Immobili
Veicoli

STATI UNITILo stato di New York piange più di 10mila vittime del coronavirus

14.04.20 - 07:00
Il governatore Cuomo si prepara a lavorare alla "fase 2" con altri cinque colleghi
keystone-sda.ch / STF (Mark Lennihan)
Lo stato di New York piange più di 10mila vittime del coronavirus
Il governatore Cuomo si prepara a lavorare alla "fase 2" con altri cinque colleghi

NEW YORK - Più di 10mila persone hanno perso la vita nello stato di New York a causa della pandemia di Covid-19.

Lo ha dichiarato il governatore Andrew Cuomo nella conferenza stampa quotidiana. Tra domenica e lunedì i decessi sono stati 671, numero ancora molto alto ma in calo rispetto ai giorni precedenti. Il totale dei deceduti accertati (ovvero dei quali è stata stabilita con certezza l'infezione da coronavirus) arriva a quota 10'065.

L'incremento è «praticamente piatto, ma c'è un livello terribile di dolore, tristezza e preoccupazione» ha aggiunto Cuomo, che insieme a cinque colleghi degli stati nord-orientali si metterà al lavoro per stabilire tempi e modalità della "fase 2", ovvero il parziale ripristino di scuole e attività lavorative. «Siamo intelligenti, ci aiutiamo e impariamo gli uni dagli altri».

Secondo gli ultimi dati pubblicati dalla Johns Hopkins University, sono 582'580 le persone contagiate dal coronavirus negli Stati Uniti, una cifra superiore a quella di Spagna, Italia e Francia messe insieme. I morti sono 23'622, dei quali 7'349 nella sola città di New York.

I casi in tutto il mondo sono 1'920'918, i deceduti quasi 120mila. Le persone dimesse o guarite più di 453mila.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO