Cerca e trova immobili

CANTONE/BERNAManuele Bertoli nuovo presidente della Commissione federale della migrazione

24.11.23 - 14:22
Dal 1° gennaio 2024, l’ex Consigliere di Stato ticinese subentrerà al professor Walter Leimgruber
TiPress
Manuele Bertoli nuovo presidente della Commissione federale della migrazione
Dal 1° gennaio 2024, l’ex Consigliere di Stato ticinese subentrerà al professor Walter Leimgruber

BERNA - Nella seduta di mercoledì scorso, il Consiglio federale ha nominato Manuele Bertoli presidente della Commissione federale della migrazione (CFM).

Dal 1° gennaio 2024, l’ex Consigliere di Stato ticinese subentrerà al professor Walter Leimgruber, che lascerà la sua carica dopo 12 anni.

Manuele Bertoli ha studiato diritto all'Università di Ginevra. Prima di essere eletto consigliere di Stato ticinese, Bertoli è stato segretario per la Svizzera italiana dell'Associazione Svizzera Inquilini e ha assunto la direzione di Unitas, l'associazione ciechi e ipovedenti della Svizzera italiana.

Nel 2011 Bertoli è entrato a far parte del Governo ticinese, diventando il primo membro cieco di un esecutivo cantonale in Svizzera. Fino ad aprile 2023 è stato a capo del Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport e per tre volte ha rivestito il ruolo di presidente del Consiglio di Stato cantonale. Nel suo impegno politico, Bertoli si è occupato a fondo di questioni legate alla migrazione, in particolare della formazione e della partecipazione sociale dei giovani immigrati. Nel 2012 ha partecipato alla costituzione del Forum per l'italiano in Svizzera, di cui è poi stato presidente per 11 anni. Il suo attuale impegno come co-presidente dell'organizzazione mantello nazionale Pro Infirmis mette in risalto le sue competenze in materia di inclusione e integrazione.

Il professor Walter Leimgruber, presidente della CFM da gennaio 2012, lascia la sua carica per raggiunto limite del mandato. In questi 12 anni, Leimgruber ha impresso la sua impronta sulla CFM. Le sue ampie competenze, acquisite anche grazie alla sua attività di ricerca e insegnamento nonché al ruolo di direttore dell'Istituto di antropologia culturale ed etnologia europea dell'Università di Basilea, sono state fondamentali per lo sviluppo e l'orientamento tematico della Commissione federale. Oltre al suo impegno a favore dei diritti della popolazione migrante in termini di senso di appartenenza, partecipazione e codecisione, Leimgruber ha riservato un'attenzione particolare alle persone in situazioni di vulnerabilità. Il programma da lui avviato «Nuovo Noi - cultura, migrazione, partecipazione» e i temi «Cittadinanza» e «Dimensioni internazionali della politica migratoria» resteranno aspetti centrali dell'attività della CFM.

COMMENTI
 

Orlando Guidetti 3 mesi fa su tio
Solita storia socialismo di sinistra con il portafoglio a destra. Per la serie largo ai giovani! Infatti la sx non si è mai chinata sulla problematica della disoccupazione…

vulpus 3 mesi fa su tio
Risposta a Orlando Guidetti
Ha dovuto lasciare il consiglio di stato per fare largo alla signora di Lumino (innescando poi il caos a sinistra , che continua allegramente)Per cui da qualche parte bisognava pur trovargli un posto, e la nostra cara consigliera non si è fatta pregare, probabilmente, per elargire ad uno dei suoi la poltronetta.

Muntin 3 mesi fa su tio
Non ha fatto abbastanza danni al DECS

pipppo 3 mesi fa su tio
Complimenti davvero!

Paolin’ 3 mesi fa su tio
Se fosse per voi, si ricostruirebbe Treblinka, eh? Si sente la puzza di fascio anche solo ad aprire tio, stamattina.

Voilà 3 mesi fa su tio
Inclusione e integrazione ok, ma spesso serve anche l'espulsione

Marco2023 3 mesi fa su tio
ma perche' lui e il partito che fa gli interessi dei migranti?

Nmemo 3 mesi fa su tio
Risposta a Marco2023
In politica quando non si sa come risolvere un problema, si incarica una commissione consultiva. Un alibi che vale anche per il CF. La signora che l’ha proposto alla funzione di presidente è quella che recentemente è stata a Chiasso e sembra abbia risolto i problemi. Nel caso Chiasso e il Ticino dovessero ancora lamentarsi per qualcosa, l’alibi è ancora più consolidato con un ticinese alla presidenza della commissione consultiva.

angelina 3 mesi fa su tio
non c'era peggiore scelta. ma fi a ro$$a.

Kenta25 3 mesi fa su tio
Zecche ovunque

ajeje 3 mesi fa su tio
Risposta a Kenta25
Commento da ign….ante👏👏👏👏

angelina 3 mesi fa su tio
Risposta a Kenta25
hai ragione

miba2206 3 mesi fa su tio
E dopo "la scuola che verrà" ecco la seconda puntata con "la migrazione che verrà" 🤦‍♂️🤣

S.S.88 3 mesi fa su tio
Risposta a miba2206
Veroooo

blitz65 3 mesi fa su tio
Mamma mia siamo nella m....da..... $ocialista ? Anche lui come quello di Lumino

JR89 3 mesi fa su tio
Non ne vedevamo l’ora

Equalizer 3 mesi fa su tio
Bertoli, se sei la persona buona che dici di essere, fai l'inchino, saluta e lascia il posto a uno più giovane, stai subentrando ad una persona che quando l'avevano incaricata aveva 52 anni, tu sei il passato non il futuro.

adri57 3 mesi fa su tio
Oltre alla pensione di platino trovano sempre il modo di trovare altre attività. Possibile che non vi siano persone idonee, magari giovani, che possano occupare queste posizioni?

curiuus 3 mesi fa su tio
Semm a posct, denta tücc.... 🤣🤣🤣

ajeje 3 mesi fa su tio
Complimenti!

Voilà 3 mesi fa su tio
Terreno molto scivoloso per i socialisti

Nmemo 3 mesi fa su tio
Il compagno che pensa di essere insostituibile, uno dei tanti, vero, ma a suonare il piano non è gratificante a sufficienza?

Yoebar 3 mesi fa su tio
Vergognoso……

ajeje 3 mesi fa su tio
Risposta a Yoebar
Perchè? Illuminaci....

Yoebar 3 mesi fa su tio
Risposta a ajeje
Vuoi dire che non c’è nessuno di meglio? Se è così siam veramente messi male.

ajeje 3 mesi fa su tio
Risposta a Yoebar
Chi meglio di lui? Sentiamo....
NOTIZIE PIÙ LETTE