Tutti i volti dell'angoscia: ecco il trailer
Fotomontaggio Tio/20Minuti
ULTIME NOTIZIE Ticino
FOTO
ASCONA
22 min
New Orleans e Ascona, il gemellaggio celebrato da un'opera di street art
Realizzato da due sorelle valmaggesi, il dipinto verrà presentato questo sabato a suon di jazz e... jambalaya
CONFINE
1 ora
Tragedia del motoscafo, si va verso l'accordo
La turista belga potrebbe chiedere il patteggiamento.
CANTONE
1 ora
Ha ucciso per soldi? «Non è credibile»
Il processo per il delitto di Muralto del 9 aprile 2019 si è oggi riaperto con l’arringa difensiva
CANTONE
1 ora
Meno ricoverati e casi in Ticino, ma c'è un altro morto
Stabili i positivi, oggi 26. Non ci sono nuove quarantene di classe.
MENDRISIO / STABIO
1 ora
Ligornetto: il nucleo si può chiudere, ma Stabio si rivolge a Losanna
Il Tram ha respinto il ricorso contro la chiusura al traffico in determinate fasce orarie.
CANTONE
2 ore
Sui controlli dei Certificati Covid, USI e SUPSI si spaccano
Da uno scambio di note interne emerge lo scetticismo del rettore dell'USI per la "via" imboccata dalla SUPSI
CHIASSO
3 ore
Una serata test in vista di Nebiopoli
Sabato al Palapenz si terrà un "evento di test" per capire come potrà essere organizzata l'edizione 2022 del carnevale.
LUGANO
3 ore
Strade chiuse in centro città nel weekend
Per permettere lo svolgimento di Lugano Bike Emotions 2021 il traffico sarà limitato e alcune piazze chiuse.
MURALTO/ LUGANO
4 ore
Bocche cucite sui test non fatti sul corpo della vittima
Processo per il delitto in hotel: il giudice Ermani aveva "bacchettato" il medico legale. Nessuno al momento replica.
LUGANO
15.10.2020 - 16:250

Tutti i volti dell'angoscia: ecco il trailer

Il Covid-19 raccontato dai giovani della SUPSI nell'ambito del Premio Möbius Multimedia Lugano.

Alessio Petralli, direttore della rassegna, giunta alla 24esima edizione: «Uno sguardo originale e giovane su un tema che ha turbato il mondo intero».

LUGANO - Sarà per forza di cose un'edizione diversa quella del Premio Möbius Multimedia Lugano 2020. L'appuntamento è per venerdì 16 e sabato 17 ottobre in diretta streaming dallo studio 2 della RSI. Una rassegna che ogni anno propone scenari avveniristici e indubbiamente interessanti, nell'ambito della cultura digitale. A spiccare, nel programma dell'edizione numero 24, è un particolare concorso a cui hanno aderito giovani studenti della SUPSI. Il tema, forse piuttosto scontato, è quello della pandemia. Del Covid-19. Del lockdown. «Qui – sottolinea Alessio Petralli, direttore della rassegna – c'è un'essenza artistica di alto livello. Gli otto ragazzi in gara sono stati fantastici».

Ospiti di spicco – Il programma della manifestazione è ricchissimo. E gli ospiti sono di spicco. Si va da Patrick Balestra, giovane di Monte Carasso assunto da Spotify, a Sara Beltrame, scrittrice che ha reso "più fruibile" il libro "The Game" di Alessandro Baricco. Sarà inoltre trattato il tema del "futuro del lavoro" dai giovani del liceo Lugano 1. E non va dimenticato il dibattito di venerdì pomeriggio, sempre inerente il "lavoro che verrà", tra Boas Erez, rettore dell'USI, Anna Valente, specialista in robotica, Marco Zaffalon, direttore dell'istituto Dalle Molle di studi sull'intelligenza artificiale e Lino Guzzella, ex rettore del politecnico di Zurigo.   

Un sabato di premiazioni – La giornata di sabato sarà, tuttavia, dedicata ai premi. «Innanzitutto il Grand Prix Möbius Suisse. Con quattro finalisti d'eccezione. Le tematiche ruotano tutte attorno al digitale e all'agricoltura. Siamo messi molto bene in Ticino». Seguirà il premio sull'editoria mutante. Infine, il Möbius giovani. «Otto studenti iscritti al corso di laurea in comunicazione visiva della SUPSI raccontano il loro vissuto personale in relazione alla pandemia». 

Uno sguardo alternativo – Da diversi anni il Premio Möbius Multimedia Lugano collabora con la SUPSI. «Ogni giovane ha dato il suo contributo originale su come ha vissuto, e sta vivendo, questo momento storico particolare. Siamo tutti un po' stufi di sentire parlare della pandemia. È vero. Eppure, in questo caso si offre al fruitore uno sguardo fresco e alternativo sui fatti, una nuova visione delle cose, molto intima e personale. Prevale ovviamente l'angoscia, in tutte le sue sfumature, in tutti i suoi volti. D'altra parte si tratta di un problema che ha turbato il mondo intero». 

Ecco come vedere i video – Tio/20 Minuti ha realizzato un trailer che seleziona alcune scene dei cortometraggi in gara. I video possono essere visualizzati singolarmente sul canale YouTube Möbius 2020

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 11 mesi fa su tio
L'angoscia viene a chi continua a scrivere senza documentarsi, perché si autoconvince di realtà costruite ad arte e ripetute infinite volte. Sorry for you!
Angelo M 11 mesi fa su tio
@pillola rossa ...l'importante è documentarsi da fonti sicure e non in qualche sito di qualche ciarlatano
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-22 11:44:20 | 91.208.130.86