Cerca e trova immobili
Imbrattato l'albero di Gucci a Milano

MILANOImbrattato l'albero di Gucci a Milano

29.12.23 - 14:30
Ultima Generazione. «Lo spazio deve essere utilizzato per iniziative sociali invece che per promuovere il consumismo»
X
Imbrattato l'albero di Gucci a Milano
Ultima Generazione. «Lo spazio deve essere utilizzato per iniziative sociali invece che per promuovere il consumismo»

ITALIA - Gli attivisti del movimento ambientalista Ultima Generazione hanno organizzato un nuovo blitz dimostrativo nel centro di Milano la mattina del 29 dicembre. Durante l'azione, l'albero di Natale firmato Gucci nell'Ottagono è stato imbrattato con vernice arancione, replicando quanto già fatto in precedenza su altri monumenti cittadini. Hanno scalato la pedana che sorregge l'installazione, e lanciato il liquido sull'albero, manifestando la loro richiesta per la creazione di un fondo di 20 miliardi per riparare ai danni che l'ambiente sta subendo a causa dell'uomo.

Sui loro canali social, l'azione è stata descritta come una protesta contro «un'azienda che fattura 10 miliardi l'anno ma che contribuisce con solo un milione a opere di beneficenza, continuando a sostenere uno stile di vita lussuoso e consumistico». Gli attivisti hanno criticato l'albero di Gucci come simbolo di uno stile di vita insostenibile, suggerendo che lo spazio della Galleria Vittorio Emanuele potrebbe invece essere utilizzato per iniziative sociali invece che per promuovere il consumismo. La nota conclusiva chiede al sindaco Sala di destinare i fondi del "Gift of Love" a sostegno delle persone a basso reddito o a progetti più significativi.

Come sempre, ad azione conclusa, si sono sdraiati per terra aspettando di essere portati via dalle forze dell'ordine.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Zampadicapra 6 mesi fa su tio
Speriamo almeno la vernice sia bio … che povertà. Azione inutile e priva di efficacia. Cacciatori di like falliti… non vi si fila più nessuno. Fate solo danni!

John Wayne 6 mesi fa su tio
Vedendo il video, ha tirato su un peso morto, roba da "le comiche" hoooo issaaaa!

Hardy 6 mesi fa su tio
L'albero è terribile, degna immagine del milanese medio e boccalone che se la Ferragni di turno glielo dicesse andrebbe in giro pure con uno spazzolone del gabinetto in testa. Quanto a Ultima Generazione....spero davvero siano l'ultima generazione di gente simile.

John Wayne 6 mesi fa su tio
Ieri ero a Milano, ma una schifezza simile non l'avevo mai vista in Galleria, peggio dello spelacchio di Roma! E già ieri giravano 3-4 personaggi che facevano foto e guardavano se c'era in giro la sicurezza ed i Ghisa (con la divisa storica, è molto bella), poi se ne sono andati in tutta fretta, si vedeva che negli zaini e sacchetti c'era qualcosa di pesante.

Ro Chi 6 mesi fa su tio
gufo1 le azioni spettacolari non sono ancora iniziate. ne vedrai di alberi del capitalismo (altro che natale) colorati, e strade bloccate =)

Gufo1 6 mesi fa su tio
Risposta a Ro Chi
Ro Chi - che bello giocare al piccolo proletario che lotta contro il malvagio capitalismo. Anacronistica visione del mondo. Nel capitalismo ci sei dentro fino al collo anche tu. Ne è la prova il fatto che tu stia usando prodotti di consumo (compreso il dispositivo per scrivere in questo blog) e migliaia di altri oggetti che ti corcondano. Che illuso.

Gufo1 6 mesi fa su tio
Invasati *progressisti". Talmente tolleranti nel pensiero da essere assolutamente intolleranti nei fatti. Le manifestazioni dei loro colleghi ambientalisti con i blocchi selvaggi del traffico hanno dimostrato in occasione delle ultime elezioni politiche in diverse parti d'Europa (come anche da noi) di provocare ora l'effetto contrario. La gente si è assuefatta. Azioni a tutti i costi spettacolari hanno stufato.

Veveve 6 mesi fa su tio
Glielo farei ripulire tutto con la loro lingua fino all‘ultima macchiolina!

Dex 6 mesi fa su tio
Hanno fatto bene

andrea28 6 mesi fa su tio
Albero bruttino, ora bruttino e colorato...

Core_88 6 mesi fa su tio
Così è più bello
NOTIZIE PIÙ LETTE