keystone
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
FOTO
ITALIA
10 ore
"No green pass", nervi tesi a Milano
Cortei, proteste, slogan e qualche scontro con le forze dell'ordine. Migliaia di persone in piazza
ITALIA
10 ore
Parte un colpo di fucile, uccide la figlia
La tragedia a San Felice del Benaco, nel Bresciano. La giovane aveva 15 anni
STATI UNITI
11 ore
No vax, metà degli agenti di Chicago rischia lo stipendio
La disputa nata tra la linea dura promossa dalla sindaca e i sindacati contrari all'obbligo di mostrare il certificato
AFGHANISTAN
13 ore
In Afghanistan le ragazze torneranno a scuola?
I talebani starebbero per annunciare un piano per il loro rientro
REGNO UNITO
15 ore
CoP26, a Glasgow ci sarà Obama con Biden
Al vertice non prenderà molto probabilmente parte, stando alle anticipazioni, il presidente cinese Xi Jinping
FOTO
Italia
16 ore
Proteste contro il fascismo, «è un attacco alla dignità di tutto il Paese»
Centro-sinistra e sindacati chiedono che venga rivista la Costituzione italiana con nuove riforme
Regno Unito
17 ore
Accoltellamento David Amess, «è terrorismo»
L'uomo arrestato figurava tra le persone ritenute a rischio radicalizzazione
STATI UNITI
19 ore
Un viaggio di dodici anni a caccia di asteroidi
È stata lanciata la sonda Lucy che osserverà da vicino otto asteroidi
Indonesia
23 ore
Un terremoto a Bali fa tre morti
Diversi anche i feriti. La scossa si è verificata a 10 chilometri di profondità
STATI UNITI
1 gior
No, l'ivermectina non cura il Covid. Ecco il perché
L'Infectious Diseases Society of America ha pubblicato un'infografica per far chiarezza. E il verdetto non lascia dubbi
STATI UNITI
31.08.2021 - 22:050
Aggiornamento : 01.09.2021 - 08:15

Biden: «Straordinario successo per questa missione»

Sulla scadenza del 31 agosto: «Non una data arbitraria, ma una data per salvare vite americane».

Intanto i Repubblicani puntano il dito parlando di «decisioni vergognose».

WASHINGTON  - «Uno straordinario successo»: così Joe Biden ha apostrofato l'operazione di evacuazione da Kabul, definendola «una missione di compassione».

«Ci sono ancora 100-200 americani in Afghanistan e per loro non c'è nessuna scadenza. Li faremo uscire se vogliono uscire», ha aggiunto il presidente degli Stati Uniti. «La scadenza del 31 agosto per il ritiro dall'Afghanistan non era una data arbitraria ma una data per salvare vite americane», ha detto ancora.

«Mi prendo la responsabilità per tutte le decisioni prese. Non volevo continuare questa guerra per sempre - ha aggiunto -. Di fronte all'avanzata dei talebani avevamo due scelte: o seguire gli accordi fatti dal mio predecessore Donald Trump o inviare altre migliaia di soldati in una escalation della guerra. Era ora di finire questa guerra. C'è un mondo nuovo e dobbiamo difendere gli Usa da nuove minacce. La nostra strategia deve cambiare. Non avevamo bisogno di continuare una guerra di terra», ha proseguito. «Il mondo sta cambiando, dobbiamo affrontare le sfide di questo secolo e la competizione con la Cina o la Russia, continuando a combattere il terrorismo», ha concluso.

Una nuova era - Oggi inizia una nuova era: con la fine della guerra in Afghanistan si apre un nuovo capitolo sia dell'impegno Usa in quel Paese sia della politica estera americana, che dovrà essere sempre più concentrata su quello che è il reale interesse nazionale.

Joe Biden parla all'America 24 ore dopo il decollo dell'ultimo aereo militare Usa dall'aeroporto di Kabul e tenta di voltare definitivamente pagina, difendendo a spada tratta tutte le sue controverse scelte. Ma è un tentativo disperato, reso quasi vano di fronte a una fuga caotica e umiliante e dalle immagini dei talebani in festa dopo ben vent'anni di un conflitto costato agli americani oltre 2.300 miliardi di dollari (300 milioni al giorno) e più di 2.400 morti tra militari e civili.

Popolarità ai minimi termini - Biden, crollato ai minimi della popolarità, ribadisce però che questa guerra doveva avere una fine, che non si poteva andare avanti in eterno e che l'Afghanistan non è un Paese strategico per gli Usa. E pazienza se si contano migliaia di irriducibili dell'Isis-K che si aggirano per Kabul e dintorni: «Li colpiremo ovunque», ha ribadito il presidente, che ha dato ordine ai suoi comandanti «di non fermarsi davanti a nulla» mentre anche al Qaeda si congratula con i talebani per «la vittoria».

«Decisioni vergognose» - Ora, spiega Biden, è però il tempo della diplomazia e del dialogo: anche con i talebani se rispetteranno gli impegni, come ha sottolineato Blinken, che intanto ha annunciato il ritiro della rappresentanza diplomatica Usa da Kabul, trasferendola a Doha, in Qatar. E il primo punto su cui i nuovi leader al potere a Kabul verranno messi alla prova sarà quello dei corridoi umanitari da garantire a chi vuole lasciare il Paese, compresi gli oltre 200 cittadini americani ancora in Afghanistan e che vorrebbero tornare a casa. «Biden li ha abbandonati», accusano i repubblicani, parlando di «decisioni vergognose».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 1 mese fa su tio
Pagliaccio 🤡
Peter Parker 1 mese fa su tio
Se vuole enfatizzare esclusivamente lo sforzo logistico messo in piedi dagli USA per evacuare un centinaio di migliaia di persone, allora si, e’ decisamente un successo. Nel contesto, con morti, disperazione e tempi molto bui per chi è rimasto, beh…..usare la parola successo e’ a dir poco fuori luogo. Dai, ancora pochi mesi e verrà rimpiazzato.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-17 07:56:22 | 91.208.130.89