Keystone/archivio
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
DAKAR
1 ora
Follia alla Dakar, si infuria col co-pilota e lo abbandona nel deserto
Dakar, clamoroso retroscena: una storia grottesca ha caratterizzato l’undicesima tappa
SERIE A
10 ore
Lazio padrona, Roma travolta 3-0 nel derby
I giallorossi crollano sotto i colpi di Immobile e Luis Alberto. I biancocelesti rientrano nella corsa Champions
NATIONAL LEAGUE
10 ore
Il Friborgo non fa sconti, le Aquile piegano lo Zurigo
I Dragoni hanno superato 5-2 il Rappi. Asselin affonda i Lions all'overtime (3-2). Il Bienne passa a Langnau
HCL
10 ore
Troppo Zugo, Lugano costretto ad inchinarsi
I Tori hanno espugnato la Cornèr Arena con un netto 5-1.
HCAP
11 ore
L’Ambrì non sfonda e resta a bocca asciutta
Gli uomini di Cereda, volenterosi ma poco pungenti, sono stati sconfitti 2-0 dal Davos. Reti di Knak ed Herzog.
COPPA SVIZZERA
12 ore
Rinviata la finale di Coppa
La SIHF ha comunicato diversi cambiamenti nel calendario. Riprogrammate sei sfide del Lugano, tre dell'Ambrì
MILANO
13 ore
Zanardi, la lotta continua: «Passi avanti e indietro, sarà ancora lunga»
Daniela Manni ha fornito nuovi aggiornamenti dopo la notizia secondo cui il campione ha ripreso a comunicare.
SUPER LEAGUE
15 ore
Servette nelle grinfie del Covid: salta anche il match col Lugano
I granata resteranno in quarantena sino al 26 gennaio. Sono due le gare rinviate
SUPER LEAGUE
16 ore
«Gioco e risultati, è cambiata la percezione del Lugano»
Jacobacci ha parlato del lavoro svolto in queste settimane e lanciato la sfida del Tourbillon: «Abubakar non ci sarà».
NATIONAL LEAGUE
19 ore
Il Covid ferma ancora il Losanna
Rinviata un'altra sfida dei vodesi. Martedì 19 si giocherà invece Bienne-Davos
NATIONAL LEAGUE
19 ore
Davos & Zugo sia per l'Ambrì sia per il Lugano
I biancoblù vogliono confermare il successo con il Ginevra, mentre i bianconeri puntano a riscattare il ko con i Lions
NHL
21 ore
Josi infinito, superato anche Streit
Il difensore e capitano dei Predators è diventato il miglior marcatore svizzero di sempre in NHL (450 punti)
DAKAR
21 ore
Peterhansel re del deserto
Una triste notizia mette però in ombra la 14esima vittoria del francese (8a fra le auto) e la prima di Benavides (moto)
SUPER LEAGUE
1 gior
«Bisogna portare la nave in porto senza troppi danni»
Nel weekend, con Sion-Lugano, c’è già il primo assaggio di Super League. La parola a Marco Degennaro, dg dei vallesani.
SERIE A
1 gior
Mandzukic-Milan: il matrimonio si può fare
La formazione rossonera sta valutando l'attaccante croato per rinforzare il proprio reparto offensivo.
SERIE A
1 gior
La Dea non delude e raggiunge le grandi nei quarti
L'Atalanta ha steso il Cagliari con il punteggio di 3-1
COPPA ITALIA
1 gior
Impresa della Spal: Sassuolo ko
La compagine di Serie B ha espugnato il campo dei più blasonati avversari con il punteggio di 2-0
MOTO GP
1 gior
«Con la cocaina va tutto bene, mentre condannano gli innocenti a 4 anni»
Duro sfogo di Andrea Iannone in seguito alle nuove regole sul doping e sull'uso delle sostanze stupefacenti.
FORMULA 1
1 gior
Leclerc positivo al Covid: «Sintomi lievi»
Il pilota della Ferrari si trova già in isolamento nella sua casa a Monte Carlo
CANTONE
03.04.2020 - 06:000
Aggiornamento : 04.04.2020 - 09:33

Covid-19, paura e speranza: «Il primo tampone era negativo, il secondo no: con la quarantena si è evitato un disastro»

Tamponi, squadre blindate e isolamento ad Abu Dhabi: la testimonianza di Mauro Gianetti, dirigente della Uae Emirates.

L'ex ciclista, argento ai Mondiali del '96, ha dovuto prendere una decisione importante dopo la sospensione dell'UAE Tour: «Potevamo rientrare, ma non ho voluto correre rischi. Per Ulissi, lontano dalla moglie, è stata durissima: in quei giorni è nata sua figlia»

ABU DHABI - «Sarebbe bello svegliarsi e scoprire che è tutto uno scherzo, tanto più in questi giorni con il primo d’aprile appena passato», esordisce così il ticinese Mauro Gianetti, Ceo e Team Principal della Uae Emirates, che ha avuto 8 persone - tra corridori e membri dello staff - positive al Covid-19.

Se la pandemia ha travolto tutto e tutti, con eventi cancellati o posticipati in Europa come nel resto del mondo, il 56enne - medaglia d’argento ai Mondiali del 1996 - ha visto da vicino gli effetti e le conseguenze del virus, dovendo anche affrontare una quarantena al W Hotel di Abu Dhabi.

Una testimonianza importante, un racconto che inizia da fine febbraio, quando è scoppiato il caos all’UAE Tour dopo l'irruzione del Covid-19.
«Ci trovavamo in hotel, quando è arrivata la notizia dei primi contagi che hanno scosso la carovana e sancito la fine della corsa - esordisce il dirigente ticinese - Tutte le squadre e il seguito del Giro, compresi i media, sono stati subito sottoposti ai tamponi sanitari. Era un giovedì e siamo stati messi in quarantena in attesa dei risultati. Due giorni dopo li abbiamo ricevuti e, per tutti, l’esito era negativo. A quel punto avremmo potuto decidere di tornare a casa, anche per lasciare un possibile epicentro di contagio».

Mauro Gianetti, intuendo il pericolo, ha però agito con lucidità. 
«A fine febbraio non eravamo ancora in questa situazione, dove tutti sanno con esattezza i rischi e le tempistiche legate al coronavirus. Ho riflettuto e, pensando al periodo d’incubazione, non me la sono sentita di optare per un ritorno a casa. Ho preferito che tutto il team aspettasse l’esito di un secondo tampone».

Una scelta saggia…
«Due giorni dopo in 8 erano positivi: Gaviria, Richeze e 6 membri dello staff. Quasi tutti asintomatici. Immaginiamoci cosa sarebbe potuto accadere se fossimo rientrati a casa. Tutti avremmo continuato le nostre vite in maniera normalissima, con il rischio di contagiare i nostri cari e altre persone. Si può dire che con prudenza e prevenzione è stato evitato un disastro. In un primo momento, quando dissi che non tornavamo a casa per non prenderci dei rischi, non tutti però avevano capito la gravità della situazione. C’è chi mi diceva: “Ma no… c’è la Tirreno-Adriatico, un nostro obiettivo”. In fondo è normale perché non c’era ancora stato un clic. Poi però è saltato tutto. Oggi, riparlandone, mi dicono “Grazie Mauro, per fortuna siamo rimasti. Avremmo creato un danno alle nostre famiglie”».

Raccontaci della quarantena. Com’è stato l’isolamento in hotel?
«C’era incertezza e c’è stata paura, ma è uscito anche un grande spirito di squadra. Nei vari gruppi in Whatsapp ci tenevamo in contatto e sostenevamo chi stava male, come chi è stato portato in ospedale. Si può dire che abbiamo condiviso situazioni uniche. Su tutte la storia di Diego Ulissi, con sua moglie che proprio in quei giorni doveva partorire e ha avuto una bambina. Per lui è stata durissima non poter tornare ad assisterla. Lo si vedeva anche dagli sguardi. Ci parlavamo dai balconi dell’hotel e cercavamo di tenerlo su di morale. In quei giorni siamo diventati tutti zii della piccola Anna. È stato difficile, ma siamo riusciti anche a condividere una gioia, un segno di speranza».

Dopo due settimane buona parte del team è potuto rientrare, ma purtroppo c’è anche chi si trova ancora negli Emirati.
«Gaviria, il mio braccio destro Andrea Agostini e un meccanico sono ancora là. Finché due tamponi non risultavano negativi a 24 ore di distanza, non potevano lasciare l’ospedale. Ora sono guariti, ma i voli nel frattempo sono stati sospesi. Devono attendere un aereo per poter tornare a casa».

Gianetti invece è rientrato in Ticino a metà marzo, con il nostro Cantone che aveva appena chiuso i battenti.
«L’abbiamo imparato sulla nostra pelle e ormai è chiarissimo, il virus va contrastato con misure forti. Disinfettanti, mascherine e distanze sociali: le basi insomma. Ora, anche per tutti gli sportivi, non c’è il timore di perdere la condizione fisica, ma quello di perdere qualcuno dei propri cari. Questa crisi epidemica è una sfida per tutti. Con disciplina ne usciremo».

SPORT: Risultati e classifiche

Keystone/archivio
Guarda le 4 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Loredana Vavassori 9 mesi fa su fb
Il tampone dovrebbe essere fatto se si ha già dei sintomi ben chiari legati al virus..
chiodone50 9 mesi fa su tio
sembra che chi arrivi a Kloten anche con Edelweiss non venga controllato, qualcuno puo`smenttirmi ? ne sarei felice
york11 9 mesi fa su tio
Cavoli! Hanno passato la stagione invernale a doparsi per nulla... che peccato.
Brigitte Luescher 9 mesi fa su fb
Ecco primo tampone negativo secondo positivo ? Come può succedere una cosa del genere ? Ma mi chiedo questi tamponi sono sicuri o no ?
Andrea Olti 9 mesi fa su fb
è spiegato nell'articolo
Elisa Rizza Radziszewiski 9 mesi fa su fb
Brigitte Luescher ci sono purtroppo anche falsi negativi, in percentuale bassa ma ci sono... Io ho fatto un tampone il primo giorno dell'inizio dei sintomi ed era negativo ma sono quasi sicura di aver avuto il covid, i sintomi li ho avuti tutti... La mia dottoressa mi ha messa comunque in quarantena per 2 settimane... Boh, non si capisce più niente.. 😩
Riccardo Prezioso 9 mesi fa su fb
Brigitte Luescher tante volte vedo alla tv professionisti che fanno il tampone ai pazienti in maniera totalmente errata. Questa potrebbe essere una spiegazione che non è stata mai presa in considerazione...
Andrea Olti 9 mesi fa su fb
a parte i falsi negativi che in percentuale sono molto pochi, in incubazione si risulta negativi
Evry 9 mesi fa su tio
Se sono questi i suoi problemi mi chiedo seriamente............
Evry 9 mesi fa su tio
SAe sono questi i suoi problemi mi chiedo seriamente............
Evry 9 mesi fa su tio
Beato Lui che non h altri fastidi e nient'altro da pensare......
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-16 09:10:24 | 91.208.130.87