Immobili
Veicoli
Deposit
ULTIME NOTIZIE Ticino
LOCARNO
12 ore
Marco Poloni dirigerà il CISA
Succederà a Domenico Lucchini, che ha guidato la scuola per 15 anni
CANTONE
13 ore
Antonini condannato solo per falsità in documenti
Una pena pecuniaria (sospesa) per l'ex comandante delle Guardie di confine. Cadute le altre accuse
FOTO
CHIASSO
14 ore
Cento candeline per Celestina
I festeggiamenti per la neo-centenaria questo pomeriggio alla Casa anziani Giardino di Chiasso
LUGANO
15 ore
Il Ceresio è da livello B... una secca da record
Non piove da mesi, il bacino è ai minimi storici e tra i proprietari di imbarcazioni cresce il malcontento
CANTONE
15 ore
Nessun distretto sfugge ai radar
La lista dei controlli della velocità annunciati per la settimana dal 31 gennaio al 6 febbraio
LUGANO
15 ore
La cartella ipotecaria introvabile e Grandini finisce nei guai
La vendita di una villa a Montagnola innesca un procedimento penale contro l'avvocato 68enne e contro un altro notaio
CANTONE
16 ore
Medico del traffico e IVA: «Domande da fare a lei»
Il Consiglio di Stato risponde all'interrogazione del deputato Massimiliano Robbiani.
BELLINZONA
17 ore
Rissa in stazione a Bellinzona, la polizia interviene
Cantonale e Comunale impegnate oggi pomeriggio per un alterco fra “soliti noti”
CANTONE
17 ore
Droni peggio degli avvoltoi: rischiano di rovinare il nido del Gipeto
«Lasciamo tranquilli questi rapaci» è l'appello lanciato da Ficedula ai disturbatori
FOTO
BELLINZONA
20 ore
Dorme al gelo, lo aiutano e tenta la fuga
Un giovane, al freddo, in un sacco a pelo. È quanto osservato questa mattina di fronte a un negozio in via Henri Guisan
CANTONE/ITALIA
21 ore
Ancora uno sciopero, Tilo fermi domenica in Italia
Disagi per chi viaggerà tra il Ticino e l'Italia domenica. Circoleranno solo gli Eurocity
CANTONE
15.10.2021 - 14:540
Aggiornamento : 17:17

«L'obiettivo è rendere i test aziendali spendibili per andare al bar, in palestra o al cinema»

L'iniziativa parlamentare urgente dell'UDC spiegata da Massimo Suter e Paolo Pamini

Lo scopo è di rendere automatica la conversione in certificati Covid dei test salivari già oggi effettuati nei diversi posti di lavoro

BELLINZONA - La conversione automatica dei test aziendali in certificati Covid veri e propri, sostenuta dall’iniziativa parlamentare urgente depositata stamani dall’UDC, ha un ispiratore nel presidente di GastroTicino Massimo Suter e un primo firmatario nel deputato Paolo Pamini.

Non per viaggi, ma per lo svago - Lo scopo principale del “certificato Covid aziendale” non sarà quello di avere un documento valido per viaggiare all’estero, ma un altro: «I test aziendali finora vengono eseguiti per certificarsi all’interno dell’azienda che non vi siano contagi - dice Massimo Suter -. Il nostro proposito è di trasformarli in certificati Covid per andare, ad esempio, alla partita, al ristorante, in palestra, al cinema o in un museo. La nostra volontà è appunto questa, anche perché esiste già una base legale data dalla Confederazione». 

L'ispirazione grigionese - L’idea, ripresa da un progetto avviato da e nel Canton Grigioni, è quindi di estendere la spendibilità fuori dall’uscio dell’azienda di questi test, che nel progetto grigionese sono di tipo salivare PCR (di semplice utilizzo ed eseguibili a casa) e poggiano sulla piattaforma easytesting.ch tramite cui può essere richiesto il relativo certificato attraverso il semplice invio di un codice QR. Se oggi i test aziendali sono già molto diffusi in campo sanitario, il proposito è di coinvolgere maggiormente il settore del turismo, che in Ticino conta oltre duemila aziende per oltre 20mila dipendenti. «Io ho dato l’input - conferma Suter -. Il senso è quello di consentire a questi impiegati di poter andare al ristorante avendo in mano un certificato a tutti gli effetti. Oggi invece fanno un test, ma non hanno questa libertà di azione. Lo scopo è di creare un indotto aiutando il nostro settore, ma anche quello del tempo libero più in generale».

«Non sprechiamo i test» - Quanto ai costi generati dall’iniziativa, il deputato Paolo Pamini osserva: «Non mi immagino grandi cifre, visto che tutto il processo è già instaurato. Attenzione, i test oggi vengono già fatti, si tratta di far sì che le persone già testate oggi in azienda - nell’industria ad esempio - possano ottenere in cambio un certificato Covid. Tutto qua, con uno sforzo minimo». La questione, sottolinea il granconsigliere, «è di non sprecare questi test che già oggi vengono fatti».

«Più sicurezza sul posto di lavoro» - Oltre a creare indotto nell'industria del tempo libero, l'ulteriore obiettivo dell'iniziativa è di blindare ulteriormente le aziende dalle quarantene: «Certo - dice il presidente di GastroTicino -, ma soprattutto si potrà dare la possibilità alle nostre aziende di iscrivere i propri impiegati in questo sistema di certificazione, aumentando così la sicurezza sul posto di lavoro. Consentendo, al tempo stesso, ai nostri impiegati non vaccinati di usufruire delle attività del tempo libero e del turismo sul territorio».

Chi paga il conto - A livello di costi, nei Grigioni il test aziendale è gratuito e finanziato da Cantone e Confederazione, con un termine temporale di gratuità fissato al 30 novembre. Questa la base legale, ciò significa che da dicembre questo test non sarebbe più pagato dalla Confederazione, ma dall’azienda? «Beh, sì potrebbe essere così. Dall’azienda… o dal dipendente» ammette Suter. Ciò non significa che la finestra temporale d’applicabilità in Ticino si chiuda a fine novembre… «La nostra idea è appunto di estendere questo tipo di test ad altri settori economici. Oggi invece abbiamo dei test interni senza valenza fuori dal posto di lavoro».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-29 08:26:25 | 91.208.130.87