Immobili
Veicoli

AGNODramma di Agno: confermato il carcere preventivo per il padre

10.08.22 - 18:44
Ipotizzati tentato assassinio, subordinatamente tentato omicidio, e infrazione alla Legge federale sulle armi.
Deposit (simbolica)
Dramma di Agno: confermato il carcere preventivo per il padre
Ipotizzati tentato assassinio, subordinatamente tentato omicidio, e infrazione alla Legge federale sulle armi.

AGNO - Resta in manette, il 49enne che domenica scorsa ha sparato a suo figlio ad Agno. Lo comunica stasera il Ministero pubblico, indicando che il Giudice dei provvedimenti coercitivi ha convalidato la misura restrittiva della libertà nei confronti dell'uomo, uno svizzero domiciliato nel Luganese.

Le principali ipotesi di reato nei suoi confronti sono di tentato assassinio subordinatamente omicidio nonché infrazione alla Legge federale sulle armi.

L'inchiesta è coordinata dalla Procuratrice pubblica Margherita Lanzillo.

In breve
Secondo gli ultimi dettagli emersi, il 49enne avrebbe portato con sé un fucile perché sospettava che il figlio, caduto nella tossicodipendenza da anni, fosse responsabile del furto di circa 70mila franchi avvenuto tre giorni prima nella casa della nonna. L'uomo sostiene però che i colpi sarebbero partiti in maniera accidentale. Il 22enne, che ha riportato ferite gravi, non è più in pericolo di vita.

NOTIZIE PIÙ LETTE