Immobili
Veicoli
Reuters, archivio
BARCELLONA
21.06.2022 - 17:010
Aggiornamento : 21:23

Samuel Eto'o ammette il suo reato: «Riconosco i fatti e pagherò»

L'ex attaccante camerunese avrebbe sottratto alle casse dello stato spagnolo quasi quattro milioni di euro.

L'evasione fiscale risale al periodo fra il 2006 e il 2009, momento in cui vestiva la casacca del Barcellona.

BARCELLONA - Stando a "Marca" Samuel Eto'o è stato condannato in Spagna per aver evaso il fisco, poiché avrebbe sottratto alle casse dello Stato una cifra che si avvicina ai quattro milioni di euro.

Il fatto in questione risale al periodo tra il 2006 e il 2009, quando il 41enne mise in tasca una ricca somma - non dichiarandola come reddito tassabile e cedendola a due società, una ungherese e l'altra spagnola, pagando aliquote bassissime - in seguito al trasferimento dei suoi diritti d'immagine alla Puma e al Barcellona. L'ex attaccante camerunese ha accettato la sentenza a 22 mesi di reclusione e insieme a lui è stato condannato anche il suo ex procuratore José Maria Mesalles, punito a sua volta per un anno. Le esecuzioni delle sentenze saranno in ogni caso sospese, visto che nessuno dei due ha precedenti penali e che gran parte del montante era già stato restituito. «Riconosco i fatti e pagherò», sarebbero state le parole di Eto'o in tribunale. «Faccio però notare che all'epoca ero un bambino e che ho sempre fatto ciò che mio padre mi chiedeva».

Da segnalare che l'africano dovrà sborsare 1'810'310 euro per ciascuno dei quattro reati nei confronti dell'erario pubblico, ma ha anche fatto causa proprio a Mesalles - multato invece con 905'155 euro - muovendogli svariate accuse, fra le quali l'appropriazione indebita nella gestione dei suoi beni. 

CALCIO: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch (ALEJANDRO GARCIA)
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-06-27 04:18:18 | 91.208.130.87