Reuters
MONDO
17.11.2021 - 19:300
Aggiornamento : 21:41

Super-ricchi attratti dalle criptovalute? Una tendenza c'è

In generale, quasi una famiglia ultra-facoltosa su tre ha già deciso d'investire in Bitcoin, Ethereum et similia

ZURIGO - Il 28% delle famiglie ultra-facoltose, a livello globale, ha già investito nelle criptovalute. Un altro 28% prevede invece di aumentare la propria riserva in Bitcoin, Ethereum et similia nel corso del prossimo anno. Il 42% concorda invece che siano un investimento promettente e degno d'interesse.

È quanto riporta un sondaggio condotto dall'agenzia di consulenza Campden Wealth, che ha interpellato 385 family office a livello internazionale (cioè società che gestiscono uno o più patrimoni familiari).

In sintesi, mentre il dibattito sulle criptovalute continua, più famiglie stanno iniziando a conoscere il mondo cripto e procedendo con degli investimenti iniziali. Tuttavia, data la volatilità del mercato, questi investimenti costituiscono generalmente solo una piccola parte dei loro portafogli e sono fatti come un mezzo per diversificare ulteriormente i loro investimenti ed esplorare un settore emergente con un alto potenziale. 

Bitcoin ed Ethereum sono passati di record in record nelle ultime settimane (il primo ad oggi tocca i 58'000 dollari). L'interesse sta aumentando anche presso i grandi investitori e persino presso i fondi pensione. Molti gestori patrimoniali tradizionali, come le banche private elvetiche, stanno creando offerte in questo campo per i loro clienti. A spingere la domanda di questi attivi sono i persistenti timori di inflazione e la paura di perdersi qualcosa che sta evolvendo in modo lucrativo.

Finora la loro quota delle criptovalute nel patrimonio familiare totale è comunque solo dell'1%, la stessa di quella dei metalli preziosi. Le azioni rappresentano la percentuale maggiore, seguita dagli immobili. Va comunque notato che i family office sono considerati piuttosto conservatori: molti di essi hanno infatti soprattutto il compito di preservare i beni loro affidati.

Dall'indagine emerge anche che i family office gestiscono patrimoni familiari in media di 1,1 miliardi di dollari. La Svizzera è - dopo il Regno Unito - uno dei principali centri di questa attività in Europa.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
T. 1 sett fa su tio
se i magistrati vogliono comandare, invece che servire, si facciano eleggere a vita dal popolo , altrimenti devono sottostare, alle leggi ed al popolo sovrano, per cui ai loro rappresentanti, liberamente eletti.
Elisa_S 1 sett fa su tio
E solo un grande teatro il mondo delle criptovalute. Faccio fatica a capire come si possano investire in cose che non vedi e non tocchi (virtulali). Allora decisamente meglio le azioni che almeno sono legate ad un qualcosa che esiste, produce o fornisce servizi....(insomma monitorabile e meglio prevedibile seguendo la fonte). Le criptovalute sorry ma sono davvero a scatola chiusa. Ma se uno ha un sacco di soldi e non sa più dove investire...
Dalu 1 sett fa su tio
Io ho di meglio, ma me lo tengo per me😜
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-01 09:50:12 | 91.208.130.87