Keystone
Uno dei tanti elefanti deceduti all'improvviso in Botswana.
ZIMBABWE
30.09.2020 - 19:420

Prosegue la morìa di elefanti

Altri casi anche in Zimbabwe: potrebbe trattarsi di un'alga tossica?

HARARE - Dopo gli almeno 330 elefanti morti in Botswana ora anche in Zimbabwe sono stati trovati morti oltre 30 pachidermi.

Lo riferisce il sito della Bbc. Le principali indagini indicano che dovrebbe trattarsi di tossine, prodotte da microalghe, a causare la morte degli animali.

La "Zimbabwe Parks and Wildlife Management Authority" (Zpwma) ne ha contati 34 tra l'Hwange National Park e le Victoria Falls ma sospetta che ce ne possano essere altri deceduti alla stessa maniera.

Il direttore generale dello Zpwma, Fulton Mangwanya, nonostante qualche preoccupazione, ha comunque definito «improbabile» che questa moria da sola possa avere «alcun serio impatto sulla sopravvivenza della popolazione degli elefanti».

Lo Zimbabwe e il confinante Botswana ospitano circa la metà dei 400 mila elefanti censiti in Africa.

Gli scienziati mettono però in guardia che i cambiamenti climatici potrebbero rendere più frequenti gli avvelenamenti da alghe tossiche, le quali si moltiplicano nelle fonti d'acqua calda. 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-20 03:13:24 | 91.208.130.87