Dal Mondo
24.07.2002 - 16:530
Aggiornamento : 13.10.2014 - 13:47

COMO: "Il futuro dell’Università del’Insubria è quello della città"

Lo ha detto il Sindaco Stefano Bruni in occasione della firma per il recupero del Chiostro di Sant'Abbondio che rappresenta uno dei maggiori documenti dell'arte romanica, fra i luoghi più ricchi di storia e di memorie per la comunità di Como

COMO – Oggi, a Milano, è stato sottoscritto il protocollo per l’ultimazione del recupero del chiostro di Sant’Abbondio. “Il futuro della città dipende sicuramente molto dalla valorizzazione dei nostri presidi accademici e ho intenzione di produrre ogni sforzo per fare di Como un’autorevole città universitaria, capace di attrarre risorse, iniziative e studenti ma anche di esercitare un ruolo di stimolo sociale e di impulso culturale. La firma dell’accordo di programma sul chiostro di S. Abbondio da destinare a sede della facoltà di giurisprudenza è un altro passaggio decisivo, che interviene in un momento particolarmente fecondo” ha sottolineato il sindaco al termine dell’incontro. “L’attenzione assicurata dai diversi livelli istituzionali – ha aggiunto Stefano Bruni - sta infatti producendo, proprio in queste settimane, frutti importanti. Oltre al recupero di Sant’Abbondio mi piace ricordare la realizzazione del Centro di eccellenza per la ricerca e l’innovazione tecnologica (l’accordo si siglerà a settembre). Sono circostanze di fatto, non promesse. C’è una diffusa determinazione nell’investire con energia in un settore strategico che può sostenere lo sviluppo complessivo di Como”. “La grande sintonia tra i diversi enti e con i responsabili degli Atenei, la disponibilità a ‘lavorare per Como’ ribadita anche recentemente dal Centro Volta, la riflessione promossa all’interno di Univercomo, pronta a rimodulare il proprio ruolo per essere attore propulsivo e di supporto all’università, sono altri segnali incoraggianti, che lasciano ben sperare e prospettano uno scenario interessante – ha concluso il sindaco -. Anche per Como possiamo immaginare un futuro (un futuro prossimo) in cui i giovani, la ricerca, la capacità di stimolo e di formazione degli insediamenti universitari saranno grandi protagonisti della vita sociale, economica e culturale della nostra comunità”.

di Bob Decker

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-21 05:49:59 | 91.208.130.85