Keystone
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
STATI UNITI
57 min
Inseguito e ucciso per odio, si dichiarano «non colpevoli»
Gli imputati per l'omicidio di Ahmaud Arbery sostengono di non aver commesso alcun reato
ISRAELE
1 ora
43 morti a Gaza negli ultimi due giorni
Hamas ha rivendicato l'uccisione dell'occupante di un veicolo in territorio d'Israele
STATI UNITI
1 ora
Elon Musk: la sregolata vita di un genio eccentrico
Dal dottorato lampo alle gaffe, ai mille progetti, ritratto di un imprenditore tanto ammirato quanto criticato.
PERÙ
3 ore
Siringhe vuote e vaccinazioni falsate, aperta l'inchiesta
Sono due i casi finora confermati in Perù. E il Presidente non esclude un possibile atto criminale.
MONDO
4 ore
Vaccino Covid: record mondiale per Nauru
Il 108% degli adulti residenti ha ricevuto la prima dose del preparato. L'isola è inoltre da sempre Covid-free.
ISRAELE
5 ore
«Stiamo andando verso una guerra su vasta scala»
Continuano gli scontri tra Israele e il movimento palestinese Hamas. Fuoco su Gaza, Tel Aviv e Beersheba.
STATI UNITI
6 ore
Strage di Atlanta, l'accusa vuole la pena di morte
La procuratrice distrettuale, Fani Willis, intende perseguire Robert Aaron Long anche per crimini d'odio
CITTÀ DEL VATICANO
6 ore
«Qualcuno ha sparato al Papa». I retroscena quarant'anni dopo
Il 13 maggio 1981 il tiratore scelto Ali Agca colpiva con due proiettili il pontefice Giovanni Paolo II
FOTO
REGNO UNITO
12 ore
Arresti alla manifestazione contro il brevetto del vaccino AstraZeneca
L'azienda si difende: «Siamo orgogliosi che il nostro vaccino rappresenti il ​​98% di tutte le forniture a Covax»
ITALIA
04.12.2020 - 07:240

Obbligo di quarantena per chi rientra in Italia

Esentati coloro che viaggiano per motivi di lavoro o di studio

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato ieri sera il nuovo decreto ministeriale (dpcm) con le nuove misure per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19 in Italia. Spiccano le decisioni sulle quarantene per chi rientra dall'estero.

L'obbligo di quarantena dal 21 dicembre al 6 gennaio varrà anche per chi arriva in Italia da Paesi Ue, secondo quanto conferma il testo del dpcm firmato dal premier Conte. L'obbligo però non si applica a chi viaggia per lavoro, per ragioni di "assoluta urgenza, esigenze di salute, esigenze di studio, rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza".

Inoltre, chi arriva o transita da un Paese europeo, dal 10 dicembre deve presentare all'imbarco del volo l'attestazione di essersi sottoposto a tampone nelle 48 ore precedenti all'ingresso in Italia.

In vigore da oggi - Il nuovo dpcm con le misure anti contagio è in vigore da oggi, 4 dicembre 2020, al 15 gennaio 2021. Le ordinanze del ministro della Salute finora adottate che determinano la fascia di rischio delle Regioni italiane decadono tutte il 6 dicembre e devono dunque essere rinnovate entro quella data.

"Sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all'aperto. Con riguardo alle abitazioni private, è fortemente raccomandato di non ricevere persone diverse dai conviventi, salvo che per esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza", si legge nel dpcm firmato dal premier italiano Giuseppe Conte.

Sport - Cambia anche la norma sullo sport nel dpcm firmato da Conte: sono consentite solo le competizioni "di livello agonistico", recita il testo, che nella prima versione parlava di competizioni "di alto livello".

"Sono consentiti soltanto gli eventi e le competizioni - di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale con provvedimento del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e del Comitato italiano paralimpico (CIP) - riguardanti gli sport individuali e di squadra organizzati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva ovvero da organismi sportivi internazionali, all'interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse ovvero all'aperto senza la presenza di pubblico. Le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra, partecipanti alle competizioni di cui alla presente lettera e muniti di tessera agonistica, sono consentite a porte chiuse".

Scuole - Il testo finale del nuovo dpcm conferma inoltre alle superiori la didattica in presenza al 75% dal 7 gennaio 2021. Nella prima versione del testo, inviata alle Regioni, era prevista la didattica a distanza (Dad) al 50%. Fino al nuovo anno, anche nelle aree gialle i liceali continueranno a fare Dad al 100%.

"Le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado - si legge - adottano forme flessibili nell'organizzazione dell'attività didattica in modo che il 100 per cento delle attività siano svolte tramite il ricorso alla didattica digitale integrata e che, a decorrere dal 7 gennaio 2021, al 75 per cento della popolazione studentesca delle predette istituzioni sia garantita l'attività didattica in presenza".


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-12 12:42:30 | 91.208.130.86