Immobili
Veicoli
Deposit
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
COREA DEL NORD
1 ora
La Corea del Nord testa nuovi missili
Il Sud avvisa: «Dobbiamo condurre un'analisi dettagliata»
UCRAINA/RUSSIA
8 ore
Dalla «minaccia russa» all'«isteria europea», il confine è sempre più rovente
Stati Uniti e Regno Unito richiamano a casa i dipendenti delle ambasciate e la Nato manda rinforzi armati all'Ucraina
ITALIA
10 ore
Presidente della Repubblica italiana: nulla di fatto nella prima giornata di votazione
Le schede bianche sono state 672. Domani si ricomincia
BURKINA FASO
13 ore
«Abbiamo preso il potere»
Il parlamento e il Governo «sono stati sciolti», ha annunciato l'esercito
MEDIO ORIENTE
13 ore
Missili verso Abu Dhabi, si infiamma lo scontro con gli Huthi
I ribelli dicono di aver colpito anche la zona di Dubai, dagli Emirati non giunge però nessuna conferma
IRLANDA
14 ore
Con lo zio morto per ritirare la pensione
Non è una scena di un film: il fatto è successo nella cittadina di Carlow, in Irlanda
CANADA
15 ore
Omicron, il "ritratto" del suo "artiglio"
La variante presenta 37 mutazioni inedite. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Science.
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
Il Giappone in pre-emergenza fino al 20 febbraio
72 i casi confermati tra le «parti interessate» delle Olimpiadi invernali. Sempre in Cina, a Xi'an finisce il lockdown
PERÙ
16 ore
Repsol nel mirino del governo: il Perù prepara una «sanzione esemplare»
La compagnia è proprietaria della raffineria che ha perso 6'000 barili di petrolio da 159 litri in mare
STATI UNITI
16 ore
La leptospirosi dai ratti fa il salto: tocca ai cani
Negli ultimi sette giorni sono morti quattro migliori amici dell'uomo a Williamsburg. Sarebbero risultati infetti
STATI UNITI
28.11.2021 - 15:510
Aggiornamento : 19:02

Parte un colpo di pistola, e un 13enne uccide un bimbo di cinque anni

Un'altra tragedia delle armi negli Stati Uniti: si presume sia stato un atto involontario, durante un gioco

WASHINGTON - Morire a 5 anni per un colpo di pistola esploso per gioco da un amichetto di 13 anni. L'ennesima tragedia delle armi negli Usa, in Minnesota, è accaduta nel giorno della Festa del Ringraziamento. Teatro dell'ennesima tragedia delle armi da fuoco in America è una cittadina del Minnesota, Brooklyn Park, nei sobborghi di Minneapolis.

Il gruppetto di bambini, cinque o sei, dopo il pranzo tra parenti e amici stava giocando nel garage dell'abitazione e girando alcuni video da postare sui social media, mostrando il loro trofeo: un fucile - secondo una prima ricostruzione - lasciato incustodito con tanto di proiettili in canna.

Non è chiaro come sia partito il colpo che ha preso in pieno il più piccolo del gruppo per il quale non c'è stato nulla da fare, nonostante gli immediati soccorsi. È morto sul posto tra lo shock generale dei presenti.

Un dramma reso ancor più amaro dalla decisione della polizia di arrestare il tredicenne ora rinchiuso in un carcere minorile in attesa dello sviluppo delle indagini, col rischio che venga accusato di omicidio colposo. Eppure fa discutere la possibilità che, come in decine di altri casi, a causare l'incidente sia stata l'incoscienza degli adulti, incapaci di tenere un oggetto così pericoloso in sicurezza e di custodirlo in un posto inaccessibile per dei bambini.

Più armi che americani - Ma sullo sfondo c'è la realtà di un Paese che ha il più alto numero al mondo di armi da fuoco in circolazione, oltre 395 milioni, vale a dire il 46% di quelle detenute da civili nell'intero pianeta.

In pratica, secondo gli ultimi dati ufficiali, ci sono più armi che americani (120 ogni 100 cittadini), con il 44% degli adulti che vive in una famiglia che possiede, legalmente o illegalmente, pistole o fucili. Molti di questi ultimi i micidiali modelli semiautomatici protagonisti di tante stragi.

La lotta di Joe Biden - Una vera e propria epidemia, insomma, come l'ha definita in passato lo stesso presidente Joe Biden, incapace finora di portare a casa una stretta ostacolata dal Congresso, su cui la potente lobby della Nra continua ad avere un'influenza bipartisan. 

Secondo i numeri dell'Fbi, se nel 2018 i produttori di armi negli Stati Uniti ne hanno messe sul mercato oltre 9 milioni, più del doppio di dieci anni prima, a causa della pandemia si sta verificando un nuovo boom. Nel 2021 infatti si registra un aumento del 20% sull'anno precedente delle richieste di background check, i controlli effettuati dai rivenditori su chi acquista armi per verificare se l'acquirente ha precedenti penali o soffra di disturbi mentali. Tali richieste non erano così numerose da circa dieci anni.

Più armi in circolazione vuol dire più violenza. Così, secondo i dati dell'organizzazione no profit Gun Violence Archive, nel 2019 in America ci sono stati 4 omicidi causati da armi da fuoco ogni 100 mila persone, 18 volte di più della media dei Paesi sviluppati. Le città più violente Chicago, New York, Atlanta, Louisville, ma anche la «città dell'amore fraterno», Philadelphia.

Gli Stati Uniti detengono anche un altro triste primato: il 44% dei suicidi globali effettuati con un'arma da fuoco, oltre 23'000 nel 2019, dato che non tiene ancora conto del periodo della pandemia. E poi le sparatorie di massa, quelle che statisticamente coinvolgono più di quattro persone: in America nel corso di vent'anni hanno causato oltre 2'000 tra morti e feriti. Nel 2019 sono state 417, nel 2021 se ne contano già 641.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-25 08:29:07 | 91.208.130.89