Immobili
Veicoli

ECUADORFuggiti in 220, catturati quasi tutti

11.05.22 - 16:30
Durante una rivolta carceraria più di 40 detenuti hanno perso la vita. In molti hanno approfittato del caos per fuggire
Afp
Fuggiti in 220, catturati quasi tutti
Durante una rivolta carceraria più di 40 detenuti hanno perso la vita. In molti hanno approfittato del caos per fuggire

QUITO - Battuti o mutilati a morte. È questa la triste sorte di più di quaranta detenuti in una prigione ecuadoriana. All'origine di queste morti, uno scontro fra gang, l'ennesimo. Durante la rivolta 220 persone sono fuggite e quasi tutte sono state ricatturate.

Fuori dalle mura della prigione ci sono parenti, delle vittime e dei fuggiaschi. Aspettano di sapere che cosa è successo ai loro cari, se sono vivi o morti. Il nove maggio uno scontro fra due gang rivali, Los Lobos e R7, ha portato a una rivolta nella prigione. La scintilla, secondo il comandante della polizia nazionale Fausto Salinas, riporta El Universo, sarebbe scaturita da una rissa che coinvolgeva un detenuto appena trasferito nella struttura. Si tratterebbe di un uomo che si fa chiama Anchundia, un capobanda all'origine di altre rivolte avvenute nel mese di aprile.

Negli scontri sono decedute 43 persone. In generale queste rivolte sono molto violente, con 400 detenuti che sono morti da febbraio 2021. Molti prigionieri vengono uccisi con colpi di arma da fuoco o decapitati con l'uso del machete. Sono anche momenti in cui si verificano diverse evasioni. Durante gli scontri 220 reclusi sono fuggiti, 108 sono stati ricatturati nelle 24 ore successive. Nelle ultime ore, riporta Afp, altri 80 detenuti sono stati riportati in cella. 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO