Keystone
GIAPPONE
21.10.2020 - 23:150

Inventati i sacchetti che possono essere ingeriti dai cervi, senza ucciderli

Troppi animali erano morti a causa della spazzatura lasciata dai turisti.

NARA - I cervi sono animali curiosi, soprattutto se a caccia di cibo. Nella città giapponese di Nara questo problema è particolarmente sentito, perché i rifiuti lasciati dai turisti provocano la morte di decine e decine di animali. I cervi infatti masticano e ingoiano anche gli involucri e i sacchetti che contengono gli scarti degli spuntini. 

I numerosi cartelli che indicano ai visitatori di non abbandonare i rifiuti non hanno avuto il successo sperato. All'interno dello stomaco di uno dei cervi deceduti sono stati ritrovati ben quattro chili di rifiuti. 

Alcune aziende locali si sono quindi riunite per trovare una soluzione definitiva: sostituire i sacchetti di plastica con contenitori commestibili per gli animali. Così, dopo mesi di lavoro, è stata creata una sacca realizzata partendo da materiale proveniente dal riciclo dei cartoni del latte e crusca di riso, uno degli ingredienti principali dei classici biscotti che i turisti possono offrire ai cervi. 

Nella città di Nara i cervi sono considerati sacri, e attirano ogni anno numerosi turisti. Motivo per cui la città sta tentando in tutti i modi di difendere gli animali. I sacchetti sono già stati distribuiti ai negozi e aziende locali, e possono essere acquistati per 100 yen (0,87 franchi). 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-12-01 19:58:24 | 91.208.130.85