TiPress/archivio
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
CHAMPIONS LEAGUE
8 ore
Manita Barcellona, è festival del gol
Colpaccio United in casa del PSG. Borussia maltrattato dalla Lazio.
COPPA SVIZZERA
8 ore
Travolto il Dübendorf, Lions agli ottavi
Hollenstein e soci sfideranno la vincente di Oberthurgau-Lugano.
HCAP
9 ore
L’Ambrì piange ancora dopo il 60’
Biancoblù ripresi e battuti dai vodesi, impostisi 2-3 alla Valascia.
SWISS LEAGUE
9 ore
Overtime amaro per i Rockets
I ticinesi sono caduti 2-3 in casa contro l’Academy.
CHALLENGE LEAGUE
10 ore
Quattro schiaffi al Chiasso
Rossoblù travolti dai vodesi: 4-1 il risultato finale.
CHAMPIONS LEAGUE
10 ore
EuroPirlo, si sprinta
Buona la prima europea per il nuovo mister bianconero: 2-0 pesante alla Dinamo.
MOTOMONDIALE
11 ore
«Vale era un killer, ora si accontenta di un quinto posto. È triste...»
L'australiano a otto anni dall'addio alle competizioni: «Non c'è alcuna possibilità che torni a gareggiare»
SUPER LEAGUE
14 ore
Servette: due positivi
Jérémy Frick e Anthony Sauthier sono risultati positivi al tampone
CICLISMO
14 ore
16esima tappa a Tratnik
Lo sloveno si è imposto, dopo una lunga fuga, nella frazione Udine-San Daniele del Friuli. Almeida resta in rosa
SERIE A
14 ore
«Non so se il campionato finirà. Ronaldo? Si sente al di sopra di tutto»
Spadafora, ministro dello Sport, parla della Serie A e punge ancora CR7: «Il protocollo funziona, se viene rispettato»
TENNIS
18 ore
«Non parlo con Djokovic da due mesi»
Il basilese tra programmi per il futuro e preoccupazione per il presente.
LUGANO
18 ore
Keely Moy rinforza le Ladies
La giovane attaccante, sorella di Tyler Moy, è già sbarcata alla Cornèr Arena
HCAP
25.05.2020 - 08:000
Aggiornamento : 22:11

«Salary cap, licenze e retrocessioni: giusto riflettere a 360°»

Luca Cereda: «Dal 1. giugno comincerà il secondo blocco della preparazione. Flynn e D'Ags? Ci raggiungeranno in luglio»

AMBRÌ - Da una parte le incertezze legate al Covid-19, dall’altra una preparazione da portare avanti e un roster da completare. È questa la situazione alla quale sono confrontati tutti i club di National League, che normalmente di questi tempi si allenerebbero a secco tra ripetute, palestra ed esercizi in gruppo. Ricevuto già dall’11 maggio il via libera per le sedute collettive, nelle varie società regna comunque il buon senso e la prudenza.

«Ad Ambrì abbiamo appena finito un primo blocco di tre settimane, dove ogni giocatore si è allenato a casa seguendo il nostro programma - interviene coach Cereda, alla sua quarta stagione alla guida dei biancoblù - Ora abbiamo di fronte un’altra settimana di lavoro individuale, dopodiché dal 1. giugno comincerà il secondo blocco e valuteremo se iniziare in piccoli gruppetti. Vogliamo rispettare la situazione sanitaria e vale la pena restare cauti».

Oltreoceano stanno lavorando anche Matt D’Agostini e Brian Flynn, freschi di rinnovo.
«Siamo felici di continuare insieme, sono due giocatori che ormai conosciamo bene e già questo è un vantaggio. Si va avanti con continuità e con due elementi che si trovano benissimo nell’ambiente biancoblù. Sono reduci da un’ottima stagione dove hanno dato tanto al gruppo sia in pista che fuori. Preparazione? Loro rientreranno in Ticino a fine luglio, per quando inizieremo sul ghiaccio. C’è anche la possibilità che tornino un po’ prima per fare una parte della preparazione a secco con noi, ma in questo momento è ancora difficile fare previsioni».

Nell’ultima Assemblea della Lega sono state prese decisioni importanti. Introdotti i pre-playoff e congelate le retrocessioni per il prossimo anno. Resta in sospeso la questione legata agli stranieri (da 4 a 8) e l’addio alle licenze svizzere. Cereda cosa ne pensa?
«Della questione degli stranieri non so quanto se ne sia realmente discusso e come si svilupperà in futuro. Ad ogni modo credo che questa sia l’occasione giusta per riflettere a 360° su come migliorare il nostro hockey. Non solo per la prossima stagione, ma sul medio-lungo termine. Trovo giusto discutere anche di un possibile tetto salariale. Poi, se devo dire la mia sull’aumento degli stranieri, personalmente sono contrario. Credo che si andrebbero a snaturare le squadre togliendo via via la loro identità. A livello giovanile, i ragazzi che vengono da noi e poi “ottengono” la licenza svizzera portano qualcosa. Come livello e come competitività. Penso che sarebbe un peccato perdere questa possibilità. D’altro canto, mentre la Nazionale maggiore sta crescendo costantemente, a livello giovanile ci siamo un po’ staccati dalle migliori. Insomma non è semplice e sono tanti gli aspetti da considerare». 

Nessun dubbio invece sulla bontà della formula che prevede i ”pre-playoff”.
«Sono intriganti, ci saranno due squadre in più che entrano nella corsa al titolo. È una buona mossa, un qualcosa che avevo sperimentato anche da giocatore in Nordamerica qualche anno fa. È una formula che funziona bene e non vedo lati negativi». 

La retrocessione congelata per un anno sembra invece una scelta logica che permetterà ai club di lavorare con maggior serenità.
«Sì e no. Ormai, per il prossimo anno, le squadre erano già praticamente fatte prima di questa decisione. È qualcosa di positivo, ma bisognerebbe ragionare sul medio-lungo termine. Si potrebbe pensare se non sia il caso di estendere questo blocco anche nei prossimi anni, quando la crisi legata al Covid-19 si farà ancora sentire per le società. Favorevole a una Lega chiusa nei prossimi 5 anni? Sì. Sarebbe una misura concreta per far crescere i giovani. Toglierla solamente un anno cambierebbe poco a livello di pianificazione. Mentre in 5 anni i vari direttori sportivi avrebbero più facilità nel pianificare e sostituire dei giocatori con dei giovani. Per chi, in questo momento, gioca nelle giovanili e ha 15-16 anni, si aprirebbero scenari davvero interessanti».

HOCKEY: Risultati e classifiche

TiPress/archivio
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 4 mesi fa su tio
Preparazione nella PlayOut Arena.... auguri
albertolupo 4 mesi fa su tio
Cereda decisamente uno che vede molto oltre la punta del naso… Tetto salariale e lega aperta solo a chi rispetta parametri di gestione aziendale. Nordamericani maestri in questo campo. Lo sport è un'attività economica e come tale la trattano.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-21 07:22:26 | 91.208.130.87