Cerca e trova immobili

CANTONEAgenzia postale a Coldrerio: la questione è ancora aperta

01.09.21 - 12:20
PostCom ha bisogno di dati sulla soluzione di rimpiazzo. È invece approvata la trasformazione del servizio a Savosa
Archivio Tipress
Fonte ATS
Agenzia postale a Coldrerio: la questione è ancora aperta
PostCom ha bisogno di dati sulla soluzione di rimpiazzo. È invece approvata la trasformazione del servizio a Savosa

COLDRERIO / SAVOSA - La Commissione federale delle poste (PostCom) non può emanare "raccomandazioni in bianco" per la prevista trasformazione dell'ufficio postale a Coldrerio e ha dunque rilasciato un parere contrario. È invece stata approvata la soluzione per Savosa: il servizio a domicilio è previsto come soluzione di rimpiazzo.

Nel vicino Comune di Massagno, nella seconda metà del 2021 la Posta trasferirà la sua filiale in una nuova sede a pochi metri dal confine con il Comune di Savosa, garantendo così l'accessibilità anche a quest'ultimo, indica in una nota odierna la PostCom, che nella sua seduta dello scorso 27 agosto ha emesso una raccomandazione favorevole.

Coldrerio: tutto ancora aperto - A Coldrerio invece la situazione è più complicata: nel prossimo futuro nella località momò ci sarà una nuova agenzia postale, che sorgerà «in un quartiere multigenerazionale attualmente in costruzione». Attualmente sono tre i siti al vaglio per l'ubicazione dell'agenzia.

Il Comune voleva chiedere un secondo parere alla PostCom, ma in seguito la Posta ha comunicato alle autorità comunali la propria decisione di trasformare l'ufficio postale in un'agenzia come soluzione di rimpiazzo. Tuttavia, non ha stabilito la sua ubicazione: per motivi giuridici, la PostCom non può emanare "raccomandazioni in bianco", viene spiegato nel comunicato. «Per valutare le specificità regionali, la Commissione deve necessariamente disporre di dati concreti sulle soluzioni di rimpiazzo» aggiunge la PostCom, che aveva già stabilito questo principio già nel 2017 in merito alle controversie legate all'ufficio postale di Balerna.

«Un rinvio alla Posta non è stato possibile, in quanto ciò avviene solo in caso di procedure di dialogo carenti o quando alla Posta può essere ordinato di colmare le carenze e completare i propri dossier» scrive l'autorità di vigilanza. In questo caso, la causa non era da ricondurre alla procedura di dialogo, bensì alla decisione notificata dalla Posta e dunque la PostCom ha ora emesso una raccomandazione negativa.

Nella seduta dello scorso 27 agosto, la Commissione ha anche approvato la trasformazione in agenzia dell'ufficio postale di Schattdorf (UR) e i servizi a domicilio per Saint-Sulpice (VD).

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE