Tipress
CANTONE
16.04.2021 - 11:510

La produzione di vaccini sia in mani pubbliche

Lettera ad Alain Berset da parte del Partito comunista affinché la produzione del vaccino sia affidata allo Stato

Il Partito Comunista ha inviato una lettera al Consigliere federale Alain Berset, chiedendo che, alla luce dell'esperienza della pandemia, si proceda con l'istituzione di un Istituto sieroterapico e vaccinogeno pubblico. "Senza un tale istituto, la salute pubblica e la normale vita economica e culturale non possono essere garantite a lungo termine. È tanto più importante che l'intera catena di produzione dei vaccini – non solo contro i coronavirus, ma anche contro molti altri pericolosi agenti patogeni – sia organizzata dallo Stato in modo mirato".

Per il partito comunista la Svizzera ha tutte le premesse per diventare "un hotspot per la produzione di vaccini nel mondo", e fanno notare che un "istituto vaccinologico statale ben funzionante sarebbe stato in grado, per esempio, di fornire ed esportare vaccini contro il Covid-19, non solo per la Svizzera ma anche per gran parte del mondo. Invece si è dovuto acquistare a costi elevati vaccini stranieri (Pfizer BioNTech, Moderna)". 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-10 06:44:07 | 91.208.130.86