Stefano Introzzi
L'OSPITE
26.09.2020 - 21:270

Ultima possibilità

Stefano Introzzi, presidente TIResidenti.

In Svizzera negli ultimi 13 anni sono immigrate 1 milione di persone; di queste solo circa il 20% è immigrato nel nostro Paese per ricoprire posizioni altamente specializzate mentre la gran parte dell'immigrazione riguarda il ricongiungimento familiare che spesso poi utilizza il nostro sistema sociale, per ben il 50% beneficiato da stranieri.

In Ticino in particolare, da quando è in vigore la libera circolazione, il numero dei frontalieri è più che raddoppiato (da 33'000 persone a 68'000) così come è quasi raddoppiata la disoccupazione (dal 4% al 7,1%) e i sottoccupati sono passati da 8'000 a 20'000 portando il rischio povertà a livelli davvero preoccupanti.

La sostituzione di residenti ultra50enni con frontalieri a metà prezzo è all'ordine del giorno in Ticino, i casi di dumping salariale si sprecano mentre i sindacati stanno alla finestra a guardare, (a parte quando si rivolgono ai cittadini residenti svizzeri per ottenere il voto necessario a entrare nelle Istituzioni...).

Torniamo a un mercato del lavoro che scelga e paghi le competenze e non più che, a pari competenze, scelga chi accetta di essere pagato molto meno potendo comunque vivere nel benessere oltreconfine. Domani votiamo un SI convinto alla limitazione dell'immigrazione, per noi, per i nostri ragazzi, per la salvaguardia del nostro Paese.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-28 07:13:19 | 91.208.130.87