Città di Bellinzona
ULTIME NOTIZIE Ticino
SEMENTINA
18 min
«Gira poca gente, affari giù del 50%»
Crisi Covid: stare a casa equivale a usare poco l'auto. Sconforto tra i benzinai. Lo sfogo del 35enne Davide Ciaburri.
LUGANO
22 min
La Moncucco chiude due reparti Covid
Si inizia a tirare il fiato alla Clinica impegnata nella lotta al virus. Il direttore: «Ultimi numeri incoraggianti».
CANTONE
7 ore
Casi di rigore, luce verde dal Gran Consiglio
La votazione è stata una formalità: 2 astenuti e nessun contrario
CANTONE
10 ore
Pizzicato il consumo a ridosso dei take away
Tra assembramenti e clienti che mangiano sul posto non tutti i ristoratori rispettano le direttive anti Covid
CANTONE
12 ore
Sviluppato un anticorpo che protegge dal Covid e dalle sue varianti
La scoperta arriva dai ricercatori dell'IRB di Bellinzona.
CANTONE
12 ore
Cavalli: «Continuiamo a dormire. Dovremmo seguire l'esempio della Gran Bretagna»
La proposta dell'oncologo locarnese: «Pensiamo alla prima dose e copriamo più persone».
BELLINZONA
12 ore
Parco veicoli sempre più elettrico per l'AMB
Con le 8 BMW i3 acquistate di recente, il 25% dei veicoli in dotazione è ora elettrico
BELLINZONA
12 ore
Seicento anziani vaccinati «con successo»
Il Centro di prossimità di Bellinzona riaprirà a fine febbraio per le vaccinazioni di richiamo
CANTONE
12 ore
Premio Arge Alp 2021, fatevi avanti
Sarà incentrato sull’innovazione digitale nello scenario COVID-19 e post-COVID-19
CANTONE
13 ore
Una partenza vincente al Centro Tenero
È Leonardo Sartori il vincitore del concorso di Natale
CANTONE / SVIZZERA
14 ore
Clienti Salt senza rete
Sono molti gli utenti che ci segnalano l'assenza di segnale
FOTO
LOSONE
14 ore
Comunali a Losone, ecco i nomi del PLR
L'obiettivo del partito è mantenere i due seggi in municipio e i dieci in Consiglio comunale
CANTONE
14 ore
Sì al congedo parentale
Sarà di due settimane, come nel rapporto di minoranza di Nadia Ghisolfi.
CANTONE
01.12.2020 - 13:000

"Di più per te", potenziato il trasporto pubblico del Bellinzonese

Il nuovo modello è stato presentato questa mattina. Entrerà in vigore il 13 dicembre.

Verrà garantita più capillarità e frequenza, ma anche un maggior comfort e una maggior sostenibilità per l'utenza.

BELLINZONA - "Di più per te!". È con questo slogan che il Trasporto pubblico del Bellinzonese è entrato oggi nella bucalettere di tutti i fuochi del Bellinzonese con le informazioni relative al potenziamento del servizio che scatterà con il prossimo 13 dicembre. Più capillarità, più frequenza, più comfort e sostenibilità per l’utenza che, dopo essere costantemente cresciuta nei primi cinque anni di esercizio, ha registrato nel 2020 una diminuzione dovuta alle restrizioni Covid-19, ma che si conta tornerà nuovamente ad aumentare nel 2021.

Il potenziamento del Trasporto pubblico del Bellinzonese (tpb) che entrerà in vigore con il prossimo cambio d’orario nazionale del 13 dicembre 2020 è stato presentato oggi in conferenza stampa dal Direttore del Dipartimento del territorio (DT), Claudio Zali, dal Presidente della Commissione regionale dei trasporti del Bellinzonese (CRTB), Simone Gianini, e dal responsabile vendita settore sud di AutoPostale SA, Alex Malinverno.

Linee più frequenti e capillari - Dopo il massiccio potenziamento del dicembre 2014, quando l’offerta era stata più che raddoppiata, e in concomitanza con l’entrata in esercizio della galleria di base del Monte Ceneri fra poco più di una decina di giorni, il tpb potrà contare su ancora maggiori frequenze delle linee urbane, in particolare la sera e il weekend, e su un servizio sempre più capillare.

Verrà infatti potenziata la linea urbana al servizio del centro paese di Claro (le corse passeranno dalle 5 giornaliere a 11 con interscambio a Castione, coprendo l’intero arco della giornata e anche il weekend), verrà migliorata con una cadenza semi-oraria dalle 06:00 alle 24:00 la linea regionale 311 Locarno-(Gudo)-Bellinzona, verrà servito con bus di dimensioni maggiori e frequenze ulteriormente potenziate il comparto GerrettaPratocarasso a Bellinzona e rafforzata la linea regionale 212 della Valle Morobbia con una cadenza semi-oraria nelle ore di punta del mattino e della sera e corse più frequenti anche durante il finesettimana. Le zone collinari di Camorino (Vigana) e S. Antonino (Paiardi), oggi scoperte, verranno servite da una nuova linea regionale con cadenza oraria durante tutto l’arco della giornata con capolinea e coincidenza a S. Antonino con la rete TILO e a Giubiasco con la rete bus e quella ferroviaria.

A Cadenazzo, la linea regionale 329 in provenienza da Dirinella verrà prolungata fino a S. Antonino, passando dal centro paese di Cadenazzo, oggi scoperto, con cadenza semi-oraria tra la stazione FFS e i centri commerciali, mentre la linea 231 Cadenazzo-Robasacco verrà estesa (con più corse) anche al di fuori del periodo scolastico.

Sei nuovi autopostali - Il potenziamento del servizio ha richiesto l’estensione della flotta con 6 nuovi autopostali, che conterà così complessivamente 33 veicoli, di cui 8 ibridi e tutti con wifi gratuito, e l’assunzione di ulteriori 23 conducenti presso l’agenzia di AutoPostale a Bellinzona, la quale ne conterà quindi 109, tutti residenti in Ticino.

Miglioramento delle infrastrutture - Forte del nodo intermodale di Arbedo-Castione (inaugurato nel 2017), di quello principale presso la stazione FFS di Bellinzona (inaugurato nel 2019) e di quello appena entrato in servizio presso la nuova stazione FFS di S. Antonino, la rete di trasporto pubblico del Bellinzonese è stata in questi anni, e lo sarà ancora nei prossimi (è ad esempio in fase di progettazione definitiva il nodo intermodale della stazione FFS di Giubiasco), sensibilmente migliorata anche dal profilo infrastrutturale, in particolare mediante la posa di nuove pensiline (delle 178 fermate del servizio urbano, più di 100 ne sono ora equipaggiate), l’adattamento di quelle principali (oltre 30) con marciapiedi rialzati conformemente alla Legge federale sui disabili e con l’introduzione del sistema d’informazione all’utenza in tempo reale.

Cresceranno anche i costi - Di pari passo con il potenziamento del servizio aumentano anche i relativi costi, che nel 2021 è atteso raggiungano per il trasporto pubblico urbano del Bellinzonese (senza cioè quello regionale su bus e ferrovia) i 9.2 milioni di franchi, ciò che corrisponde a un incremento previsto dei costi non coperti del 19% rispetto al 2020. Si tratta di una scelta politica chiara e – proprio per approfittare al meglio dell'apertura della galleria di base del Monte Ceneri e dell'esigenza di rendere la mobilità più sostenibile – senz’altro lungimirante, che dovrà poi anche trovare riscontro nell'utenza effettiva e quindi risultare sostenibile dal punto di vista finanziario.

In allegato la piantina con le varie linee del trasposto pubblico del Bellinzonese.

 

Allegati
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-26 06:22:58 | 91.208.130.85