no. C’è stata l’emozione, sicuramente, ma per tutti gli altri sentimenti, Luca Gianinazzi non ha avuto tempo: sabato mattina stava d’altronde pensando alla sua routine da allenatore dei giovani…

«La mia giornata? Mi sono svegliato presto - ha commentato il nuovo coach del Lugano - Alle 8.45 ero sul ghiaccio con i bambini di 3-4 anni, alcuni piangevano altri erano contenti… stasera mi sono trovato ad allenare una partita di Serie A, quindi è andata abbastanza velocemente. E nel frattempo ho fatto allenamento anche con la U20. Nel pomeriggio ho scoperto che ero l’allenatore del Lugano e ho cominciato a lavorare sulla partita di stasera. Quindi non ho avuto tanto tempo… è andato tutto abbastanza velocemente. Contro il Davos, nei primi due tempi, abbiamo messo la base a un gioco competitivo, ero molto soddisfatto. Nel terzo tempo si è invece visto che le nostre basi non sono ancora così profonde. Abbiamo fatto fatica, ma il risultato di oggi non è qualcosa che mi preoccupa e non è il mio focus principale. Adesso la mia concentrazione va su cosa possiamo migliorare, su cosa possiamo costruire, ci vorrà un po’ di tempo ma sicuramente cominceremo lunedì, al 100%».

La panchina bianconera più prestigiosa era un obiettivo?
«Dal primo giorno che ho cominciato ad allenare gli U20 a Lugano era il mio sogno. E oggi si è realizzato. Per la prima partita e spero che ce ne siano tante altre».

Partita che non hai avuto modo di preparare a fondo.
«Ho avuto la fortuna di essere stato un po’ con la prima squadra quando, ad agosto, ci sono stati gli allenamenti insieme agli Juniori. Ogni tanto andavo a guardare l’allenamento per imparare qualcosa, e vedevo certe dinamiche che si instaurano. E da lì sono andato semplicemente con il mio istinto, di pancia, e ho fatto delle scelte». 

Che ti porteranno a far giocare più con il disco.
«Credo tanto in due cose: il competere e il potersi divertire. Sono fondamentali. Competere è la base mentre il divertimento ti permette di essere non prevedibile in zona offensiva. E Arcobello è al 100% al centro del progetto». 

Lunedì da cosa si partirà?
«Ci ho già pensato ma ancora non mi sono dato una risposta. Domani mi prenderò il tempo. Ho delle idee in testa ma non ho avuto ancora il tempo di parlare con lo staff e con tutti i giocatori. Non è il mio show, non sarò io che farò tutto e deciderò tutto. Prenderemo delle decisioni insieme. Non so ancora se Cantoni rimarrà con me». 

Intanto, a freddo, hai già dovuto provarti.
«In realtà è stato meglio così: buttato nell’acqua fredda a nuotare. Ho cercato di restare a galla tutta la partita. È andata… ok. Non bene ma ok. Da lunedì sicuramente mi sentirò più a mio agio all’interno dello spogliatoio. Ho visto una squadra che fisicamente sta bene. Una squadra che è riuscita a competere per due tempi contro un rivale di ottimo livello, che ha fatto un ottimo inizio di campionato. A momenti siamo anche riusciti a metterli sotto pressione».

Ci sono giocatori più vecchi, altri che sono stati tuoi compagni di squadra…
«Penso che il mio tipo di approccio sarà inclusivo. Siamo dentro insieme in questo progetto io, lo staff e i giocatori. Prenderò io le decisioni ma lo farò dopo aver discusso con tutti. Cercheremo la miglior soluzione per la squadra». 

Tante assenze tra i componenti della prima squadra ti hanno dato la possibilità di provare tanti Elit. Uno ha segnato.
«Mi ha fatto piacere vedere Zanetti giocare. Ha fatto una buona partita e mi ha fatto piacere che abbia segnato il primo gol in Serie A. Gli faccio i complimenti. Anche Cortiana ha giocato una buona partita come centro della quarta linea, che non è mai facile. Per quel che mi riguarda, i giovani avranno la loro chance in ogni allenamento. Starà a loro trovare la loro dimensione e ritagliarsi un posto». 

Gianinazzi pensa a un parallelismo con Cereda?
«No. Lo stimo, lo ho avuto a Biasca da giocatore. Trovo che sia un bravo allenatore che sta facendo bene ad Ambrì. Ma gli unici parallelismi che vedo riguardano il fatto che siamo entrambi ticinesi e che ci chiamiamo entrambi Luca. A livello di gioco, idee e personalità siamo completamente diversi. Che vedono le cose non dico in maniera completamente diversa perché l’hockey è l’hockey, ma che hanno due sistemi di lavoro diversi. Quindi non mi paragono a lui e non lo farò mai anche per rispetto verso la sua persona».

C’è qualche allenatore del presente o del passato al quale ti ispiri?
«Cerco di rubare il più possibile dappertutto. Che sia l’hockey, il calcio, il basket. Ispirarmi… voglio essere me stesso e portare la mia personalità e persona all’interno dello spogliatoio».

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
CLASSIFICA
PLPuntiWLGFGAGDFORM
1Zurigo5210931916711057WWWLW
2Friborgo52102281317512451WLWLW
3Losanna5291251615812632WLWLW
4Zugo5287211616113526LLLWL
5Berna528520151451441WLWWL
6Davos5285231815612630LWWWW
7Lugano5279232316215111WWLLL
8Ambrì527920211531512LWWWW
9Bienne52741619139140-1LLLWW
10Ginevra52741922140155-15WLLLL
11Langnau52711721123159-36WLWWL
12Lakers52651826126151-25WLLWW
13Kloten52521229108177-69LLWLL
14Ajoie5239833111175-64WLLLL
Ultimo aggiornamento: 17.07.2024 15:22
COMMENTI
 

Geremia 1 anno fa su tio
Ci ha osato paragonarlo a Cereda ?????

Cula 1 anno fa su tio
Risposta a Geremia
Il Cereda si è giá visto te vedremo a suivre.

Ascpis 1 anno fa su tio
Tanti auguri Giana e forza Lügan

genchi67 1 anno fa su tio
Risposta a Ascpis
Sarai il primo a sparare a zero se le cose dovessero andare male.Spero di no è una brava persona prima di tutto

genchi67 1 anno fa su tio
Risposta a Ascpis
Anche io lo conosco di persona e ti assicuro molto meglio di te,considerato che siamo molto vicini.Con la risposta pensa ai tuoi dici tutto di che pasta sei

Ascpis 1 anno fa su tio
Risposta a genchi67
Nn ti smentisci mai, sei un poveretto

genchi67 1 anno fa su tio
Risposta a Ascpis
Grazie sai essere anche gentile, non dimenticare la cannuccia 😂😂😂😂

Ascpis 1 anno fa su tio
Risposta a genchi67
Nn penso proprio! Lo conosco di persona e confermo è una brava persona! Tu pensa ai tuoi

S.S.88 1 anno fa su tio
Complementi Luca!! Meritata posizione!

Gus 1 anno fa su tio
Da buon luganese non abbonda in modestia

Evry 1 anno fa su tio
Risposta a Gus
Ha già starnazzato troppo ! Umiltà e modestia ....... cmq Forza Lugano

sergejville 1 anno fa su tio
Risposta a Gus
infatti il più modesto di tutti è il locarnese-leventinese- massagnese-luganese (si fa per dire) Pippo Lombardi

cle72 1 anno fa su tio
Risposta a Evry
Ha solo espresso la sua filosofia. Nel frattempo l'altro che non parlava ciaone! Sei proprio fuori di testa, ma un pensiero intelligente, lo sai fare?

KeepCalm 1 anno fa su tio
Risposta a Evry
Ha solo risposto a delle domande..sai come funzionano le interviste? Comunque meglio starnazzare troppo ma con cervello che troppo poco sparando sentenze a random..goditi la domenica che è meglio!!

Evry 1 anno fa su tio
Risposta a cle72
Filosofia da "Green-Horn" fra qualche anno sara anche lui un allenatore.... vecchio. cmq auguri ma la pazienza ha un certo limite.
NOTIZIE PIÙ LETTE