SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
HCL
1 ora
Il Lugano non dimentica gli abbonati della scorsa stagione
Il club bianconero ha deciso di rimborsare i tifosi che avrebbero avuto il diritto di assistere agli ultimi tre match
SWISS LEAGUE
2 ore
Rockets & Losanna: continua la collaborazione
Importanti novità per i ticinesi: si giocherà sempre a Biasca, nel CdA entra Tami e Frigerio è il nuovo vice-presidente
SERIE A
2 ore
L'avventura di Balotelli è giunta al capolinea: «Siamo tutti delusi»
Il presidente del Brescia Massimo Cellino ha probabilmente chiuso le porte a Super Mario: «Gli ho voluto bene»
FORMULA 1
3 ore
35 anni di attesa non bastano: il coronavirus rovina i piani a Zandvoort
Gli appassionati olandesi di F1 aspettavano dal lontano 1985 di veder sfrecciare le monoposto di F1 sul circuito di casa
SUPERLIGAEN
3 ore
Il calcio riparte in Danimarca: tifosi allo stadio con... l'app Zoom!
Questa sera scenderanno in campo Agf e Randers e per l'occasione è prevista un'iniziativa digitale storica
SWISS LEAGUE
6 ore
Con Monnet (e Bezina), il Sierre fa sul serio: «Cittadina passionale, mi ricorda Ambrì»
L'attaccante 38enne: «Sono contento di aver ritrovato Goran dopo le avventure vissute insieme in Nazionale»
FORMULA E
15 ore
Daniel Abt paga a caro prezzo la sua leggerezza: licenziato!
Il pilota tedesco ha ricevuto il benservito dall'Audi e ora dovrà trovare una nuova sistemazione
SUPER LEAGUE
16 ore
«Ripresa? Non si mette molto bene»
Angelo Renzetti, presidente del Lugano: «Non si tratta tanto di far felice qualcuno, ma di essere coerenti»
BUNDESLIGA
18 ore
Il Lipsia fallisce l'aggancio, Favre può tirare un sospiro di sollievo
La terza forza del campionato non è andata oltre al 2-2 casalingo contro l'Hertha. In Hoffenheim-Colonia rete di Zuber
LONDRA 2012
19.07.2012 - 20:210
Aggiornamento : 24.11.2014 - 23:00

Da Ligornetto a Londra: Irene Pusterla e il suo sogno olimpico

L'atleta ticinese in conferenza stampa ha illustrato il cammino seguito per arrivare alle Olimpiadi, condito dalle emozioni e dalla fiducia che il suo allenatore, Andrea Salvadè, le ha sempre dato

CHIASSO – Il prossimo 7 agosto 2012 sarà una data che Irene Pusterla non potrà certo dimenticare facilmente. Sarà quella la data in cui la ticinese affronterà la sua gara olimpica del salto in lungo. Una gara, una manifestazione, una competizione, un sogno inseguito e cercato tramite un lavoro lungo quattro anni, che resterà per sempre nella sua storia.

“È come coronare un sogno, abbiamo lottato e lavorato duramente per raggiungere quest’obiettivo”, sono state le parole comuni di Irene Pusterla e del suo fido allenatore Andrea Salvadè.

Più che un allenatore, un vero e proprio mentore. È lui la vera forza di Irene; lo si intravvede dalle parole e dagli sguardi complici che si sono scambiati durante la conferenza stampa di presentazione del “sogno olimpico” tenutasi oggi, giovedì 19 luglio allo Stadio Comunale di Chiasso.

“È una conferenza stampa storica, è il raggiungimento dei nostri obiettivi, della realizzazione di un vero e proprio progetto. Abbiamo lottato senza farci abbattere dai problemi e dagli imprevisti”, ha voluto sottolineare sempre Salvadè.

Si, perché il processo di avvicinamento a Londra 2012 non è stato tutto rose e fiori per l’atleta della Vigor Ligornetto: le misure che in gara non arrivavano, una fiducia che rischiava di venire meno e un leggero infortunio patito settimana scorsa. Per fortuna tutti questi problemi sono stati spazzati via dal 6m66 saltato il 20 giugno scorso a Chiasso e dai controlli medici effettuati durante gli ultimi giorni.

Irene sta bene ed è carica per la gara olimpica: “Non è stato piacevole sentire quel leggero infortunio al tendine anche perché fisicamente stavo iniziando a essere al 100%, ma ora è tutto risolto. Sono orgogliosa di poter partecipare alle Olimpiadi, dove non avrò nulla da perdere. Il mio obiettivo? È quello di saltare come so, di dimostrare che posso mantenere il mio livello anche su tutte le pedane e con ogni condizione meteo. La pedana di Chiasso è speciale, ma mi sto abituando a saltare anche su tutte le altre”.

Londra aspetta quindi la saltatrice ticinese, Irene aspetta Londra; ma quest’attesa sarà un po’ più lunga di quanto la Pusterla avrebbe voluto:  “Si, salterò la cerimonia d’apertura perché in quei giorni sarò a St. Moritz per gli ultimi allenamenti, per essere pronta per la gara ed evitare distrazioni. Arriverò a Londra solo il 4 agosto, tre giorni prima della gara. Mi godrò quella di chiusura”.

A Londra, al suo fianco ci sarà ovviamente Andrea Salvadè che ha ottenuto anche lui il pass per Londra. Il pass dello staff di Swiss Olympic: “È fantastico anche perché ciò significa che potrò stare vicino a Irene anche nelle fasi della gara, aiutandola a concentrarsi e ad avere fiducia in sé stessa”.

Non resta che augurare loro buona fortuna, nella speranza che tutti i sacrifici fatti, verranno ripagati con un salto esemplare.

SPORT: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-28 14:59:28 | 91.208.130.87