Keystone
SCANDINAVIA
14.04.2021 - 13:200
Aggiornamento : 13:51

Mentre l'Ue vira, la Danimarca saluta definitivamente AstraZeneca

Nel paese nordico, l'uso del vaccino realizzato ad Oxford verrà sospeso definitivamente

L'Unione europea, nel frattempo, ha deciso che non rinnoverà i contratti con J&J e AstraZeneca

COPENAGHEN - La Danimarca sospenderà definitivamente la somministrazione del vaccino anti-Covid di AstraZeneca.

Lo ha riferito il Guardian sulla base delle informazioni fornite da alcune fonti governative anonime all'emittente nazionale TV 2. La decisione, in combinazione con i possibili rallentamenti di Johnson & Johnson, potrebbe portare ad un ritardo piuttosto ampio nel programma vaccinale danese.

Secondo una dichiarazione del professore di Immunologia dell'Università di Copenaghen Jan Pravsgaard Christensen, procedere solo con Moderna e Pfizer «significherebbe non completare la campagna di vaccinazione prima della fine dell'anno». Lo ha spiegato l'esperto al Copenhagen Post. 

In ogni caso, la Danimarca sta aspettando lumi da parte delle autorità sanitarie statunitensi per comprendere come procedere con il preparato di J&J, le cui prime dosi dovevano arrivare nel paese proprio in questi giorni. Tuttavia, viste le similitudini, il destino per il siero mono dose potrebbe essere lo stesso di quello di AstraZeneca.

L'Unione europea punta sui vaccini a mRNA

Nel frattempo, la Commissione europea ha deciso di non rinnovare i contratti con AstraZeneca e Johnson & Johnson per la consegna di ulteriori dosi nel 2022, al termine della scadenza dei contratti attuali. Lo ha riferito La Stampa, citando fonti dal Ministero italiano della Salute.

«La Commissione europea, in accordo con i leader di molti paesi, ha deciso che i contratti con le aziende che producono vaccini vettoriali - che sono validi per l'anno in corso - non saranno rinnovati alla loro scadenza», ha riportato il quotidiano.

Di conseguenza, Bruxelles si concentrerà esclusivamente sui vaccini a mRNA, come quelli di Pfizer/BioNTech e Moderna. La Germania, da parte sua, ha accolto la raccomandazione della Commissione vaccinale permanente tedesca e quindi indica di somministrare un altro vaccino a chi, under 60, ha ricevuto la prima dose di AstraZeneca.

Per maggiori informazioni sulla differenza tra vaccini a mRNA e vettoriali, è consigliato consultare i video di Swissmedic.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-20 01:04:36 | 91.208.130.87