tipress (archivio)
CANTONE
08.06.2019 - 09:030

"Re delle truffe" condannato anche a Lugano

In Italia rubò 13 milioni di euro. Ma aveva colpito pure in Ticino

LUGANO - È di 5 mesi sospesi la pena decisa dalla corte delle Assise correzionali per il "re delle truffe", piemontese in grado di far sparire a Lugano, nel periodo tra il 2008 e il 2011, quasi 40 mila euro truffando una banca e un cliente dell’istituto.

Oltre alla truffa - riferisce il CdT - il fiduciario italiano è stato riconosciuto colpevole anche di un tentativo di truffa (che se andata in porto gli avrebbe fruttato altri 120mila euro) e di falsità in documenti.

Poca cose in confronto a quanto realizzato oltre confine fra il 2011 e il 2012. Il consulente finanziario, infatti, aveva sottratto 13 milioni di euro da almeno duecento risparmiatori italiani, a partire dal 2003. Non risparmiando nemmeno il denaro affidatogli dai parenti e alcuni "compaesani".

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-18 21:18:32 | 91.208.130.85