keystone-sda.ch / STF (STRINGER)
Protasevich nel corso di una manifestazione del 2017.
BIELORUSSIA
24.05.2021 - 08:260
Aggiornamento : 09:39

Usa, Ue e Amnesty International in difesa di Protasevich

Chiesta l'immediata liberazione del giornalista, anche la sua ragazza è stata arrestata

MINSK - Gli Stati Uniti «condannano duramente» il comportamento della Bielorussia e chiedono l'immediato rilascio il giornalista bielorusso Roman Protasevich.

La dichiarazione della Casa Bianca arriva in concomitanza con una presa di posizione di Amnesty International: «L'Unione europea e il resto del mondo devono reagire senza indugio e chiedere l'immediata liberazione» del blogger oppositore del presidente Lukashenko, si legge in una nota firmata da Marie Struthers, direttrice per l'Europa orientale e l'Asia centrale dell'organizzazione.

«Non c'è dubbio che le autorità bielorusse abbiano utilizzato una falsa minaccia di bomba e un jet da combattimento Mig per costringere un aereo in volo da un Paese dell'Unione europea a un altro ad atterrare a Minsk con l'apparente unico scopo di trattenere un giornalista dissidente esiliato che volevano assolutamente mettere a tacere. Anche se suona come una straordinaria trama di Hollywood, non lo è - afferma la dirigente di Amnesty -. La realtà di questo apparente atto di pirateria aerea è agghiacciante. L'Unione europea e il resto del mondo devono reagire senza indugio e chiedere l'immediata liberazione di Roman Protasevich. Gli dovrebbe essere permesso di lasciare la Bielorussia e viaggiare in un Paese di sua scelta».

L'anno scorso - ricorda Amnesty -, Nexta e i suoi canali gemelli sono stati dichiarati «estremisti» e successivamente banditi in Bielorussia dai servizi di sicurezza del Paese, nell'ambito di «una brutale repressione delle autorità contro il dissenso pacifico nel Paese scattata dopo i controversi risultati delle elezioni presidenziali del 9 agosto».

Roman Protasevich e il suo socio Stsyapan Putsila sono stati inseriti in un elenco di «individui coinvolti in attività terroristiche». I due sono stati anche accusati di «incitamento a rivolte di massa», «grave violazione dell'ordine pubblico» e «incitamento all'odio sociale» contro funzionari pubblici e forze dell'ordine, reati per i quali rischiano fino a 15 anni di carcere.

Anche l'Unione europea scende in campo a sostegno del giornalista. «Chiediamo l'immediata liberazione di Protasevich. Nell'attuare questo atto coercitivo, le autorità bielorusse hanno messo a repentaglio la sicurezza dei passeggeri e dell'equipaggio». Lo afferma l'Alto rappresentante Ue Josep Borrell. «È necessario condurre un'indagine internazionale su questo incidente per accertare qualsiasi violazione delle regole dell'aviazione internazionale - aggiunge Borrell -. Questa situazione verrà sollevata nella prossima riunione del Consiglio europeo. L'Ue valuterà le conseguenze di questa azione, compresa l'adozione di misure contro i responsabili».

Arrestata anche la ragazza di Protasevich - Le autorità bielorusse hanno arrestato almeno un altro passeggero del volo Ryanair atterrato ieri d'urgenza a Minsk.

Come riferisce il servizio russo della Bbc, insieme all'ex direttore del canale Telegram Nexta Roman Protasevich, è stata arrestata la sua ragazza, una cittadina russa di 23 anni, Sophia Sapega, che sta frequentando un master all'Università Europea di Scienze Umanistiche di Vilnius nell'ambito del programma di Diritto Internazionale e dell'Ue. «L'Università sta facendo ogni sforzo perché Sofia Sapega venga rilasciata il più presto possibile», ha detto il portavoce dell'ateneo Maxim Milta. Lo riporta la testata Meduza.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-24 10:22:25 | 91.208.130.85