Depositphotos (photographee.eu)
ITALIA
14.09.2021 - 19:200

Un sacerdote è stato arrestato con l'accusa di spaccio e importazione di sostanze stupefacenti

La "droga dello stupro" sarebbe stata pagata con il denaro delle offerte dei parrocchiani

PRATO - Un sacerdote di Prato, in Toscana, è stato arrestato per spaccio e importazione di sostanze stupefacenti. Il provvedimento arriva pochi giorni dopo l'abbandono dell'incarico nella parrocchia che gli era stata affidata.

La polizia, nel corso delle indagini, ha ricostruito che il prete 40enne avrebbe importato dall'estero svariati quantitativi di Gbl, la temibile "droga dello stupro", insieme a un complice. Lo stupefacente, che sarebbe stato destinato a persone contattate tramite siti d'incontri sessuali, sarebbe stata pagata con il denaro delle offerte dei parrocchiani.

Il sacerdote e il complice - a casa del quale sarebbero stati organizzati i festini a base di droga - si trovano agli arresti domiciliari.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-24 00:16:40 | 91.208.130.85