Immobili
Veicoli
Raid israeliano a Gaza, ucciso un comandante jihadista

TERRITORI PALESTINESIRaid israeliano a Gaza, ucciso un comandante jihadista

05.08.22 - 16:17
Secondo le prime informazioni il bilancio dell'attacco aereo è di quattro morti, tra cui una bambina, e 19 feriti
AFP
Fonte ATS
Raid israeliano a Gaza, ucciso un comandante jihadista
Secondo le prime informazioni il bilancio dell'attacco aereo è di quattro morti, tra cui una bambina, e 19 feriti
Il premier Lapid si giustifica: «L'esercito ha colpito poco fa obiettivi della Jihad islamica a Gaza»

GAZA - La aviazione israeliana ha colpito un appartamento a Bourj Falastin, appartenente alla Jihad islamica, secondo fonti locali. Al momento dell'attacco al suo interno c'erano alcuni attivisti. È salito ad almeno quattro il bilancio dei morti nella operazione lanciata da Israele contro la Jihad islamica a Gaza. Lo ha fatto sapere il ministero della sanità locale, citato dai media, precisando che tra le vittime c'è anche una bambina di cinque anni. Secondo le stesse fonti il bilancio è destinato a salire ulteriormente. Lo ha detto il ministero della sanità locale. Tra gli uccisi - secondo i media - ci sono Tayasir Jabari, comandante della Jihad islamica nel nord della Striscia, e Salame Abed, anche lui della Jihad.

L’operazione - Il ministero della sanità di Gaza ha intanto proclamato lo stato di emergenza. Al momento si ha notizia di alcuni miliziani della Jihad islamica feriti in un attacco aereo a Khan Yunes, a sud di Gaza. «Il nemico ha lanciato una guerra contro il nostro popolo»: lo ha affermato la Jihad islamica a Gaza, poco dopo l'inizio di primi attacchi dell'aviazione israeliana. «Noi tutti dobbiamo difenderci. Non consentiremo al nemico di continuare i suoi sistematici tentativi di colpire la resistenza armata».

L'esercito israeliano ha chiamato l'operazione avviata a Gaza contro la Jihad islamica palestinese 'Breaking Dawn', definizione che significa «l'arrivo di un nuovo giorno». Lo ha fatto sapere il portavoce militare aggiungendo che «una allerta speciale» è stata dichiarata sul fronte interno del Paese. L'Iron dome, il sistema di difesa missilistico, è stato schierato per coprire fino a 80 chilometri all'interno di Israele, quindi compresa Tel Aviv e Modin.

Lapid si giustifica - «L'esercito ha colpito poco fa obiettivi della Jihad islamica a Gaza. Si tratta di un'operazione per rimuovere una minaccia concreta nei confronti di cittadini israeliani e nelle zone vicine a Gaza». Lo ha detto il premier Yair Lapid. «Il governo di Israele non permetterà ai terroristi di minacciare cittadini. Chiunque cerchi di colpirci sappia che lo raggiungeremo».
 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO